251 Madre

Precedente | Indice | Prossimo

Lasciando la città per la foresta, facemmo trasformare Porter e sollevare la parte superiore del corpo.

Coprendolo con un panno e mettendoci sopra una rete, abbiamo usato fango e rami per sistemare il suo aspetto esteriore. La sua testa era più vicina al suo lato sinistro, così provammo ad attaccare un’altra testa per l’equilibrio, e divenne veramente qualcosa di sinistro.

Con l’inutile Monica che ne dirigeva l’aspetto, e Clara- la quale era diventata ancora più brava di me ad operare- al posto di guida, avevamo messo insieme un mostro in pochissimo tempo.

Vedendo Porter alzare entrambe le braccia, io, Aria e Shannon applaudimmo. Shannon probabilmente lesse solo l’umore e applaudì, e per essere più precisi, poté solo vedere che avevamo coperto Porter con qualcosa.

Monica mise via i suoi attrezzi nello spazio tra la gonna e il grembiule, sporgendo il petto.

“Ma guarda un po’! Non importa come lo guardi, assomiglia a quelle strane forme di vita che chiamate mostri. No, è più perfetto di qualsiasi di quelle bestie umili!”

Aria smette di applaudire.

“E quindi? Attaccheremo le forze di Centralle usando questa strada, e salveremo la famiglia del Margravio, giusto? E poi?”

Aria sottolineò la parola salvare. È vero che suonava più decente che usare parole come rapire o sequestrare. Anche se avremmo fatto la stessa cosa.

Spazzai via lo sporco che si era attaccato ai miei vestiti durante il lavoro.

“Le mie scuse, ma li useremo come pezzi di negoziazione. Li manderemo subito a Faunbeux.”

Shannon inclinò la testa.

“E la negoziazione con il Margravio?”

Guardai un Porter… versione mostro, prima di rivolgere un sorriso a Shannon.

“Certo che lo faremo. Ma a condizioni favorevoli. Abbiamo anche bisogno di parlare con Faunbeux, quindi per il momento li lascerò a disposizione.”

Per ottenere la collaborazione di Faunbeux, avremmo dovuto preparare dei meriti per l’altra parte. E potevo anticipare ciò che avrebbero chiesto, in una certa misura.

Pensai che questo piano avrebbe richiesto più tempo per adattarsi, ma avevo raccolto informazioni circostanti, così fui in grado di finalizzare la nostra politica.

Aria esitò un po’.

“Non dovresti restituire gli ostaggi al Margravio fin dall’inizio per dimostrare la tua sincerità? Da lì, ottenere la sua cooperazione non è…”

Scossi la testa.

“Mi dispiace, ma il Margravio dovrà scendere a compromessi. Altrimenti Faunbeux non si muoverà. E le terre che il Margravio gli ha tolto… perché non le restituiamo?”

Ciò che Faunbeux desiderava… doveva essere il loro terreno strappato dalla Casata dei Walt.

All’interno del Gioiello. La Settima parlò con entusiasmo.

『I Signori Feudali sono forme di vita che non sopportano che il loro territorio venga strappato via. Ci sono momenti in cui acconsentono e lo consegnano. E altre volte lo dividono tra i parenti… ma quelli che possono ridere di ciò che viene rubato sono dei falliti come signori. Non c’è alcun valore nel prendere questa gente dalla nostra parte.』

Milleia-san prese in mano le spiegazioni.

『È proprio per questo che ci sono gli ostaggi. Negoziare con Faunbeux, e anche con il Margravio. Non posso pensare che si farà obbediente, ma l’affetto familiare prenderà posto al tavolo delle trattative. Se tutto va bene, potremo lasciarlo alla guida dell’invasione di Faunbeux, quindi dovremmo davvero ottenere la collaborazione del Margravio.』

Clara mi guardò, mentre si tirava su gli occhiali.

“Um… Lyle-san? In questo caso, il Margravio non ci aiuterà, vero? La sua terra rubata, e la sua famiglia tenuta in ostaggio, lascerai un’impressione troppo brutta. C’è troppo poco per lui, tanto per cominciare.”

Risi.

“Non c’è problema. Preparerò qualcosa che gli piacerà da morire.”

La Terza parlò con un tono pieno di implicazioni.

『Non è che abbia detto che porterà via solo la terra. La prepareremo adeguatamente. Adeguatamente.』

Dopo che i preparativi furono in ordine, mi stiracchiai.

