250 Varius

Precedente | Indice | Prossimo

… Varius sedeva piegato sulla sedia del suo ufficio nel castello.

Dalle voci che si diffondevano in città, gli ostaggi diretti a Centralle non erano rimasti illesi. Tali informazioni erano arrivate anche alla popolazione, e conoscendo la sua rete di informazioni, sapeva che non ne sarebbe venuto fuori niente di buono. Così Varius si sentì con le spalle al muro.

All’interno della stanza si trovava il suo cavaliere servitore.

“Varius-sama, non possiamo più negare le richieste di Centralle. Se continuate a rimandare, la capitale manderà le guardie reali. Se si arriva a questo…”

Alle parole del cavaliere, Varius abbassò il pugno sul tavolo. Poco dopo, aprì la bocca.

“Lo so. Ma pensando a mio nipote e mia nuora, mandarli a Centralle è come mandarli all’inferno. Mio figlio è nella gabbia di Celes. Un altro è…”

Il cavaliere capì il suo sentimento. Così mise in bocca il secondo e il terzo figlio, i quali si erano sposati con altre casate.

“Vogliamo richiamare i ragazzi che avete mandato a sposare?”

Varius scosse la testa.

“Come se potessi farlo. Se lo facessi, dovrei fare un processo e prendere il loro secondo o terzo figlio come erede. Se agissi con troppa forza dopo averli sposati, diventerebbe un inferno.”

I suoi figli erano stati sposati in casate di status inferiore, ma anche così, se avesse usato il suo potere per richiamarli, ne sarebbero usciti dei problemi. Per di più, il suo figlio maggiore era vivo. Aveva anche un nipote. Ufficialmente, non c’era motivo di richiamarli.

Il cavaliere parlò con un’espressione risoluta.

“Li proteggerete anche se questo significasse una guerra?”

Varius non riusciva a prendere una decisione. Amava suo nipote. Suo figlio era già schiavo di Celes. Come minimo, voleva proteggere suo nipote.

Tuttavia…

“Solo per il bene di mio nipote, non posso sacrificare il territorio. Ma, solo un po’ più a lungo… ti prego.”

Sentendo la conclusione di Varius, il cavaliere annuì.

“Aspettiamo l’arrivo della guardia reale. Con la tensione che c’è nella nostra situazione, non potremmo risparmiare forze, dite loro qualcosa del genere.”

Alle parole del cavaliere, Varius annuì impotente…

All’interno del Gioiello.

Circondando la tavola rotonda, ascoltammo l’opinione della Settima.

『Conosco Varius-kun. Me lo ricordo. Era in piedi accanto al precedente Margravio di Resno. Non ho mai parlato con lui prima, però.』

Indagando intorno al Margravio Varius e facendo trapelare delle voci, impiegammo alcuni giorni. In quel periodo, la Settima ricordò qualcosa, ma non sembra che conoscesse l’uomo in questione.

La Terza sembrava annoiata.

『Conosci qualche storia imbarazzante sulla sua giovinezza? Hai ridato al Margravio di Resno il suo territorio, vero?』

La Settima scosse la testa.

『L’ho riconquistata, o meglio, erano terreni sparsi, per cui la Casata dei Walt non era in grado di gestirli. Li ho riconsegnati. Tuttavia, ho fatto in modo che la demarcazione delle altre contese procedesse favorevolmente.』

Nell’Era della Settima, la posizione della Casata dei Walt era quella di consigliere del trono. Era la prova di quanto fosse cresciuto il potere della Casata. Ma a causa di ciò, avevano dei problemi che gli erano stati imposti.

La Quinta sospirò.

『Certo che lavori duramente quando c’è così poco da guadagnare. Se fossi io, non vorrei essere coinvolto.』

LA Settima sembrava essere della stessa opinione, ma c’era un po’ di movimento per la Casats dei Walt dell’epoca.

『Persino io, in generale, lo odiavo. L’unico accusato di tutto ciò era la Casata dei Walt. Ma è vero che all’epoca volevo una nuova svolta. Ho preso in consegna un bel po’ di brutte voci dalla Sesta, quindi la posizione del capo era dubbia.』

Milleia-san si portò una mano al viso e inclinò un po’ la testa.

『A proposito del Margravio di Resno. La generazione precedente era piuttosto incompetente… o anche se non era così, non era eccessivamente abile, a dir poco. I mezzi di suo figlio, da ciò che posso vedere del territorio, non sono male.』

La città e i villaggi circostanti… da ciò che vidi, poteva essere definito un signore benevolo verso il popolo. Per proteggere la frontiera con Faunbeux, era chiaro che ci metteva del suo.

