252 Il Regno di Faunbeux

Precedente | Indice | Prossimo

… Il Regno di Djanpear.

Avendo ottenuto una promessa di collaborazione, il gruppo di Novem discusse con Jules.

La quantità di forze da inviare era una cosa, ma il problema principale era come i soldati di Djanpear se la sarebbero cavata su un terreno pianeggiante.

Le numerose montagne permettevano la guerra di montagna, e con il loro mare, i soldati potevano combattere al largo. Sul loro terreno unico, potevano mostrare ampiamente le loro forze. E proprio per questo, ogni volta che Bahnseim cercava di invadere Djanpear, si lanciava sempre con più volte la forza residente, e si trovava sconfitta.

Perdendo il loro potenziale di guerra prima che potessero attraversare le montagne, e anche passandole, il clima e l’ambiente erano così diversi, c’erano molti soldati che si ammalavano.

Ma questa volta era il contrario, dove i soldati sarebbero stati inviati da Djanpear.

Novem e Miranda, e Jules con le sue guardie vicino, si godettero del tè mentre parlavano.

“Le mie scuse. Avevamo molto da discutere e abbiamo finito per farvi perdere tempo. Parlando di risultati, vi assisteremo. Ma gli uomini che possiamo mettere in campo sono al massimo cinquantamila. Di più sarà difficile. C’è troppo poco tempo.”

I rifornimenti, l’equipaggiamento e l’addestramento… non potevano semplicemente riunire le persone. In numeri utilizzabili, Djanpear ne aveva attualmente cinquantamila.

Novem, a proposito di questo.

“È più grande della nostra stima. Perdonate la mia insolenza, ma avevo previsto trentamila da Djanpear.”

Nella guerra contro Bahnseim fino a quel momento, Djanpear si era difesa con circa cinquanta o sessantamila truppe. Quindi Novem aveva pensato che sarebbero stati in grado di prepararne solo trenta o quarantamila. Anche se c’era poco terreno pianeggiante da trovare, era una terra abbondante.

In passato, anche Bahnseim l’aveva desiderata, i suoi porti erano stati costruiti e prosperavano grazie al commercio. Per i Bahnseim senza sbocchi sul mare, era una terra che dovevano conquistare a tutti i costi.

E il paese che aveva continuamente rovesciato la situazione era Djanpear. Ma ultimamente non si erano più combattuti attivamente. E Djanpear era un paese che, pur essendo abile nella difesa, non invadeva assertivamente gli altri. Più che dire che erano soddisfatti dei loro limiti, Novem pensava che non fossero sicuri della loro abilità offensiva.

Jules non cercò di nascondere nulla, mentre sorseggiava il suo tè.

“Il cielo si è messo male sopra Bahnseim. Così ho preparato delle truppe per l’occasione, ecco come stanno le cose. All’inizio volevo dedicare più tempo e prepararne centomila.”

Gli occhi di Miranda diventarono acuti.

“Non posso pensare che sia un numero che possiate mantenere, però?”

Mentre lo determinava in base alla scala del paese, Jules borbottò qualcosa come ‘buoni occhi’ e rise.

“Vogliamo un po’ di pianura per noi. Bahnseim cadrà in rovina sotto Celes, e i paesi circostanti inizieranno una lotta per i suoi resti… Mi aspetto questo. Certo, non avrei mai pensato che ci sarebbero stati movimenti così presto.”

Novem ascoltò le sue parole e ribadì che aveva intenzione di preparare le sue forze per quel momento per radere al suolo Bahnseim.

“Davvero, centomila è un gran numero. Ma solo con questo, l’obiettivo di Djanpear–”

“— È un’espansione del territorio. E di avere voce in capitolo una volta che Bahnseim sarà soggiogata. Quindi riporterò le mie aspettative in questo campo sul vostro capo. Il prezzo della nostra collaborazione è la terra e la voce in capitolo.”

Miranda annuì.

“Certamente, possiamo acconsentire a questo. Ma non vi preoccupa la battaglia su un terreno pianeggiante?”

Jules annuì con franchezza.

