248 Vendetta

Precedente | Indice | Prossimo

Forse era stato per vendetta.

Questo è ciò che mi disse il Capo della Quinta Generazione della Casata dei Walt.

Lo scenario proiettato intorno era orribile.

Una carrozza caduta.

All’interno di un forte acquazzone abbastanza freddo da portare dolore alla pelle al contatto, una sola donna coprì Fredricks. Il sangue scorreva dalla donna, e lei sembrava preoccupata per il suo stomaco leggermente gonfio.

Sapevo a cosa portava questo flusso.

『Mamma, mamma!』

Nella carrozza caduta da una scogliera, Fredricks si aggrappò alla moglie della Quarta… sua madre.

『V-Va tutto bene. Fredricks… andrà tutto bene.』

Quelli che attaccarono la carrozza furono quelli vestiti da banditi. Ma da ciò che potevo vedere dal suo ricordo, lo eseguirono abilmente. Ostacolando le guardie e attaccando solo la carrozza, facendola cadere. Non potevo pensare che fosse un attacco di un rapinatore.

Guardando la scena accanto a me, la Quinta aprì bocca.

『Allora, la mamma portava un bambino. Lo perse per proteggermi. Dopo di che, avrebbe dato ogni sorta di ragioni sul perché non ne avrebbe avuto un altro, avrebbe continuato a parlare… ma persino io potevo dire che era a causa dell’incidente. Lo sapevo.』

Le guardie che accorsero rapidamente fecero la guardia mentre distruggevano la carrozza, ne fecero un tetto e accesero un fuoco. Eseguirono le misure di emergenza, e un solo cavaliere fu spedito subito a cavallo attraverso l’acquazzone alla Casata dei Walt.

Le immagini diventarono grigie e si fermarono. Sembrava che le gocce di pioggia fossero congelate nell’aria.

『… Non erano solo banditi. Eravamo spietati con i nostri banditi, quindi pensavo che avremmo potuto comprare il loro risentimento. Ma anche guardando indietro, furono troppo abili. E il figlio del signore feudale vicino che ci invitò ad uscire mi chiamò con un sorriso dopo.』

Era la Quinta che pensava troppo profondamente, o era tutto escogitato.

Le immagini cambiarono, e questa volta Fredricks stava ascoltando da una porta. All’interno della stanza, i cavalieri stavano parlando con la Quarta.

Facendo un pugno, la Quarta aveva il fiato corto.

『Max-sama…』

Mi sembrava di aver già visto quel cavaliere preoccupato. Era invecchiato, ma era il cavaliere preso a pugni dalla Terza, il quale informò la Quarta della sua crisi.

『… Lo so. Sia mia moglie che Fredricks sono salvi. Chiedere di più sarebbe veramente… ma col cavolo che lo perdono! Fate una ricerca completa! Spazzateli via! Usate qualsiasi mezzo possibile per ottenere informazioni da qualsiasi bandito catturato! Userò anche questo per…』

Afferrando la gemma blu appesa al collo, la Quarta aveva probabilmente intenzione di usare l’Abilità Mind della Terza registrata in essa. Ma questo non costituirebbe una prova.

『Le informazioni forzate da un’Abilità sono spesso considerate come qualcosa impiantato dall’Abilità stessa. Anche se avessimo identificato un colpevole, non saremmo stati in grado di mettergli le mani addosso. È ridicolo. Se non fossimo una casata così grande, saremmo stati facilmente resi immobili.』

Quando ascoltai le sue parole, la scena cambiò di nuovo.

Nella sua prima adolescenza, Fredricks era ancora una volta in una villa non dei Walt. Circondato da bambini della sua età, preso a pugni e calci.

『Nanetto, quand’è che il tuo posto comincerà ad ascoltarci?』

Un ragazzo di grande corporatura colpì la Quinta. Collidendo con il muro, Fredricks non disse una parola, mentre cercava di alzarsi. Fu preso a calci.

Intorno, alcune ragazze nobili della stessa età ridevano mentre guardavano.

『I nuovi arrivati sono semplicemente i peggiori. Sicuramente non mi sposerò nella Casata dei Walt.』
『Ed è un nano, dopotutto.』
『Anche sua madre è una nana, e per di più una nobile imperiale. Per di più, non può più avere figli. Peggio ancora come donna.』
Fredricks guardò in basso, mentre stringeva i denti, e sopportò. Il ragazzone afferrò il bavero di Fredricks e lo sollevò.

