15 – La forza di un rango A

Capitolo offerto da

— • — • — • —

Mi sono sdraiato nel letto non appena sono entrato nella stanza. Né troppo grande né troppo piccola, è una stanza decente. Riesco a sentire che è stata pulita correttamente.

La Via della Locanda….. è cupo….. No… No… No… No… No…!!

Ancora poco e mi avrebbe fatto il lavaggio del cervello. Quella Lula….. che ragazza spaventosa….. mettendo da parte lei adesso devo pensare al mio futuro.

Il problema sono i miei poteri troppo forti. Fino ad ora, ho pensato a me stesso come a una persona normale. Ma la mia è un’esistenza che può essere definita mostruosa. Ecco perché non so cosa fare con me stesso….. in primo luogo, è tutto vero… se credi nella descrizione della Dea-sama, anche io posso distruggere una stella se divento serio.

Fa paura solo a pensarci. Involontariamente, stavo rabbrividendo mentre mi rannicchiavo sul letto. Non importa quanto io fossi forte, la mia anima è quella di una persona comune. Non posso farci niente se sono spaventato.

Non so per quanto tempo sono rimasto soprappensiero. Ma una piccola fiamma si accese nel mio cuore, certamente è una potenza terrificante. Tuttavia non sarebbe stato possibile salvare Sarona-san prima senza questo potere.

Posso salvare qualcuno usando questa forza. Se esitassi sempre, quando è il momento di farlo, potrei non essere in grado di proteggere qualcuno che ne ha necessità. Se è così, non c’è alcun motivo di esitare. Anche se non posso usarlo in maniera sconsiderata, ho deciso di usare il potere ugualmente.

* Konkon *

“Wazu-saaaan! La cena è pronta~” (Lula)

“Hyaiii~!!” (Wazu)

Mi sono sorpreso perché Lula mi ha chiamato con una voce strana. Quando la porta si è aperta Lula, con un grembiule, fece un sorriso ironico. È imbarazzante.

È passato un tempo considerevole da quando sono entrato nella mia stanza e quando sono sceso giù guidato da Lula. Il sole era già tramontato. C’erano molte persone che sembravano avventurieri al tavolo nella sala da pranzo. Tutti stavano mangiando, bevendo, ridendo o borbottando. Lula mi guidò verso un tavolo all’angolo della stanza e poi mi sedetti lì. Dopo aver detto che sarebbe ritornata immediatamente con il cibo, Lula scomparve dietro il bancone. Mentre aspettavo che arrivasse il mio pasto, mi stavo gustando l’atmosfera della sala da pranzo.

Che bello~ tutti si stanno divertendo~ mi fa invidia guardarli—

“Un giorno anche tu potrai formare anche te un tuo party. Ecco qui, mi dispiace averti fatto aspettare” (Kayla)

Kayla-san mise un piatto davanti a me mentre lo diceva. Se potesse leggermi nella mente capirebbe che sono imbarazzato per cui posi la mia attenzione verso il cibo.

Carne alla griglia, insalata, zuppa e pane. Niente di speciale, anche se per me era un vero e proprio banchetto.

Ora che ci penso, è passato parecchio tempo…

Di solito ho sempre mangiato carne alla griglia nel periodo in cui vivevo in montagna. Ma nel villaggio degli Elfi c’erano solo erbe selvatiche e noci.

Dopo tanto tempo riassaporo il gusto della carne….. * gulp *…..

Mi stavo gustando il cibo. Qualche volta i bambini con i loro genitori mi sorridevano felici mentre mi guardano.

“Che diamine è questo!! Ha un sapore orribile, non posso mangiare qualcosa del genere!!”

Mentre sentivo il mio stomaco sazio dopo aver finito il mio pasto, alcune parole imperdonabili mi arrivarono alle orecchie.

“Ecco perché ti ho detto di fermare Homura prima di entrare in questo posto.”

“Lo sapevo già, ogni tanto voglio provare a mangiare il cibo in questo posto.”

Quando mi sono girato verso quelle voci, ho visto tre uomini ridere in maniera sgradevole.

Il ragazzo al centro, sembra essere stato il primo ad alzare il tono di voce.

Capelli rossi e occhi cupi, portava un’armatura che facilitava il movimento. Sul lato sinistro c’era un uomo con i capelli verdi che nascondeva un occhio. Una grande lancia a croce era stata appoggiata contro la sua schiena. Sul lato destro, un ragazzo narcisista giocava con i suoi lunghi capelli biondi. Indossava una tunica costosa e aveva un tocco da mago.

Yosh, uccidiamo quei ragazzi!

Mi chiedo perchè all’improvviso ho avuto l’impulso di usare la forza….. Non ho avuto alcuna esitazione con loro nel farlo.

Mentre riflettevo, la situazione peggiorò.

“Non parlare male della cucina di mio padre—–” (Lula)

Lula stava protestando contro quei tre mentre stringeva il suo grembiule.

“Oh, chi è questa ragazza? Padre?”

“Forse è la figlia del proprietario di questa locanda malandata.”

“Fumu, è la figlia. Dì a tuo padre di fare il suo lavoro correttamente! Il sapore del cibo è pessimo, non possiamo mangiare qualcosa del genere.”

Detto ciò, per la sala da pranzo si diffuse una forte sete di sangue.

“Oh? Chi diavolo sono questi tizi? Non sapete chi siamo?”

“Ehi come possono saperlo? Sono avventurieri di una città di frontiera.”

Con queste parole, l’uomo dai capelli rossi sollevò il piede appoggiandolo sul tavolo e si stravaccava sulla sedia.

“Noi siamo i ‘Fiamma Nera’… un gruppo di avventurieri di rango A.”

“Non m’importa, chiedi scusa a papà!!” (Lula)

Continuarono a lanciare occhiate per intimidire Lula, ma lei senza alcuna esitazione pretese ancora le loro scuse. A questa situazione, ho applaudito mentre borbottavo un piccolo “Oo…”

“Tch, questa marmocchia…..”

L’uomo dai capelli rossi allungò la mano verso Lula, in un istante mi misi in mezzo a loro per bloccargli la mano mentre li guardavo. Nel frattempo usai l’altra mia mano libera per persuadere Lula che, piangendo, si nascondeva dietro la mia schiena. In questo momento, questo ragazzo, era assetato di sangue e ha cercato di strangolare Lula.

“…..Chi è questo bastardo, vuoi morire?”

L’uomo dai capelli rossi ha cercato d’intimidirmi dirigendo la sua sete di sangue verso di me. Dietro di me, Lula mi strinse i vestiti. Prima che possa dire qualcos’altro, una voce aspra risuonò.

“Cos’è questo trambusto?!”

← 14-La strada per la locanda

16-Che gruppo di sempliciotti →

Lascia un commento

error: Content is protected !!