“Hai ragione. Se combattessimo sulle montagne, non ho la sensazione che perderemmo. Sono sicuro che potremmo tenere compagnia a un nemico tre o anche cinque volte più grande di noi. Per noi, le montagne equivalgono a una fortezza tutt’intorno. Ma quando si tratta di pianura, è davvero preoccupante. Per questo, ho aumentato le nostre forze e le ho addestrate. Non saremo un ostacolo.”

In grado di attraversare liberamente le montagne, i soldati di Djanpear avevano gambe forti. Ma non c’era alcuna garanzia che tutte le battaglie sarebbero state nei luoghi da loro preferiti.

E a causa del loro ambiente particolare, avevano pochi cavalli. Non c’era cavalleria, il loro esercito era incentrato sui soldati a piedi. Anche se non c’era dubbio che quei soldati a piedi fossero forti.

Novem mise insieme le informazioni delle loro forze e si rivolse a Jules.

“Capito. Poi c’è la catena di comando. Solo su questo non posso scendere. Riconoscerete Lyle-sama… Lyle Walt come comandante supremo.”

Jules annuì, ma alzò l’indice per porre una condizione.

“Non mi dispiace. Dopo che Cartaffs e l’alleanza delle quattro nazioni lo hanno riconosciuto come tale, non possiamo essere gli unici a rifiutare. Ma posso porre una sola condizione?”

Miranda chiese con cautela.

“E sarebbe?”

Jules parlò con un sorriso…

“Mi piacerebbe bere qualcosa con quel Lyle Walt. Quando ho sentito parlare di lui, ha suscitato il mio interesse. Questo dovrebbe andare bene, no?”

Dopo averci pensato un po’, Novem accolse la condizione di Jules…

… Novem e Miranda confermarono il bagaglio caricato su May.

Una lettera contenente gli affari interni di Djanpear. Dopo aver immerso la penna in una fiala di liquido simile all’acqua, e aver scritto con essa, le lettere si asciugarono rapidamente e divennero illeggibili.

Sorvegliando il processo, Novem chiuse la lettera e la infilò nelle borse.

Vicino a May in forma qilin, Eva inclinò la testa.

“Ehi, è davvero necessario? Non sarebbe più veloce lasciare una trasmissione verbale a quelle ragazze?”

Il liquido era una specie di acqua impregnata di mana. Usandolo per scrivere simboli invisibili, Novem lo spiegò ad Eva.

“Sta tutto nella preparazione. E più tardi useremo correttamente questo metodo, quindi dobbiamo controllare che funzioni bene.”

L’Unità Valchiria Uno che aveva accompagnato il gruppo guardò mortificata la lettera. Solo l’Unità Uno vantava le stesse code gemelle bionde di Monica. La differenza stava nella corporatura troppo riservata del suo petto.

“Kuh, quando siamo molto più utili di qualche maledetta lettera…”

Miranda scrisse anche qualcosa su un foglio bianco con un inchiostro speciale. Lo inserì nel sacchetto intorno al collo di May.

“È importante, quindi devi solo sopportare. E hai detto a Lyle che May stava arrivando?”

L’Unità Uno si mise in posa e parlò senza espressione.

“Ovviamente. È già entrato a Faunbeux, con degli ostaggi del Margravio, e sembra che si stia preparando a negoziare. L’ho informato del punto d’incontro.”

May scosse la testa.

“No, finché siamo vicini, posso almeno percepire la sua presenza, sai. Tutto quello che devo fare è sentire il Gioiello che porta, comunque.”

Quando May menzionò il Gioiello, Novem abbassò un po’ lo sguardo.

(Perché… gli antenati mi negano, mi chiedo. Ho tanta voglia di incontrarli.)

Decidendo immediatamente che c’era una qualche ragione dietro, Novem alzò il viso e si preparò…

Entrando a Faunbeux da Bahnseim, entrando in un paese vicino alla frontiera, entrammo in contatto con il signore incaricato del tratto di frontiera.

Da Cartaffs e l’alleanza, avevamo preparato un certo numero di documenti, per cercare un’udienza con il re di Faunbeux.