“Dunque, è stata avvistata una squadra che sta venendo a prendere gli ostaggi, che ne dite di aspettare?”

Un messaggero era già corso avanti per informare il Margravio dell’arrivo dell’unità. In termini di tempo, avremmo attaccato qualche giorno dopo.

“… La nostra priorità numero uno è mettere al sicuro gli ostaggi. Poi viene la sconfitta del comandante nemico. Clara, lo lascio a te.”

Clara annuì.

“Dopotutto, è vitale per ridurre il potenziale di guerra del nemico.”

Non era necessario annientarli. No, mentre lo facevamo, sarebbe stato terribile se fossero arrivati i rinforzi del Margravio. Se riuscissimo a far fuori di preferenza il comandante, sarebbe un grande successo.

E ci nascondemmo fino all’arrivo dell’attacco.

Qualche giorno dopo.

Dopo aver ricevuto gli ostaggi, la forza di Centralle tornò indietro usando una strada che entrava e usciva dalla foresta.

Avevano trascorso una notte nel suo castello e si erano messi subito in cammino.

Prima di imbarcarmi su Porter, presi Clara e la condussi in un posto separato dagli altri compagni.

“… È un po’ come se, quando sto tranquillamente usando la mia Abilità in questo modo, diventassi improvvisamente imbarazzato. È molto più facile quando c’è qualche motivo per cui dobbiamo affrettarci.”

Afferrai le spalle di Clara con le mani e la spinsi contro un albero. Quando abbassai lo sguardo e ripresi fiato, Clara sorrise.

“A pensarci bene, sei diventato capace di baciare facilmente ogni volta che c’è una ragione per farlo. Dal tuo punto di vista, ci baci solo perché c’è un bisogno?”

Se avevamo fretta, non c’era problema, ma se c’era abbastanza tempo, non potevo fare a meno di esitare. No, era necessario ora, quindi dovevamo davvero sbrigarci, ma avevamo ancora del tempo a disposizione.

“Quando siamo di fretta, non ho il tempo di pensare, quindi… quando posso fermarmi a riflettere, inizio a pensare a questo e a quello…”

Lì, Clara si avvicinò a me, mi prese il viso con entrambe le mani e mi baciò. Nella mia sorpresa, avevo notato che si era tolta gli occhiali e aveva chiuso gli occhi.

Dopo un po’, separò la bocca e riapplicò gli occhiali con entrambe le mani.

“… Siamo stati collegati. Posso vedere la mappa e i movimenti delle truppe. Le loro risposte sono gialle, ma… quelli che dobbiamo salvare sono al centro. Vado a prepararmi.”

Recuperando il bastone che aveva appoggiato a un albero, Clara si allontanò. Mi toccai le labbra e la seguii.

“Clara.”

Quando si voltò, il suo viso era solo un po’ rosso.

“Cosa c’è, Lyle-san?”

Dopo averci pensato un po’, scossi la testa, dissi che era ‘niente’ e andai verso Porter accanto a lei.

All’interno del vassoio di carico di Porter.

Dopo aver fissato i nostri corpi con le cinture alle parole di Monica, iniziammo il nostro attacco alla spedizione da Centralle.

Dal loro punto di vista, era come se fossero improvvisamente assaliti da una variante di mostro che non avevano mai visto prima.

Chiudendo gli occhi, potevo vedere le scene che vedeva Clara.

Usando le braccia di Porter, scagliò via un singolo cavaliere in preda al panico. Veramente scagliato, il cavaliere volò via dal suo cavallo, e dopo aver colpito il suolo, aveva smesso di muoversi.

Shannon, nell’ondeggiante Porter.

“Aspetta! Sul serio, aspetta! Vomiterò! Lo farò davvero!”

Monica la fece mordere in un panno.

“Ti morderai la lingua così. E va bene se vomiti. Sembra che tu stia per dimenticarlo, quindi lo butto via, ma io, Monica, sono una cameriera.”

E allora, se sei una cameriera? Volevo dire, ma in questo veicolo ondeggiante, era meglio non aprire la bocca con noncuranza.

Clara manovrò abilmente Porter, facendogli fare una sola rotazione vicino al centro del gruppo.

Dalle due braccia estese verso l’esterno, i soldati circostanti furono spazzati via.

