SO cap 18


Capitolo 18

La mia ex ragazza stava camminando, abbracciata un uomo che non conoscevo. E se fosse stato solo quello, forse sarei stato in grado di gestirlo.

Voglio dire, siamo stati separati per tre anni. E gli altri ragazzi certamente non avrebbero lasciato una ragazza così affascinante da sola. Non volevo davvero pensare a quella realtà, ma pensavo di essere preparato per questo. Tsugumi si sarebbe sentito solo. Quindi, anche se avesse trovato qualcuno che mi sostituisse, non potevo biasimarla a ragione.

Ma quando l’uomo che camminava accanto a Tsugumi, era a tutti gli effetti l’immagine sputata di me della mia prima vita – beh, quella era una storia diversa.

Quell’uomo che camminava con Tsugumi, la sua altezza, le sue azioni, la sua voce, il suo modo di parlare, le sue espressioni, tutto era identico al mio primo io. Come ho detto prima, i miei ricordi della mia prima vita non erano concreti, ma lui combaciava perfettamente con caratteristiche come “sorriso amichevole” e “Voce melodiosa”.

“Doppelganger” mi venne in mente.

Ma c’erano alcuni problemi nel considerare quell’uomo come il mio doppelganger. Vale a dire, il mio primo e secondo io si distinguevano in tutti i sensi. Così stranamente, se mi paragonassi a quell’uomo che camminava con Tsugumi che sembrava imitare la mia prima vita … mi sembrava più che fossi un falso. Se c’era un doppelganger qui, sembrava più ragionevole supporre che lo fossi io, non lui.

Sapevo allora che avevo fallito. Se fossi stato in grado di ricreare esattamente la mia prima vita, sarei sicuramente diventato l’uomo davanti ai miei occhi.

Non c’era da meravigliarsi perché non ero potuto uscire con Tsugumi. Perché la seconda volta, ero stato rimpiazzato.


Precedente Indice Successivo

Lascia un commento

error: Content is protected !!