Sotto la sorveglianza del signore feudale, abbiamo trascorso alcuni giorni in città per aspettare una risposta.

Nel castello del signore, guardando la città del castello che potevo vedere dalla stanza che mi era stata concessa, mormorai da solo.

“La terra del Margravio era uguale, ma questa zona è davvero simile.”

Atmosfera, forse? L’aria del territorio del Margravio e la città al confine di Faunbeux erano abbastanza simili.

Diversa dalla mia patria e da Centralle, quel tipo di aria. C’erano molte strutture edilizie simili, e anche se non è che tutte le cose lo ricordino, questa fu la sensazione che ebbi.

Lì, la Settima spiegò.

『Questo perché non è che tutto cambierà solo perché lo fa chi comanda. Ci sono molte cose che non cambieranno in pochi decenni. Giusto… dati cinquanta, cento anni, forse si tingerà di Bahnseim.』

L’opinione della Terza era simile.

『È una terra rubata a Faunbeux, quindi è naturale che sia simile. Il fatto che il sovrano o il governante si sia spostato, non vuol dire che tutto improvvisamente cambi. Insisti, e ci saranno anche un bel po’ di ribellioni.』

La Quinta, ricordando.

『Proprio così. Ci sono sempre cose che potresti chiamare le regole della terra. Ci sono spesso ragioni per cui non dovrebbero essere cambiate, ed è un campo abbastanza difficile, sai.』

Milleia-san parlò della sua esperienza personale.

『Quando mi sposai, le differenze nelle regole del loro palazzo mi preoccuparono molto. Ne ho solo un vago ricordo, ma fui rimproverata un po’ da mio marito. Ecco perché i bifolchi di campagna sono… o qualcosa del genere. Un bel po’ anche sui miei occhi…』

La Settima rise.

『Giusto, disse qualcosa del genere. So come finisce la storia, quindi non dirò nulla, ma fu davvero un risultato da zietta… davvero un risultato da zietta.』

Volevo chiedere cosa fosse successo. Ma ebbi la sensazione che era qualcosa in cui non dovevo ficcare il naso, così rimasi in silenzio.

Dopo che bussarono alla porta della mia stanza, Monica e le altre entrarono. Prima che arrivassero, avevo confermato che erano lì con le Abilità, quindi non avevo niente di particolare da dire.

Monica riferì i rapporti delle Valchirie.

“Pollo cazzone, sembra che May sia diretta verso di noi. Una lettera è stata preparata per confermare la questione precedente.”

Nella stanza, gli occhi di tutti si concentrarono su Shannon seduta sul divano. Shannon allungò una mano verso i dolci sfornati sul tavolo.

Aria sembrava preoccupata.

“Shannon-chan, la tua lettura e scrittura sono all’altezza, vero?”

Clara sembrava un po’ nervosa.

“C’è un po’ di insicurezza, ma lei ne era particolarmente entusiasta in questo giorno. Quindi penso che sia giusto fidarsi di lei.”

Avendo fatto tanta strada, la sua solita condotta stava suscitando preoccupazione. Rivolsi il mio sguardo a Shannon.

“Shannon, contiamo su di te. Dipende tutto da te.”

Dopo aver incontrato tutti gli occhi intorno, Shannon gonfiò le guance.

“Allora mettete un po’ più di credibilità a me!”

Il punto vitale doveva arrivare. Avevamo bisogno del potere di Shannon con ogni mezzo. Un momento dopo, il signore della terra venne personalmente nella nostra stanza. I suoi occhi mentre mi guardava erano un po’ dubbiosi. Ero un uomo dell’odiato nemico di Faunbeux, la Casata dei Walt, quindi forse non c’era niente da fare.

“Siamo riusciti a prendere contatto con i messaggeri. Sembra che potrete avere subito un’udienza. Posso prepararvi una carrozza, ma… devo?”

Dato che non avevamo un carro o una carrozza, era attento. Ma sembrava diffidare della leggerezza del nostro bagaglio, nonostante la nostra mancanza.

Rifiutai con un sorriso.

