247 Il Regno di Bahnseim

Precedente | Indice | Prossimo

Il Regno di Bahnseim.

Stazionata al centro del continente, deteneva la più grande superficie terrestre al suo interno.

Il Regno di Sentras… Il punto di origine di Bahnseim era la capitale del regno che un tempo unificava il continente, e facendo continuamente la guerra alle parti dell’impero che andavano in pezzi, costruì la sua attuale prosperità.

Dai meriti della sconfitta di Agrissa di Sentras, la Casata dei Bahnseim prese il potere come una nuova monarchia, il cui lignaggio continua fino ad oggi.

Ed essendo il nostro gruppo tornato in quel Regno di Bahnseim, avevamo deciso di evitare la capitale di Centralle.

Era scomodo, ma avremmo evitato Centralle mentre ci dirigevamo verso ovest e puntavamo al Regno di Faunbeux.

Era così, ma il paese di Bahnseim era vasto.

A differenza dei luoghi in cui le strade erano curate, c’erano posti in cui bisognava inclinare la testa per capire se potevano davvero essere chiamate strade. Procedendo lungo strade così difficili, ci fermammo in una delle nostre tappe intermedie, un villaggio.

Scendendo da Porter, ci fermammo alla casa del capo del villaggio per scambiare i materiali dei mostri che avevamo sconfitto lungo la strada.

Sembra che sia stato inviato un governatore, ma forse pensava che fossimo degli avventurieri, perché dopo aver consegnato del denaro, ci permise di restare solo per una notte.

Sera.

Mentre i bambini del villaggio guardavano Porter da lontano, mi stiracchiai.

“È più comodo che viaggiare in una carrozza trainata da cavalli, ma stare seduti per tutto il tragitto è un po’ doloroso.”

A casa del capo, ci fu permesso di parcheggiare Porter in una parte del cortile, e Monica stava facendo manutenzione. Controllava ogni parte e chiedeva a Clara di svolgere compiti come muovere le ruote.

La figlia della casa uscì nel cortile e ci informò che una stanza era stata preparata. La ragazza dai capelli castani che emanava un’aria semplice sembrava un po’ sorpresa mentre guardava Porter.

“Una carrozza d’acciaio che non ha bisogno di un cavallo. Quindi esisteva davvero. Ero convinta che il venditore ambulante stesse mentendo.”

In Arumsaas, attraverso l’uso della magia dei golem, si stava diffondendo il portatore di bagagli Porter.

Per questo motivo, c’era un numero considerevole di persone che sapevano di Porter a Bahnseim.

Nei confronti della ragazza, Aria fece un sorriso gentile.

“È il nostro modello speciale. Probabilmente ne stanno producendo un sacco ad Arumsaas.”

Sentendo il nome di Arumsaas.

“Ah, lo disse davvero! Ad Arumsaas, ci sono un sacco di bambole a forma di uomo che si muovono, e persone che guidano carri d’acciaio senza cavallo, disse. Il signor venditore ambulante aveva sentito solo le voci che giravano, ma sembra che fossero vere.”

Arumsaas era una città di studiosi. In passato, ci eravamo fermati per trovare dei compagni, e lì avevamo incontrato Miranda, Shannon, Clara e Damien.

Aria parlò un po’ allegramente.

“Mi chiedo se Lyra-san stia bene… oh, è vero. Hai sentito altre strane voci? Siamo appena tornati a Bahnseim.”

Lì, la ragazza pensò un po’.

“A Centralle, il principe ereditario si è sposato. Ma ci sono molte voci strane su questo, e ad essere onesti, non ho idea di quale storia sia vera. Voglio dire, Celes-sama che lui ha sposato… sembra che abbia raccolto molti uomini per servirla. Ma non c’è modo che la futura regina possa fare una cosa del genere, e il matrimonio doveva essere con la principessa di Faunbeux, quindi non ho davvero la minima idea di cosa stia succedendo.”

Un’azione alla Celes.

Le voci erano così assurde che forse chi era nei paraggi pensava che non era possibile che fossero vere. Passai alcune monete grosse di rame alla ragazza.

“C’è altro?”

Prendendoli, li contò e fece del suo meglio per ricordare. Davvero una testimonianza del grande potere del denaro.

“… Ah! C’è Beim! Gli abbiamo ufficialmente dichiarato guerra! Sembra che non recluteranno da questo villaggio, ma anche così, il governatore disse che dovevamo almeno prepararci.”