Misi insieme le voci che avevo raccolto oggi.

“Secondo le voci, è tenero con suo nipote, e anche suo nipote è abile. Dando la ragione che era troppo occupato a preparare il confine, ha detto che non poteva risparmiare uomini per mandare gli ostaggi, sembra. Ma non ha dichiarato esplicitamente che non li manderà.”

La Quinta batté leggermente il dito sul tavolo con un ritmo fisso.

『… Vuol dire che ha intenzione di mandarli? O si opporrà fino alla fine… un Margravio da solo non combatterà contro Bahnseim. Anche se si schiera con Faunbeux, questa zona era un’importante terra di Faunbeux, tanto per cominciare. Glielo porteranno via e la faranno finita, o forse lo useranno e lo faranno schiacciare nella guerra contro Bahnseim.』

La Terza sembrò interessata. Piegò le mani sul suo grembo e sorrise.

『Bene. Un figlio a Centralle. Gli altri due si sono sposati e lui non può mettere facilmente le mani su di loro. Non vuole separarsi dal suo prezioso nipote, è quello che sento.』

La Settima, con piacere.

『Ho acquisito un’impressione favorevole su Varius-kun. Cerchiamo di rallentare un po’ le trattative.』

Coprii la bocca con una mano e pensai a ciò che sarebbe successo.

“Passeremo un po’ di tempo davanti a Faunbeux. È vero che sono alla frontiera, quindi potremo sentire anche le voci su Faunbeux, ma… dovremmo aspettare l’arrivo della guardia reale? È pensabile che il Margravio possa preparare le proprie guardie per mandarle a Centralle.”

La Terza chiuse gli occhi.

『Se si tratta di questo, per quanto pietosi possano essere, dovrai ferirne qualcuno. Fai attenzione a non ucciderli. È il tuo importante partner nelle trattative. Non c’è niente da perdere nell’evitare di farlo arrabbiare.』

Dopotutto li stavamo attaccando.

Presi la mia decisione e pensai a un piano per fare meno vittime possibili.

… Su un altro fronte.

L’unità di Adele ha portato con sé il Baronetto per dirigersi a est.

Anche l’avversario di questa volta era di status di baronetto, e stava facendo un’espressione combattuta.

Nella sua tenuta, furono circondati dai suoi soldati durante le trattative.

Adele era turbata dalle sue richieste.

“Un aumento di grado solo per aver collaborato? Le mie scuse, ma con le dimensioni del vostro territorio, è mia convinzione che le status di Berone sarebbe impossibile. Portare quel grado di responsabilità non è proprio…”

Alle parole di Adele, si pizzicò la barba orgogliosa con la punta delle dita per rimetterla insieme.

“Se devo collaborare con la vostra causa, posso mettere in campo trecento soldati. È insufficiente? E se questo è il problema, mi basta ricevere un territorio abbastanza grande per adempiere ai miei obblighi. Non preoccuparti, farò qualcosa delle Casate di Classe Cavaliere nei dintorni. Se preparerete un livello di ricompensa per loro.”

Adele fissò il buon Baronetto seduto accanto a lei. Il Baronetto fece una faccia ‘da non è un mio problema’. Ma non poteva rimanere in silenzio.

“Non stai mordendo troppo senza nessun risultato che lo sostenga? Se vuoi un territorio di Scala Barone, dovrai mantenere almeno il doppio delle tue terre attuali.”

L’altra parte fece una risata imperterrita.

“Allora accetterò un cambio di territorio. Bene… vorrei un territorio vicino a Centralle. Mi sono stancato di questi bastoni dell’estremo oriente.”

Adele aveva un po’ voglia di prenderlo a schiaffi, ma se questa Casata Baronetto era una rottura, anche le Casate Cavaliere intorno a lui erano una rottura. Con una scala da insediamento a villaggio, c’erano varie Casate Cavaliere a Bahnseim.

Tutti avevano esigenze diverse, e molti erano insoddisfatti della sola pace dei loro territori. Come aveva detto Lyle, senza qualcuno più grande che li mettesse in ordine, sarebbe stato difficile, aveva cominciato a credere.

Adele guardò il suo interlocutore.

“Se diamo un trattamento preferenziale a uno, gli altri cercheranno lo stesso livello di rendimento. Non posso approvarlo.”

Fece un’espressione rilassata.

“Allora farò trapelare le vostre informazioni a Centralle. Che il gruppo di Lyle Walt si sta muovendo in segreto.”