“Grazie. Il solo sentimento è sufficiente. Se potete preparare un permesso di passaggio, o qualsiasi altro modulo necessario, sarebbe più che sufficiente.”

Il signore feudale annuì.

“… È così? Allora li preparerò subito.”

Non volendo parlare troppo a lungo con me, il signore lasciò presto la stanza.

All’interno del gioiello.

Eravamo in viaggio verso la capitale di Faunbeux.

Spostando Porter lungo la strada principale, non potevamo fare a meno di attirare l’attenzione. Sembra che Porter fosse conosciuto a Faunbeux a livello di voci. Ma che nessuno l’avesse mai visto dal vivo era lo stesso che a Bahnseim.

Dormendo sul vassoio di carico di un tale Porter, avevo mandato la mia coscienza nel Gioiello.

Oggi, vidi i ricordi della Quinta.

L’era del Baronato della Quinta. Seduto su una sedia dell’ufficio del maniero, la Quinta guardava le quattro donne allineate di fronte.

Al suo fianco, la sua moglie legale era in piedi e si stiracchiava.

La Quinta si grattò la faccia con un dito.

『… C’è un limite al numero di figli che una sola donna può mettere al mondo. Al massimo può superare i dieci, ma per essere chiari, non è abbastanza. La Casata dei Walt non ha rami familiari, né vassalli legati a noi dal sangue.』

La sua soluzione era chiara e semplice. Avrebbe aumentato il numero di donne che avrebbero fatto nascere i suoi figli. Questa conclusione, anche se incredibilmente discutibile, risolse con successo la questione.

『Non potevo semplicemente rilassarmi e aspettare. Avevo intenzione di schiacciare ogni singolo territorio circostante entro la mia generazione. Spiegai la situazione e ottenni il suo consenso, ma… ripensandoci ora, avrei dovuto cercare una metodologia migliore.』

A guardarlo c’era la moglie legale. Aveva conosciuto Fredricks attraverso un colloquio di matrimonio e lo aveva sposato.

A quel tempo, la Quinta aveva perso la persona che amava, ed era sull’orlo del baratro in vari modi. Giurò vendetta, e per rimettere insieme efficacemente il territorio, mise le mani in tutto ciò che poteva. Avendo preparato le basi per l’esercito della Casata dei Walt, combatté le unità di altri territori che si proclamarono banditi, e solidificò le basi della guerra, a quanto pare.

Significa che non aveva il tempo libero. Il luccichio nei suoi occhi non era quello gentile della sua infanzia. I suoi occhi erano acuti ora, e c’erano pesanti occhiaie sotto di essi. Erano più freddi di tutto il resto.

Una tale Quinta… Fredricks aprì la bocca davanti alle quattro donne.

『Il mio erede sarà scelto tra i figli di questa donna. Tutto quello che chiedo al resto di voi è di far nascere dei figli—non mi interessa se sono uomini o donne. Una volta che li avrete e li educherete, li userò per indurire la nostra roccaforte nella zona.』

Un discorso terribile. Se mi venisse detto di dire una cosa del genere a Novem o alle altre, rifiuterei con forza.

Ma le donne annuirono. Quando mandai uno sguardo alla Quinta in cerca di spiegazioni, lui si stava arruffando i capelli. Era imbarazzo?

『… C’erano dei soldi che la Quarta aveva messo da parte. Così li usai. Cercai in lungo e in largo donne competenti. A causa di ciò, fui trattato come un donnaiolo, ma a quel tempo, non me ne poteva fregare di meno. Queste quattro provenivano da casate nobiliari imperiali, e sebbene fossero mondi diversi dai nobili provinciali, ciò che accomunava tutte loro in quel momento era che non avevano soldi. C’erano varie ragioni, ma io cercai casate con tali circostanze, e da esse cercai donne di talento. Se vuoi chiamarlo per ciò che era, si trattava di traffico di esseri umani.』

Una relazione in cui entrambe le parti avevano rinunciato a una vita matrimoniale felice. A guardarlo ci si sentiva soli. Le quattro donne sembravano capire, visto che non chiedevano molto.

Ma quando la scena cambiò, questo non sembrava essere il caso.