Uno dei cavalieri a cavallo si mosse per usare la magia, così dall’interno del vassoio di carico, toccai il muro e usai la magia.

“Magic Shield.”

Grazie allo scudo magico proiettato per bloccare il colpo del cavaliere, Porter ne uscì illeso. Forse pensava che si trattasse di un mostro con resistenza alla magia, visto che si affrettò a gridare ai soldati circostanti di prendere in mano le loro armi.

Ma i soldati di Centralle esitarono ad affrontare un mostro che non avevano mai visto o sentito prima. Avevo sentito dire che erano un esercito che non temeva nemmeno la morte, ma sembra che forse non tutti i soldati erano presi in tale stato.

Lo spirito dei cavalieri, tuttavia, era alto.

Quando uno impugnò le armi e cercò di tagliare, Clara colpì con il braccio di Porter contro di lui. Era una specie di schiaffo, ma a quella scala, non era qualcosa che poteva essere sopportato.

Colpito in aria, e rotolando nell’aria, lasciato in uno stato piegato in modi in cui i corpi non dovrebbero essere piegati, il cavaliere smise di muoversi.

Dopo che non riuscì a confermare la presenza di cavalieri, Clara andò immediatamente a recuperare la carrozza.

I soldati crearono un percorso ogni volta che Porter si muoveva. E una carrozza vistosamente stravagante…

“… Clara, non è questo. Le persone che viaggiano non sono una donna e un bambino!”

Quando Clara afferrò la carrozza e la sollevò, due cavalieri caddero dall’interno. Si erano tolti l’armatura, e bevande e cibo erano caduti accanto a loro. Quando i due toccarono terra, si guardarono intorno in preda al panico quando ci videro.

Sul sedere, guardavano Porter con occhi di paura.

“È il carro! Il carro uno dietro! Prima, occupati…”

Occupati di questi due e salva gli ostaggi. Quando stavo per impartire questi ordini, la Terza intervenne.

『Lyle, lascia stare quei due. Questo è più conveniente. Qualcuno deve assumersi la responsabilità di questo casino. E lascia correre i cavalli. Guadagnerà un po’ di tempo.』

Credendo nel giudizio della Terza, diedi ordini.

『Clara, libera i cavalli! E una volta recuperato il carro, ci ritiriamo!』

Clara recuperò il carro con entrambe le mani di Porter, e si mise subito in fuga dall’unità. Non sembrava che ci seguissero, così mettemmo Porter su un sentiero a destra del territorio del Margravio di Resno verso Faunbeux.

Naturalmente, senza usare le strade.

“Continuerà a tremare per un po’.”

Aria sembrava sollevata che il tremolio della battaglia fosse finito.

“Ma non oscillerà più come prima. Cosa più importante…”

Aria girò gli occhi verso Shannon. Con il viso pallido, mordendo uno straccio, Shannon sembrava che dovesse vomitare da un momento all’altro. Monica le porse una borsa.

“Per favore, sputaci dentro. Va bene se si rovescia sul pavimento, ma se si rovescia sul mio pollo, non te la caverai facilmente. Beh… mi piacerebbe anche pulire un pollo sporco.”

La guardai.

“Penso che dovresti imparare un po’ più di prudenza.”

… Il castello del Margravio di Resno era agitato.

L’unità di Centralle che tornò in cerca di aiuto.

Tornando alla scena, sembrava che la carrozza con lo Stemma di Casata dei Resno fosse stata sbattuta a terra. Era a brandelli.

I cavalieri avevano immediatamente perlustrato la zona, ma poiché i soldati che erano andati a prendere i rinforzi non avevano cavalli, il messaggio arrivò in ritardo.

Quando gli uomini del Margravio stavano indagando, era passato molto tempo.

Davanti ai responsabili… i due cavalieri sopravvissuti, Varius rivolse uno sguardo pieno di rabbia.

“Bastardi… siete tornati da me senza proteggere coloro che eravate incaricati di proteggere!? Dopo esservi comportati così bene, avete lasciato che la mia preziosa famiglia fosse portata via dai mostri!?”

Entrambi i cavalieri vantavano corpi non allenati. Uno si era lasciato espandere tanto che sembrava che i suoi vestiti potessero scoppiare. L’altro era invece snello. Decisamente troppo esile. I due uomini non addestrati erano diventati cavalieri solo per lo status delle loro casate.