Adele lo fulminò con lo sguardo, ma forse lui la vedeva solo come una bambina, perché la sua espressione non si sgretolò.

Tuttavia, il Baronetto accanto ad Adele abbassò la voce.

“Questo significherebbe fare di me un nemico, e degli altri che hanno già promesso la nostra collaborazione? Mi sembra un po’ difficile. Dovrò tornare e preparare subito delle contromisure.”

L’espressione del loro nemico divenne cupa. La stessa posizione del Baronetto. Parlando in scala, non c’era molta differenza di potere. Farsi nemici anche i signori circostanti, tuttavia, era doloroso.

“… C’è una terra contesa con il signore vicino. Quella terra ci appartiene da tempi immemorabili. Se collaborerete a riprenderla, io collaborerò alla vostra causa.”

Vedendolo piegarsi improvvisamente in quel modo, Adele si rese conto che lui aveva ancora una richiesta piuttosto grande. Non le piaceva molto questo tipo di trattative.

“E quel signore vicino sarebbe?”

“Un Barone. Non temere, se ti schieri dalla nostra parte, non è che un nemico facile. E potresti inviare almeno cinquecento soldati?”

Alla sua richiesta, la testa di Adele cominciò a far male.

(Questo è… proprio come ha detto Lyle-san. Se non li abbattiamo dall’alto, non saremo in grado di gestirli.)

Aveva preso alla leggera i piccoli signori, ma qui, stava affrontando una grave perdita di tempo…

… C’era una squadra inviata da Centralle.

Guidati dai cavalieri della guardia reale di Celes, trecento soldati dell’esercito stanziate della capitale.

La ragione della loro partenza verso la terra del Margravio di Resno era perché non avrebbe mandato un ostaggio a Centralle, non importa quanto tempo fosse passato.

L’unità che lasciava il castello fu spiata da una certa Celes, che si muoveva lungo il corridoio, a cavallo di una donna. Si alzò in piedi sulla schiena di quella donna, per guardare il gruppo che si avviava.

“Eh~? Ho detto loro di inviare un’unità da qualche parte?”

La donna sembrava soffrire, e non mostrava alcuna adorazione per Celes. Era proprio questo il motivo per cui stava ricevendo un trattamento così terribile.

Vestiti a brandelli e un collare, veniva trattata come se fosse un cane. La ragione era semplice… non si piegava a Celes.

Per Celes, persone del genere erano semplicemente giocattoli interessanti. Semplicemente adorava i ribelli e giocava con loro con grande piacere.

Lì vicino, il capitano della guardia reale, 【Breid Vamper】 rispose al suo sorriso.

“Celes-sama, quella è un’unità che parte per il Margravio di Resno, che non vuole inviare un ostaggio. Uno sciocco signore feudale di frontiera, che non obbedisce alla tua volontà.”

Celes fece un sorriso incuriosito, mentre si leccava le labbra.

“Ahah, ora che ci penso, gli ho chiesto di prendere degli ostaggi. Oh Rufus, quindi l’ha fatto davvero con tanta serietà. Mi era completamente sfuggito.”

Indossando un frac, e con i capelli rossi, il maggiordomo… automa parlò con indifferenza.

“Ma quella donna che stai trattando come un cavallo è stata mandata proprio come uno di quegli ostaggi. Con questo quanti sono? Dovresti davvero sistemare questa abitudine di perdere interesse in poco tempo e romperli.”

La ragazza che camminava dietro Celes… trascinando i suoi lunghi capelli neri mentre camminava, le persone circostanti facevano attenzione a non calpestarli.

Celes guardò 【Rumel】 e sorrise.

“Va bene così. Rumel pulisce come si deve. Giusto, Rumel?”

La ragazza chiamata Rumel aprì la sua piccola bocca. Ma quella bocca si espanse gradualmente, mentre mostrava zanne affilate e una grande lingua per avvalorare l’opinione di Celes.

“Sei adorabile, Rumel. Quando ti sei opposta a me e ti ho uccisa, ho pensato che non fossi altro che uno stupido qilin, ma una volta resuscitata, sei diventata così onesta e carina. Ma mi dispiace di non aver potuto usare l’Abilità abbastanza bene per darti molto in termini di linguaggio.”

Rumel… la bestia divina che un tempo aveva incontrato Celes e combattuto… la ragazza qilin fu resuscitata da un guscio per essere la marionetta di Celes.

Celes piantò il suo piede nella donna impaurita.

“Se ne hai avuto abbastanza, dillo e basta. Ti libererò subito. Ahah! Dovresti vederti tremare. Sei una tipa interessante.”