Una delle sue amanti mostrò a Fredricks una lettera da casa sua. Davanti alla donna che si restringeva, ne confermò il contenuto.

『… La Casata dei Walt dovrebbe essere presente? Dovrebbero essere a conoscenza delle nostre relazioni. Quindi dobbiamo andarci insieme?』

La donna stava chinando la testa, ma alzò la testa per la sorpresa della risposta di Fredricks.

『S-Sì! Sembra che la mia Casata voglia dimostrare di avere un legame con la Casata dei Walt. Um… vogliono che prendiate con voi le truppe della Casata dei Walt, e mostriate la loro bravura agli altri Nobili Imperiali, sembra.』

L’amante era una figlia nobile imperiale, eppure la lettera scriveva che il signore feudale Fredricks portasse le sue truppe a Centralle.

La Quinta spiegò.

『I nobili imperiali ebbero il merito di unire le armi con noi. Truppe. I nobili imperiali possono vivere nella capitale, ma le loro entrate vengono da altrove. Quindi devono assumere persone, e c’è un limite fondamentale. Per tutte le casate, se sono dello stesso grado, hanno lo stesso potere lì. Anche se ci sono delle piccole differenze.』

La quantità di denaro che puoi spendere dipendeva dal tuo grado, ma non era una grande differenza. Questo perché la quantità di denaro che veniva loro assegnata era la stessa. Tuttavia, se si lavora con un signore feudale potente, era una storia diversa.

『Per intimidire i dintorni, hai semplicemente bisogno di più truppe. Possiamo radunare così tante persone e spostarle. Se riesci a mostrarlo, metterai in guardia i tuoi nemici.』

“Quinta, quindi… voi due siete andati a Centralle?”

『Sì, abbiamo condotto lì delle truppe. Dai tempi della Quarta, la Casata dei Walt era stata costante nella gestione del territorio, dopotutto. Anche se c’erano dei traditori, stavamo crescendo costantemente, quindi potevamo almeno spedire degli uomini. Con i talenti che avevamo raccolto, avevamo persino dei comandanti a disposizione.』

Riportando il mio sguardo su Fredricks, si era alzato dal suo posto.

『Mi preparo. Di’ alla tua Casata che ne manderò mille. Ma lasciare il territorio per periodi prolungati è una follia. Il nostro soggiorno sarà breve.』

La donna sembrava un po’ sorpresa, ma annuì alcune volte.

“Questo è sorprendente. Pensavo che li avresti trattati con più freddezza.”

La Quinta mi fissò.

『In quel momento, ero un po’ pentito. Ma avevo già accolto delle amanti, e pensi che potessi credere di poter fermare la mia vendetta in quel momento? Mi sentivo responsabile di averle accolte, tanto per cominciare. Volevo rispondere ai loro desideri in modo plausibile.』

Scoprii che era sorprendentemente fedele a sua moglie e alle sue amanti. O meglio, avrebbe dovuto davvero insegnare questa fedeltà alla Sesta.

La Quinta fece un sospiro.

『… Quando si hanno più di trenta bambini, trattarli tutti allo stesso modo è impossibile. Così mi impegnai molto per queste ragazze che si occupavano di tutti i bambini. Avevano adempiuto al loro ruolo, eppure cominciarono a lavorare per la Casata, e ci aiutarono persino a salire di status. Così, come minimo, pensai che avrei potuto fare in modo che i miei figli non dovessero attraversare i miei stessi ricordi.』

Gli stessi ricordi significavano che voleva rompere la situazione in cui eravamo circondati solo da nemici. Alle casate vassalle, mandare figli e figlie che portavano il sangue della vera nobiltà era per aumentare gli alleati.

E così l’insoddisfazione non era rivolta a Fiennes… la Sesta, la Quinta si astenne completamente dal farsi coinvolgere dai suoi figli, sembra.

『Anche io avrei preferito una sola moglie. Mi avrebbe sostenuto. Avere un maschio e poi dei figli dopo. Pensai più volte di fermarmi lungo la strada… ma avevo paura che Fiennes finisse nel mio stesso ambiente. Ne avevo… paura.』

Mentre lo diceva, abbassò lo sguardo.