『Prova a ribattere qualcosa, nanetto. Beh, visto che è tutto vero, immagino che tu non possa. Quel giorno, la carrozza è caduta e lei si è ferita, giusto?』

Fredricks resistette. Strinse il pugno così forte che il sangue gli colava da lì, ma resistette.

“Quinta, perché non hai ribattuto?”

La Quinta guardò l’immagine.

『… Perché tutti avevano le loro storie chiare. Avevano chiaramente discusso in anticipo. Se avessi fatto qualcosa in risposta, avrebbero fatto di me il cattivo. Naturalmente, questo sarebbe diventato un problema nei colloqui tra i nostri genitori. L’avevo detto, no? La Casata dei Walt dell’epoca era in una posizione dubbia. Non ci si poteva fidare nemmeno dei propri vassalli. Tuttavia, c’erano alcune casate dalla nostra parte. La Casata dei Forxuz, per esempio.』

La scena cambiò nel maniero della Casata dei Walt.

Sua madre parlò con Fredricks.

『Fredricks, non stai nascondendo nulla?』

『N-Niente affatto.』

Max continuò.

『… La verità è che un signore vicino ha parlato di matrimonio tra te e sua figlia. Io ho rifiutato. Anche il capo della Casata dei Forxuz e quello precedente erano fortemente contrari. Lei non era degna, a quanto pare.』

『… Ok.』

Max sembrò notare qualcosa. Ma Fredricks non disse molto al riguardo.

Si limitò a rivolgere un sorriso ai suoi genitori.

E la scena passò a un villaggio dove era iniziata la coltivazione.

Fredricks era circondato da cavalieri, guardava il villaggio e studiava.

『È una buona terra?』

Uno dei cavalieri gli spiegò cortesemente.

『Non posso dire che sia molto buono, ma se ci si mette d’impegno, può diventare abbondante. Se avrà successo, diventerà una sua conquista, Fredricks-sama.』

『Ma sto solo guardando il lavoro come parte dei miei studi?』

La Quinta guardò il giovane cavaliere e mormorò.

『… Vecchio Randbergh. Questo è suo nipote.』

Sentendo Randbergh, guardai il giovane. Pensando di averlo sicuramente già visto da qualche parte, vidi che assomigliava a colui che avevo iniziato ad ammirare come cavaliere.

La Quinta continuò.

『Ha servito come cavaliere dai tempi della Terza. Era un bravo ragazzo.』

E una bambina si scontrò con Fredricks. Sembra che abbia girato un angolo e abbia avuto una collisione.

『E-Ehi! Separati subito da Fredricks-sama!』

Il cavaliere tese una mano alla ragazza, ma Fredricks rise e scosse la testa.

『Va bene. È meglio che tu stia attenta d’ora in poi.』

La ragazza guardò Fredricks con un volto che mostrava che non capiva bene cosa stesse succedendo. Lì, una giovane ragazza che probabilmente era sua sorella si precipitò verso di lei con un viso pallido. Abbassò la testa e si scusò.

『M-Mi scuso profondamente!』

Inchinandosi più volte, tenne stretta la sua presunta sorella e implorò il suo perdono. Fredricks sembrava piuttosto confuso nel vederla così. Guardando la sorella maggiore, il volto di Fredrick era un po’ arrossato.

『V-Va bene! Questa volta sorvoleremo. Ora tornate al vostro lavoro.』

La sua voce era un po’ più alta, e le due ragazze sembravano sollevate, mentre abbassavano la testa sorridendo. Guardando le loro spalle mentre correvano via, Fredricks esitò.

E vedendo questo, il cavaliere.

『… Devo mandarli nella tua stanza stasera?』

Lì, il volto di Fredricks divenne rosso vivo.

『S… S-S-S-Scocco! I-Io non… non…』

Quelli intorno lo guardarono e sorrisero. Si allontanò a grandi passi, si scrollò di dosso i cavalieri e proseguì.

La Quinta guardò la scena.

『Avevamo pianificato di aumentare il numero di villaggi coltivati da lì in poi. Così la Quarta ha stabilito che c’era bisogno di conoscere il sito. Perché la zona era molto aspra.』

La Quinta rammentò. Ma i suoi occhi guardarono con tristezza.

E dopo questo, passarono altre scene di Fredricks che conversava con le sorelle. A poco a poco, andavano d’accordo tra loro.

Fu allora.

Fredricks fu richiamato al maniero della Casata dei Walt per un ritorno temporaneo.