Quando Aria lo sentì, annuì leggermente.

“Quindi se ne stanno occupando solo nell’est? Sono certo che sarebbe difficile mandare gente dalla parte opposta del paese per questo.”

Bahnseim aveva Centralle al suo centro, separato da lì in nord, sud, est e ovest. Ogni distretto poteva occuparsi delle proprie guerre. Quando si richiedeva l’aiuto di vari signori feudali del sud, quello sarebbe stato il distretto meridionale. Quando si invadeva a est, si sarebbero schierate le truppe delle divisioni del lato est.

Provai a chiederle.

“Sai quanti marceranno?”

“Non so molto, ma Beim è un nemico forte, quindi sicuramente metteranno in campo qualche centinaio di migliaia di persone, dicevano gli adulti. Le relazioni con Faunbeux a ovest sono peggiorate, quindi penso che sia per questo che ci avevano detto di prepararci.”

Sentendo questo, la ringraziai.

“Capisco, grazie. Avevamo intenzione di guadagnare qualche spicciolo con la guerra, ma… con quei numeri, non avremo spazio sulla scena. Rinunciamo.”

Quando mandai uno sguardo ad Aria, lei scrollò le spalle e annuì.

“Giusto. Se ce ne sono così tanti, non c’è più profitto. È meglio andare avanti con costanza.”

Mentimmo tranquillamente e sorridemmo alla situazione.

… L’unità di Adele fece visita ad un signore feudale che conosceva.

Una Casata Baronetto non troppo grande in scala, ma era una casata a loro familiare, quindi non potevano fare a meno di volersi fermare.

Quando si fermarono, il Baronetto accolse cortesemente Adele e Maksim. Tenendo solo una città e alcuni villaggi intorno, il Baronetto poteva mettere in campo al massimo duecento truppe.

Sicuramente non era un granché, ma siccome ci si poteva fidare di lui, fu la prima Casata in cui Adele si fermò a Bahnseim.

La villa del Signore Feudale. Nel salotto, Adele si informò.

“Com’è lo stato attuale di Bahnseim?”

Il Signore Feudale scosse la testa.

“Sembra che la situazione peggiori di giorno in giorno. Le nostre scorte di cibo sono diminuite molto a causa della guerra, e ci sono molti posti in cui i campi sono stati devastati, come se stessero scorrazzando a loro piacimento. Se ti opponi, l’esercito di stanza di Centralle e la Casata dei Walt si muoveranno. È un incubo.”

La Casata dei Walt.

In Bahnseim, questo nome era il nome del più forte. Salvando il paese dalla crisi più e più volte, e crescendo ad ogni generazione.

“… Il figlio maggiore dei Walt a Beim. Le voci sui movimenti di Lyle Walt hanno raggiunto questa terra?”

Annuì.

“La questione di Forte Redant è giunta. Ma se l’informazione al di là di questo è verità o menzogna… un’alleanza di quattro nazioni, e qualcosa che irretisce la Regina di Cartaffs? Sono davvero fratello e sorella.”

Maksim che stava dietro al viso di Adele ebbe un crampo. È vero che l’informazione non era sbagliata, ma sentiva che era stata messa un po’ di malizia.

Adele sentì il mal di testa per la voce, mentre offriva una correzione.

“Visto dall’esterno, sono certa che è così. Ma la verità è diversa. In realtà ho incontrato Lyle-san. Ha accumulato potere a Beim, con l’obiettivo di abbattere Celes. Non c’è……… modo che lui possa irretire le donne come si dice in giro. Per quanto riguarda il risultato, si è arrivati a questo, o come dire, vuole fare qualcosa da solo, o meglio… C-comunque, non è così pericoloso come Celes.”

Il Signore Feudale non guardò Adele, ma Maksim, il quale guardava Adele con occhi un po’ preoccupati.

Maksim parlò.

“È tutto a posto. Milady non è stata irretita, ve lo assicuro. Se avesse fatto uso di mezzi così vili, allora avrei sconfitto personalmente Lyle.”

Maksim era un famoso cavaliere. Il Signore Feudale si fidò delle sue parole e proseguì.

“Capito. Ci crederò. Quindi, dai tuoi occhi, quali sono le sue prospettive di vittoria?”

L’altra parte era un signore feudale. E la scala di Classe Baronetto era il signore feudale più difficile da gestire, come Adele sapeva.