『Non pensai ad altro che a usare i miei figli nella mia vendetta. E adesso, pensai? I miei genitori piangevano quando mi guardavano. Era doloroso. Veramente doloroso. Che la mamma piangesse per uno come me. Ma non avevo idea di cosa avrei potuto fare.』

Muovendosi con la vendetta nel cuore, quando se ne accorse, non riuscì a fermarsi. Quando ascoltai le pesanti storie della Quinta, cominciai a pensare a ciò che avrei fatto lì. Credi che fosse giusto andarci piano e costruire gradualmente le fondamenta della zona?

Se tutte le ragazze fossero state uccise, avrei pensato di vendicarmi lucidamente come la Quinta? Forse avrei scelto i combattimenti in giro e avrei esaurito il mio territorio.

Milleia-san aveva notato il sentimento della Quinta? È per questo che… dopo aver pensato così tanto, la scena circostante cambiò.

L’espressione addolorata della Quinta cambiò completamente e cominciò a farsi prendere dal panico.

『L-Lyle! Lascia subito questa stanza!』

“Eh? Ma un qualche tipo di ricordo si sta…!!”

La scena cambiò, e quando il colore ritorno al grigio, la moglie legale stava parlando con Fredricks nel corridoio.

『Fredricks, sarà un problema se prendi qualcosa di così costoso. Quante figlie pensi di avere? Metti in scena uno spettacolo per un matrimonio, e se una differenza di trattamento viene con i matrimoni delle altre figlie a venire, la loro insoddisfazione sarà…』

Per quanto riguarda il mercante che aveva fatto un salto al maniero, la Quinta ignorò l’opinione della donna.

『Fai un set completo con quello. Preparerò il denaro in oro. Chiedi a lei e a sua figlia i dettagli.』

Tra il numero di campioni che aveva portato, il mercante sembrava felice quando il più costoso fu selezionato. Inoltre, un pagamento immediato in oro moltiplicò ulteriormente la sua gioia.

『Parlerò subito con gli artigiani. Se avete qualche desiderio riguardo al design, allora dite qualsiasi cosa. E mia signora, ho portato un bel po’ di campioni, volete esaminarli?』

Quando Fredricks cercò immediatamente di lasciare il posto, la donna gli afferrò il braccio.

『Fredricks, in qualunque modo la si guardi, è troppo costosa. Il nostro reddito non è il problema, ma con così tanti beni, il prezzo sarà…』

『Va bene. Nessun problema. Userò semplicemente quello che ho a portata di mano.』

『A portata di mano, aspetta… intendi.』

La donna sospirò. Fredricks si voltò, con un’espressione un po’ imbarazzata sul viso.

『V-Voglio almeno mettere i soldi per prepararli a diventare indipendenti. Sicuramente non puoi dire loro che li ho preparati. L’hai capito, assolutamente!』

La donna guardò con stanchezza mentre Fredricks se ne andava come se stesse scappando. Ma sembrava solo un po’ felice. E al mercante.

『Dimenticherai tutto quello che mio marito ha appena detto. Capito?』

『S-Sììììììì!!』

Al luccichio acuto nei suoi occhi, il mercante annuì con forza sorprendente un certo numero di volte.

La donna sospirò e abbassò lo sguardo mentre sorrideva un po’.

『Santo cielo, potrebbe semplicemente rallegrarsi onestamente. È perché è così goffo che…』

Una volta che Fredricks era completamente scomparso dalla scena, l’ambiente circostante divenne grigio. Rivolsi lo sguardo verso la Quinta, e lui si stava nascondendo il viso con entrambe le mani.

“Cosa, quindi hai fatto delle cose per loro, vero?”

『… Armi e cavalli per i ragazzi. Corredo per le ragazze. È importante, dannazione. E sai, non stai dimenticando che Novem ha venduto la propria dote all’inizio per mettere in ordine le tue cose? Sono sicuro di essere un fallimento come genitore della sposa, ma persino io sono stato preso alla sprovvista da quello.』

Alle parole della Quinta, lasciai vagare i miei occhi.