All’ingresso del villaggio, l’erede della Casata dei Randbergh e gli abitanti del villaggio lo salutarono.

Fredricks salì a cavallo e parlò con le due ragazze con cui andava d’accordo.

『Tornerò presto. Um… in quel momento…』

Quelli intorno guardarono il suo viso arrossato con un sorriso. La sorella maggiore annuì.

『Ti aspetteremo, Fredricks-sama.』

Fredricks sorrise.

Ma…

La scena successiva proiettata furono i resti di un villaggio bruciato. Fermo, Fredricks fu condotto dai suoi cavalieri di guardia attraverso il sito bruciato verso l’albero al centro.

Rimasero alcuni sopravvissuti che fecero piovere fischi sulla scatola.

『Perché non siete venuti prima?』

『Mia… mia figlia…』

Una coppia che avevo già visto. Era la coppia che era apparsa nel ricordo della Sesta in fuga.

Camminando lentamente, Fredricks mise i piedi verso l’albero al centro del villaggio.

C’erano degli abitanti del villaggio appesi ad esso.

Il giovane della casata dei Randbergh fu spogliato dei suoi averi, e messo in uno stato terribile. Sembrava che avesse resistito fino alla fine.

E in una posizione che si trova proprio davanti, furono appese le sorelle con cui Fredricks fece amicizia.

Metodicamente… chiamarlo così sarebbe strano, ma furono sicuramente messi in modo da lasciare un marchio su Fredricks. Cadendo sulle ginocchia, guardò le lettere scolpite nel tronco.

Nanetto… fu scritto.

Fredricks abbassò lo sguardo, e potei vedere lo sguardo nei suoi occhi cambiare. Affilati e confusi, quegli occhi mi fecero trattenere il fiato.

La Quinta si voltò.

『… Non c’erano prove. Ma c’erano pochi umani che conoscevano gli affari interni del villaggio. Volevo prendere subito delle truppe e fare un’incursione. Volevo fare lo stesso con loro. No, volevo sradicarli.』

Senza cambiare espressione, la Quinta continuò con indifferenza.

『Qualcuno deve aver fatto trapelare l’informazione che ero vicino a quelle sorelle. Avevo un’idea generale. Qualcuno legato ai nostri vassalli. Se ne erano andati con un sorriso e avevano venduto le nostre informazioni.』

Guardai l’albero del villaggio e distolsi lo sguardo. L’uomo poteva davvero fare qualcosa di così terribile, e c’era bisogno di andare così lontano…

“Questo è troppo terribile. Questo è…”

『Non chiamarlo impossibile. Ascolta, Lyle. Coloro che fecero questo furono gli stessi di noi. Gli stessi signori feudali, gli stessi nobili. Un passo fuori dal sentiero, e anche noi faremmo queste cose. In effetti, sono certo che sono state fatte cose ancora peggiori ai territori che cercarono di invadere Fiennes. Se qualcuno invade la tua terra, è necessario dare una punizione. Perché se lasci che si prendano gioco di te, allora continueranno a ripetere cose del genere.』

Capii che non potevi lasciarti prendere alla leggera.

E la Quinta parlò.

『… Riguardo al signore feudale che ci ha invaso questa volta, una volta andavano d’accordo con la Terza, sai. Ma con una sola generazione costruita, ecco a cosa si è arrivati.』

C’erano i signori, e c’erano i cittadini… colui che decideva le politiche del territorio era il signore, e mentre se era abile, avrebbe portato gloria al territorio, se era incompetente, poteva rovinare la terra.

Ci furono molti casi in cui un cambio di mano favoriva l’incompetenza, ed era vero anche il contrario.

『… Vedi, Lyle. Lo giurai lì. Avrei sicuramente avuto la mia vendetta. Non importa quanti anni, quanti decenni ci siano voluti, li avrei sradicati.』

Guardai la Quinta che ciondolava la testa. Ma nel periodo della Quinta, la Casata dei Walt continuò a resistere, e alla fine non invase nessun territorio circostante.

“Cosa è successo per cambiare il tuo piano?”

Alle mie parole, la Quinta guardò il cielo e rise. Rise, e alla fine, con una piccola voce.

『Il mio stesso figlio. La prima volta che guardai Fiennes, ero veramente perso. Quando li odiai veramente. Quando veramente li volevo tutti morti… Non volevo che loro, i miei figli, dovessero passare lo stesso. Era troppo tardi. Avevo già gli amanti, e il piano tutto insieme, eppure… quando me ne accorsi, non riuscii più a fermarlo.』

La Quinta disse questo, e mi accompagnò tranquillamente fuori dalla sua stanza dei ricordi.