La loro scala era più abbondante di una Casata Cavaliere. Ma non avevano le dimensioni di un Barone. Tuttavia, avevano un livello di competenza, ed era una posizione estremamente fastidiosa a cui fare qualsiasi cosa.

La fonte di così tanti successi nel mondo era quella dubbia posizione. Così Adele disse questo.

“A malapena. Può vincere a malapena, è la situazione attuale. Ha già ottenuto la cooperazione dell’alleanza delle quattro nazioni e di Cartaff. A Beim, ha ricevuto l’appoggio della Casata dei Trēs e dei mercanti della loro fazione.”

Il Signore Feudale annuì.

“La Casata dei Trēs di Beim, vero? Un nome abbastanza famoso. Ci sono molti signori dell’est che conoscono la loro Casata. Capisco, quindi lo stanno sostenendo.”

Adele pensò nella sua testa.

(… Non ho mentito.)

Giusto, non mentiva. A Beim, la Casata dei Trēs era divisa in due, e quello cacciato era quello che lo sosteneva.

In base a come la mettevi, sembrava che una famosa casata mercantile di Beim fosse dalla sua parte, quindi era come se dicesse che la città di Beim fosse dalla sua parte. Se fosse stato più informato sugli affari interni di Beim, allora la sua risposta avrebbe dovuto essere diversa.

“Baronetto, vi prego di prestare il vostro potere. Lyle-san… Lyle-dono ha in mente di ricompensare i signori feudali che lo assisteranno per i loro servizi.”

L’altra parte incrociò le braccia quando lo sentì. Continuare a giocare alla cieca alla violenza di Celes, o rischiare di collaborare con Lyle.

Aprì la bocca.

“… Garantite la sicurezza del mio territorio. E vi farò preparare una ricompensa.”

Adele pensò che fosse un po’ strano.

“Baronetto, voi mi aiuterete a convincere altri signori di qui. Il compenso sarà così alto? Non pensate che sia un’occasione per espandere il vostro territorio?”

Il Signore Feudale scosse la testa.

“Adele-dono, tu non capisci il sentimento di un Signore Feudale. È vero che espandere il territorio è importante. Ma ci sono molti che non pensano a farlo. Se la tua scala aumenta, aumenta anche la tua responsabilità. La maggior parte di coloro che guardano e aspettano lo fanno perché sono soddisfatti della situazione attuale. Perciò non si muovono.”

Adele pensò, ‘Capisco,’ e annuì.

“E se ti viene consegnato un cambio di territorio, diventa una sofferenza. Per me, sarebbe meglio prendere solo una ricompensa monetaria. Ah, vorrei una prova che la mia casata assista anche Lyle-dono.”

All’interno di questo, Maksim al Signore Feudale.

“Posso chiedere una cosa?”

“Cosa c’è?”

“Per favore, dichiarate il motivo per cui avete creduto in noi. Influenzerà il nostro modo di procedere in futuro.”

I colloqui stavano andando così bene che Maksim ne era consapevole. Per quanto potessero essere buoni conoscenti, gli sembrava che si stesse fidando troppo della loro presa di posizione.

Il Signore Feudale parlò.

“… Se lasciamo Celes così com’è, non ne ricaveremo nulla di decente. Ma il mio potere non è sufficiente per fare qualcosa. Se si fosse trattato di un inviato di Cartaffs, o dell’alleanza delle quattro nazioni, non avrei dato una mano. Nemmeno a Beim. Ma la verità è che ci sono varie voci che circolano all’interno di Bahnseim.”

Adele si ricordò di qualcosa e pressò al Signore.

“Su Dalien e Arumsaas? O forse l’uccisione del Grifone a Centralle?”

Il Signore Feudale parlò.

“Tutto quanto. All’interno del paese di Bahnseim, quando è arrivata la voce di Lyle-dono da Beim, abbiamo alzato un po’ le nostre aspettative.”

Quando Adele apprese che il suo interlocutore aveva una serie di informazioni fin dall’inizio, sentì di essere stata presa in giro.

Ma il Signore Feudale parlò.

“Lasciate a me il compito di convincere i signori feudali di questa zona. Ciò che cerco è la pace del mio territorio e una ricompensa. Sono certo che ci saranno alcune richieste di cose diverse tra di loro, quindi cosa devo fare con quel campo?”

Adele corresse la sua posizione e rispose al Signore Feudale.

“Mi è stata concessa una certa autorità. Me ne occuperò. E se si tratta di Signori Feudali al di sopra dello Status di Baronetto, sapete dove potreste assisterci?”