“E-Ecco!”

“Margravio! Se ci metti le mani addosso, Centralle…! C-Celes-sama non starà tranquilla!”

Sentendo quelle parole, Varius tenne giù il braccio destro che stava cercando di tirare la sua spada. Guardò i due cavalieri con occhi pieni di malizia.

“Due cavalieri che hanno fallito le loro missioni… Spero che Celes-sama trovi la forza di fregarsene!”

Lasciando trapelare un po’ di sarcasmo, Varius ordinò ai suoi uomini di continuare a cercare.

“Trovateli a tutti i costi! 【Parselena】 e 【Blaeubeigh】… a qualunque costo, mio nipote…”

Vedendo l’impazienza di Varius, gli uomini si affrettarono a formare un ulteriore gruppo di ricerca…

Faunbeux.

Dopo aver lasciato in fretta il territorio di Resno, guardammo il bambino che riposava sulle ginocchia di un altro nel vassoio di carico.

Con i capelli castani e gli occhi verdi, il ragazzo che aveva preso da sua madre dormiva profondamente. Colei che prestava il suo grembo come cuscino era la madre 【Parselena】… una donna con i capelli lunghi e lisci, e anche gli occhi verdi. Sembra che avesse ancora circa vent’anni, ma poteva passare per meno.

Ignorando strade e simili per entrare a Faunbeux, forzammo Porter attraverso un largo fiume per entrare nel paese.

Durante il viaggio, eravamo riusciti in qualche modo a convincere i due, ma erano ancora diffidenti. Parselena-san era esausta, ma non riusciva a mettersi a dormire davanti a noi.

Feci un sospiro.

“Se non ti riposi, sarà veleno per il tuo corpo. Anche se non è così, questa tua tensione non ti sta consumando?”

Parselena-san ringraziò per la mia proposta.

“Grazie. Ma non mi fido del tuo gruppo. È vero che ci avete salvato da quell’unità di Centralle, ma con questo, avete portato guai alla Casata dei Resno. Per essere schietti, non erano affari vostri.”

All’interno del gioiello, Milleia-san rise.

『Abbastanza giusto, abbastanza giusto. Niente da dire in proposito.』

Misi in bocca una frase che avevo detto più volte.

“Non vogliamo farvi del male. E credo che il Margravio Resno sarà al sicuro. Perché voi due non siete da nessuna parte vicino a lui.”

La Terza parlò allegramente.

『Sono sicuro che in questo momento sta scrivendo una lettera di reclamo a Centralle. Anche Centralle ha affrontato qualche perdita dalla sua parte, quindi sono sicuro che non farà nessuna mossa sbagliata. Beh, anche se lo facessero, questo sarebbe di per sé una lacuna da attaccare.』

La Settima era della stessa opinione.

『Se si oppongono al Margravio, sarà molto più facile prenderlo. Normalmente, entrambe le parti dovrebbero scendere a compromessi, ma in questa situazione… e dipende anche da cosa decide Celes.』

Parselena-san mi guardò, afferrando le spalle di 【Blaeubeigh】 come per proteggerlo.

“È così… non ci verrà fatto del male, dici. Avete intenzione di chiedere un riscatto o qualcosa del genere alla Casata dei Resno? Vi consiglierei di astenervi. È una Casata Margravio incaricata della difesa della frontiera. Non è così gentile come voi tutti sembrate pensare.”

Emanava un’aria calma, ma la sua espressione era l’epitome della severità. Sono sicuro che aveva molto stress in questi improvvisi cambiamenti di situazione. Stava sopportando abbastanza bene.

La Quinta, tranquillamente.

『Le madri sono forti, lo dimostra.』

Forse l’immagine si sovrappose a quella di lui e della sua stessa madre. Parlai con Monica.

“Una coperta e una bevanda… prepara una tisana, e qualcosa di facile da mangiare. Dirò a Clara di abbassare la velocità.”

Dopo che Monica annuì e si mise a prepararlo, Aria che assisteva una Shannon caduta mi chiese.

“Sei sicuro? Non abbiamo tempo da perdere?”

Annuii e parlai a bassa voce.

“Meglio che crollare. Ed è un po’ difficile per gli occhi.”

Dicendo questo, mi diressi verso il fronte dove Clara era posizionata.

Precedente | Indice | Prossimo

Lascia un commento

error: Content is protected !!