21 – Huh? Mi sembra familiare…

Capitolo offerto da

— • — • — • —

Subito dopo aver lasciato la gilda, mi sono andato a preparare per partire. Detto ciò, misi acqua e cibo all’interno della borsa presa in prestito alla gilda. Questi ultimi li dovetti chiedere a Keyla-san alla locanda. Disse “Ci penso io. ” e subito dopo se ne andò nel retro del bancone.

Poco più tardi mi portò dei panini fatti con la carne di mostro, e una borraccia, davvero un grande aiuto, grazie. Dopo aver infilato i panini e la borraccia nella borsa, lasciai la città.

Una volta raggiunta la foresta orientale, cominciai a camminare verso nord, con una velocità più alta del solito, altrimenti anche con un cavallo ci avrei messo 4 o 5 giorni per raggiungere il Grande Lago. Con la mia agilità mi sembrava come attraversare il mio giardino. Troppo veloce… ero troppo veloce.

Da quando ho scoperto le mie statistiche, mi sono reso conto che potevo camminare normalmente come prima, ma quando lo volevo, avrei potuto tirare fuori tutta la mia potenza. Non ho avuto problemi fino ad ora, tuttavia non conosco i miei limiti. Non riesco a guardarmi da solo, quindi non so quanto sono veloce. Beh, non è particolarmente problematico.

Mentre riflettevo, mi accorsi di essere arrivato al lago. A proposito non ho incontrato ancora nessun mostro, forse qualche Goblin. Dato che non sono venuto per loro, li lascerò in pace. Mi sono seduto sul bordo del lago e ho tirato fuori i panini e la borraccia dalla borsa. Ora, facciamo un piccolo spuntino.

Mentre stavo cominciando a mangiare sentii alcuni suoni provenire dalla foresta vicino al lago. Il rumore di qualcosa che si spezzava. Oppure un suono di qualcuno che veniva inseguito o attaccato. Gradualmente si avvicinava a me e potei anche vedere una massa bianca grande quanto la mia testa che saltava fuori dalla foresta.

Subito dopo apparve un mostro a due teste con una coda di serpente, lungo circa 3m. Era un mostro a forma di cane cane chiamato Orthos. Apparentemente sembrava stesse cercando di mangiare quella massa bianca che avevo visto in precedenza. Quest’ultima dispiegò ali simili a quelle dei pipistrelli e provò a volare in alto, ma sembrava incapace di farlo e si trovava in una situazione molto pericolosa. Stavo guardando la scena mentre mangiavo il mio panino quando improvvisamente la massa bianca cambiò direzione e volò verso di me.

Hmmm… Mi sembra familiare…

Mentre si dirigeva verso di me per colpirmi il petto, non sentivo alcuna ostilità da essa, quindi l’ho accettata senza fare resistenza, anche se ero sorpreso. Ho provato a capire cosa fosse, ma prima che potessi l’Orthos apparve e si mise di fronte a me.

“Grrrrrr… ”

Mentre ringhiava, alzò la sua bocca sbavante verso di me e mi chiesi se stesse pensando di catturare una grande preda. Dopo aver pulito la bava con la lingua, una delle teste aprì la bocca.

“Fermi!!!!” (Wazu)

Dagooooon!!!!

Ho fermato Orthos con un braccio e l’ho mandato a tappeto. Diavolo, non interrompere il pranzo degli altri. Dopo aver messo in bocca l’ultimo pezzo di panino, controllai se Orthos fosse morto dato che non si muoveva più. Come sempre, ho una forza terrificante.

Munch… Munch… Gulp

Dopo aver inghiotto il panino, rimossi la massa bianca che mi si era appiccicata addosso e la portai davanti ai miei occhi per osservarla meglio.

“Kyauu!!”

La massa bianca mi guardava e piangeva, aveva il corpo simile a quello di un rettile. Nonostante fosse robusto, sembrava piuttosto infantile. Aveva delle pupille grandi che sembravano assorbire luce e, nonostante fosse piccolo, presenta artigli affilati su mani e piedi, stessa cosa i denti. La lunga coda e la superficie del suo corpo erano ricoperte da splendide squame bianche. Finalmente avevo capito chi fosse… Un Drago Bianco. Voglio dire, mi sembra molto familiare…

“Forse… sei Meru?”

“Kyui! Kyui!”

Annuiva felicemente. Oh, capisce il linguaggio umano? È decisamente Meru. Cosa fa in un posto del genere?

Meru è la figlia di due draghi che avevo incontrato quando vivevo in montagna. Dopo un semplice combattimento, ci riavvicinammo l’un l’altro. La coppia sposata capisce il linguaggio umano perciò è possibile parlarci. A quel tempo il marito disse…

“Guhaha!! Perché c’è un cucciolo d’uomo in un posto del genere? Lo colpiremo e lo schiacceremo per passare tempo.”

… Così mi sono precipitato da lui e l’ho messo a tacere. Ora che ci penso, le mie statistiche erano già anomale in quel momento… Successivamente, andai a scusarmi, ma fui respinto dalla gesticolazione della sua mano. Dopodiché fui presentato a Meru. Ricordo che i coniugi si lamentavano sempre l’uno dell’altra.

Cosa c’è di nuovo? Se ricordo bene… Il nome del marito (Drago Nero) è Ragnil e il nome della moglie (Drago Bianco) è Meral. Ragnil si era proclamato re dei draghi. Stavo ricordando, ma…

“Ehi? La tua casa non era su QUELLA montagna? Cosa fai qui?”

“Kyuii… Kyuii~… ”

È inutile. Non capisco

“Hmmm… sei insieme a Ragnil e Meral?”

“Kyuii!!!”

La piccola mano di Meru mi indicava la cima della montagna e nel frattempo mi pregava di andare con lei.

“…Quindi le voci sui draghi riguardavano voi…”

Ho emesso un sospiro e sono andato con Meru in cima alla montagna.

← 20-Pulire scrupolosamente

22-Meral, il Drago Bianco, è rimasta ferita →

error: Content is protected !!