Il Signore Feudale incrociò le braccia. Guardando giù in silenzio, dopo un po’, fissò il soffitto.

“Sarà difficile?”

Lui parlò.

“Un po’ di tempo fa, a tutti i Signori Feudali al di sopra dello Status di Baronetto fu ordinato di presentare un ostaggio a Centralle. Non solo eredi, ma mogli e fidanzate… qualsiasi cosa su cui potessero mettere le mani. Ho sentito dire che anche le amanti sono state portate via, e nel panico attuale, non posso dire dove in particolare.”

Adele pensò che le azioni di Celes fossero diventate piuttosto fastidiose…

Partendo dal villaggio, guidammo Porter verso la nostra prossima tappa intermedia.

C’era un posto che volevamo raggiungere in giornata, e per affrettarci, comandai Porter a rotazione con Clara.

Monica, Clara e Aria erano sdraiate a riposare, mentre Shannon era seduta sulle mie ginocchia.

“… Sei pesante.”

Quando dissi questo, Milleia-san nel Gioiello.

『Lyle, non sei troppo freddo con Shannon? Trattala gentilmente.』

Sentendo questo, guardai di nuovo Shannon sulle mie ginocchia.

“Sei pesante.”

Dissi. Shannon si voltò e tirò fuori la lingua.

“Hanno occupato tutti i posti, quindi dovrai sopportarlo.”

Lei disse. Giù nel vassoio di carico, non solo Clara e Aria, anche Monica era sdraiata, quindi lo spazio era abbastanza stretto.

Milleia-san sembrava solo.

『Oh Lyle… dove è andato il mite Lyle…』

La Settima rise.

『Non è colpa tua? E poi, sono certo che anche tu sei pesante.』

Sentii un colpo di pistola e il silenzio. Era davvero come al solito, così lo ignorai. Shannon era rivolta in avanti sulle mie ginocchia.

Uno scenario si espandeva davanti a lei, ma ciò che stava guardando era un libro che Monica aveva preparato. C’erano scritte delle lettere, un libro illustrato destinato ai bambini.

“Riesci a vederlo?”

Shannon sembrava felice.

“Ci riesco. Ma c’è solo questo e altri due, quindi è diventato noioso. Ho imparato qualcosa da Clara, però.”

Il libro illustrato fatto apposta era colorato ed estremamente facile da capire. Far imparare a Shannon la scrittura era una cosa estremamente importante per noi.

Porter passò sopra una grande roccia, e mentre il suo corpo ondeggiava, io tenevo fermo il corpo di Shannon.

“Guida correttamente!”

Vedendola imbronciata per la rabbia, le tirai le guance e la feci piangere.

“È abbastanza difficile. Non c’è modo di farlo come Clara.”

Non spiccava tra le mie compagne come supporto, ma era veramente abile in quel supporto. Operare Porter e assistenza con la magia.

La sua conoscenza era abbondante, ed era affidabile in vari campi. Lì, Shannon tornò a guardare il libro illustrato e parlò.

“Perché non glielo dici? Lo dimenticherai prima che te ne accorga. Questo si chiama non nutrire un pesce che hai già preso all’amo.”

“Dove hai imparato questa frase? Beh, glielo dirò nel prossimo futuro. Ma soprattutto, perché sei venuta da questa parte? Ero certo che saresti andata con Miranda.”

Lì, Shannon chiuse il suo libro e si rivolse a me.

“Sono qui, quindi assicurati di non infilare le mani in strani giochi all’estero. Rallegrati, la tua bella Shannon ha un occhio di riguardo per… ow! Fa male!”

Stringendo un pugno contro di lei, e vedendo Shannon che mi diceva di fermarmi, sorrisi. Lì, con gli occhi pieni di lacrime, Shannon mi guardò.

“… Dovresti davvero sorridere di più. In questi giorni, quasi tutti i tuoi sorrisi sono stati forzati.”

Aprì di nuovo il libro e ricominciò a studiare. Sentendo dei sorrisi forzati, cercai di rispondere, ma ebbi la sensazione che ce ne fossero davvero molti in questi giorni. Forse stava prestando attenzione a me.

“Giusto. Forse hai ragione.”

Guardai il paesaggio senza fine, mentre tenevo Shannon per assicurarmi che non cadesse dalle mie ginocchia.

Precedente | Indice | Prossimo

Lascia un commento

error: Content is protected !!