Trovando il fremito della donna abbastanza interessante, Celes si abbassò sulla sua schiena. E tirò il filo attaccato al collare.

“Allora dobbiamo andare. Facciamo un giro del castello oggi. Andiamo in esplorazione.”

Il dolce suono della risata di Celes. Gli umani che le obbedivano erano tutti affascinati da lei.

Solo l’automa poteva guardarla con occhi così freddi…

In una città controllata dal Margravio di Resno, raccogliemmo informazioni mentre passavamo le nostre giornate.

Stavo facendo un pisolino pomeridiano nella mia stanza.

No, stavo inviando la mia coscienza al Gioiello.

Il luogo era la mia stanza dei ricordi.

Colui che affrontai era LYLE, e nella mia mano tenevo una Katana. Sia che tagliassi, sia che usassi la magia, LYLE schivava tutto, mentre colpiva i suoi attacchi contro di me.

『Non va bene. Assolutamente terribile! I tuoi attacchi sono troppo onesti. Ci metti troppa forza.』

Mi avvertì, mentre mi tagliava la spalla e poi il dorso della mano. Facendomi cadere la Katana, saltò verso di me ed eseguì un calcio.

Fui colpito dai miei piedi, e mentre rotolavo, Lyle girò davanti a me e fermò la mia rotazione con il suo piede.

『Sì~, forse non sei a un livello tale da poter gestire qualcosa contro di me da solo.』

Senza fiato, alzai lo sguardo verso LYLE. Lì mi mostrò il suo braccio. Arrotolando la manica, vidi una chiara linea blu che la percorreva.

“Cos’è?”

LYLE continuò con leggerezza. Una parte di esso sembrava cortese.

『Il flusso di Mana, forse dovrei chiamarlo? In breve, è più o meno un vaso sanguigno. Ma ciò che scorre attraverso di esso è Mana. La Casata dei Walt ha lucidato le Abilità Supporto nel corso delle generazioni, quindi dovresti vedere una linea blu. E coloro che hanno queste linee che si estendono per tutto il corpo sono gli umani.』

Lì, LYLE prese il mio braccio nella sua mano. Reagendo alla sua luce, potei vedere una linea anche sul mio braccio. Ma la sua forma era diversa da quella di LYLE.

Per dirla in modo semplice, era sicuramente collegato da qualche parte, ma era strappato. Da quello che potei vedere, era in uno stato orribile.

LYLE lo guardò.

『… Quella Celes, dopo averli rubati, fece a pezzi i tuoi. Non c’è da stupirsi che la tua efficienza sia così terribile.』

Mise via la sciabola e con un dito tracciò la linea sul mio braccio. Quella linea di luce… ma il volto di LYLE divenne cupo.

『L’ha distrutto con estrema attenzione. Deve aver avuto molta paura di me.』

Mi alzai e gli chiesi.

“Quindi cosa succede se quella linea viene aggiustata?”

『Migliorerà l’efficienza con cui puoi usare il Mana nel tuo corpo, ma lei li ha perfettamente strappati, quindi nemmeno io posso ripararli completamente. Come posso dire, anche se produci un dieci, non posso nemmeno garantirti di ottenere un due o tre. Anche se sei curato con successo, potresti raggiungere un sei o un sette, forse?』

Sentendo queste parole.

“Allora se riesco ad aggiustarlo, potrei combattere contro…”

『Questo non succederà. Voglio dire, non puoi nemmeno vincere contro l’attuale me, quindi non c’è modo di vincere contro Celes, che ha praticamente il mio potere aggiunto al suo. Il suo lato ha Septem… Agrissa come alleato. Se sei da solo, non sarà nemmeno una sfida.』

Quando abbassai le spalle in segno di disappunto, LYLE si mise a ridere.

『Ma penso che tu stia bene così. Non essere in grado di combattere senza l’aiuto di altri, significa… che hai bisogno di altri, è quello che sto dicendo.』

Guardai LYLE.

“Mi stai dando dell’inaffidabile?”

『Abbandona il pensiero. Ci sono cose che è meglio aver perso, è tutto quello che ho pensato. Questa è solo un’ipotesi. Ma se avessi cercato di fermare Celes, sarei stato sicuramente solo… o con pochi. E forse sarei stato in grado di fare qualcosa. Ma non sarebbe servito a niente.』

Quando inclinai la testa, LYLE mi guardò e sorrise.

『Lyle, penso che tu sia una singola forma completa diversa da Celes.』

Precedente | Indice | Prossimo

Lascia un commento

error: Content is protected !!