“H-Ho giurato che un giorno glielo avrei recuperato… ma ‘ora è un momento importante’ continua a dire, e non lo accetta da me al momento, quindi…”

For some reason, the air between us grew dubious.

『… Allora, cosa farai?』

“Riguardo cosa?”

Quando inclinai la testa, la Quinta si coprì il viso con la mano destra. E mi parlò.

『Ti sto chiedendo chi farai diventare moglie legale! Ascolta, in questo mondo l’uguaglianza è un sogno nel sogno. È naturale che ci sia un numero uno. Sceglierai Novem, Aria o Miranda? Quelle che si sono aggregate fin dall’inizio? O quelle con un potere considerevole come Elza o Gracia? Lo dico solo, ma se scegli in base al potere nazionale, Ludmilla è tutto quello che hai.』

“… Um, non ho sentito il nome di Clara in questo.”

『Idiota! Clara non è una nobile! E pensi che possa prendere il comando di quei membri? Anche Shannon è fuori. Creerà discordia tra lei e Miranda. Eva e May sono fuori questione. Vera sarà difficile con la sua posizione di figlia di un mercante. Non si tratta solo di queste ragazze. Le Casate che ti sostengono, e i paesi! Non ci sei solo tu!』

Sentendo la parte che avevo lasciato vaga, mi sentii turbato. Chi avrei fatto diventare la moglie legale?

Ad essere completamente onesti, se fosse per il potere, allora Ludmilla-san. Ma se lo facessi, ebbi la sensazione che anche dopo la guerra, ci sarebbero state molte più lotte da seguire.

“Ehi, non possiamo discutere su chi è la migliore nel Gioiello?”

Quando ci scherzai sopra, la Quinta si arrabbiò seriamente.

『Non c’è alcuna possibilità che questo vada bene! Non stai giocando all’harem qui, maledetto idiota!』

… La sala della tavola rotonda.

Milleia sbirciava dall’esterno nella stanza dei ricordi.

『Santo cielo, sia la Quinta che Lyle non sono buoni.』

Il Settimo si portò una mano al mento, mentre guardava incuriosito la Quinta.

『Quindi non era un uomo così freddo come viene fatto passare sulla bocca di tutti. Capisco, quindi è per questo che la Sesta lo seguì.』

La Terza scosse la testa di lato.

『Santo cielo. La responsabilità mia e di Max deve essere stata pesante. Se almeno avesse avuto un fratellino o due, forse sarebbe stato diverso.』

Vedendo la Quinta impegnarsi al massimo per insegnare a Lyle gli harem, Milleia si mise a ridere e spense l’immagine.

『Quando tutto è detto e fatto, puoi dire quello che vuoi. Poiché è impossibile cambiare il passato, può solo fare del suo meglio per ora. Dunque, mi sono data da fare per far trapelare i ricordi della Quinta, ma i loro discorsi sono andati in una strana direzione.』

Sembra che sia stata colpa sua se i ricordi della Quinta furono trasmessi arbitrariamente. E i tre sembravano divertirsi.

『Non vedo l’ora di vedere chi sposerà! Per me, immagino che sia ancora Novem-chan dopotutto? Voglio dire, ha persino venduto la sua dote per fare soldi per lui!』

『No, no, no, non puoi sottovalutare il potere di un grande paese. Ludmilla è la scelta sicura.』

『Di cosa state parlando? Miranda è l’alfa e l’omega. La mia pro-pronipote, per la miseria. Chiunque altro è fuori questione.』

I tre si addentrarono poi in alcune previsioni. E la Terza si mise a ridere un po’ tristemente.

『… Beh, non è che saremo lì per vederlo fino alla fine, quindi mi piacerebbe molto che Lyle ci dicesse la sua decisione da solo. Ma con lui così, sembra che sarà difficile.』

Pensando alla fine dei loro ruoli, non sarebbero stati in grado di vedere la conclusione di tutto questo. Mentre la Terza mormorava questo, anche la Settima e Milleia annuirono un po’ tristemente…

Precedente | Indice | Prossimo

Lascia un commento

error: Content is protected !!