All’interno di Porter.

Sotto la luce della lanterna, ciò di cui Monica mi informò fu la presa di ostaggi in tutta Bahnseim.

Da qualsiasi Casata di grandi dimensioni al di sopra dello Status di Barone, Centralle aveva dato ordini attraverso il paese per la presentazione di ostaggi.

Mettendo insieme le informazioni ottenute da Adele-san, significava che per quel mandato, c’erano molti signori feudali che non potevano muoversi anche se avessero voluto.

Su quell’informazione passata attraverso le Valchirie, pensai tra me e me. Ma ciò che mi passò per la testa fu la Quinta.

Nel vassoio di carico di Porter, Clara mi parlò.

“Lyle-san, stai bene? Credo sia meglio che ti riposi un po’.”

Dopo essermi strofinato leggermente gli angoli degli occhi con un polpastrello, scossi la testa di lato.

“Colpa mia, per favore continua.”

Monica mi guardò mentre trasmetteva l’informazione.

“Per quelli senza ostaggi, sembra che i Baronetti e inferiori si muoveranno per la pace dei loro territori. Se li prendiamo nelle nostre forze, saremo in grado di preparare truppe dall’interno di Bahnseim.”

Lì, la Terza parlò.

『Questo è sbagliato. È vero che ci sono signori feudali che vogliono un regno pacifico. Ma non è detto che siano tutti così. Ci saranno alcuni che vogliono più terra, e altri che penseranno di usare l’occasione per risolvere le dispute con i loro vicini. Come previsto, avremo bisogno dell’assistenza dei signori al di sopra di Baronetto, che hanno vassalli sotto di loro. È meglio ridurre al minimo i problemi. O meglio, se non hai altro che piccoli signori, non c’è modo di riunirli. Sarà difficile guidarli in un esercito su larga scala, ne sono certo.』

Secondo la Terza, sarebbe difficile far allineare le opinioni di tutti i piccoli signori. Un signore capace di quel tipo di messa a punto… dobbiamo avere qualche signore di status di Barone o superiore.

E come comandanti, non sarebbero in grado di prendere il comando di forze così grandi.

“Monica, dillo all’unità di Adele-san. È importante iniziare in piccolo, ma abbiamo bisogno di avere un signore più grande dalla nostra parte. Per evitare che sia impossibile riunirli noi stessi.”

Monica aveva preparato il tè per me. Tè alle erbe, sembra.

“Lei lo ritiene difficile. Prendere ostaggi è una cosa, ma il problema sono quegli ostaggi. Crede che saranno al sicuro se messi sotto Celes? Anche se prometti il loro salvataggio, alla fine, c’è una possibilità che siano passati dalla sua parte dal profondo del loro cuore. La possibilità che non siano già più di questo mondo…”

Sarà difficile riprendere le relazioni dei signori tolti. Se si arrivasse a queste trattative, saremmo in una situazione in cui non potremmo dire che li salveremo definitivamente.

Clara mi parlò.

“Come previsto, non c’è altra scelta che partire dal basso? Anche se sconfiggiamo Celes, se gli ostaggi non sono al sicuro, la radice del loro problema rimarrà.”

Aria era negativa.

“Se fosse possibile infiltrarsi a Centralle e salvarli, non sarebbe strano se qualcuno avesse già assassinato Celes.”

Avendo affrontato Celes e sperimentato la sua irrazionalità, l’opinione di Aria era giusta.

Ma non avevamo tempo.

“E il fronte occidentale? Cosa ne è stato dei signori vicino al confine di Faunbeux? Al momento siamo diretti verso di loro. Se sono ancora al sicuro, ci sono ancora modi per farlo.”

Alzando il viso, Monica scosse la testa.

“Lei non ha questa informazione. Siccome Adele-san è nell’est.”

Il gruppo di Novem era a sud. Se il loro compito fosse finito senza problemi, sarebbero entrati a Bahnseim da lì.

Pensando un po’, giunsi a una conclusione.

“Raccogliere informazioni. Se non è troppo tardi, il salvataggio o il recupero è pensabile. Se sono già a Centralle, è impossibile. Se no, allora possiamo fare ciò che è possibile con i nostri numeri.”

Mandai un’occhiata in giro e tutti annuirono.

Precedente | Indice | Prossimo

Lascia un commento

error: Content is protected !!