214 Lottare di Più

Precedente | Indice | Prossimo

Era un cielo rinfrescante e nuvoloso.

In un giorno così perfetto per la guerra, mi sedetti al secondo livello di una pila di casse, e guardai giù le valchirie che ballavano.

Guardandomi, Novem, Aria e May stavano facendo espressioni snervanti, mentre Elza-san sembrava nervosa. Gli occhi che mi circondavano si raccoglievano su di me, ma siccome mi inondavano sempre di attenzioni, questo non bastava a soddisfarmi.

Le Valchirie ballavano ognuna una danza diversa, i loro movimenti come per circondarmi facendomi sembrare che stessero eseguendo una sorta di bizzarro rituale.

Per ognuna che faceva un bellissimo valzer, ce n’era un’altra nella verticale, che faceva girare violentemente le loro gambe nell’aria. Ognuna di loro mostrava la propria ostinata individualità, ma quando si muovevano tutte nello stesso cerchio, appariva notevolmente minaccioso.

Ma dissero che era per celebrare la mia guarigione, quindi mi fece sentire felice.

(Di sicuro sono felice. Sembra un po’ inquietante, ma mi pensano così… come pensavo, sono un uomo nato per essere amato.)

Mentre guardavo quelle Valchirieparlai.

“Quando mostrano le loro stranezze in questo modo, non riesco a sentire alcuna uniformità. Al contrario, è come se non avessero nessuna stranezza di cui parlare. Ma posso capire che state tutte gioendo. Io, Lyle Walt… sono di nuovo in perfetta forma! Non c’è più bisogno che vi preoccupiate!”

In piedi sul secondo piano della cassa di legno, spinsi i pugni di entrambe le mani verso il cielo, e sollevai anche la mia faccia.

“Hmm, il cielo mi sta pure benedicendo. È una buona cosa che sia nuvoloso senza troppa luce solare oggi.”

Che sia sole o pioggia, o anche se la grandine dovesse cadere, alla fine, è la loro benedizione. L’uomo che è amato da tutte le forme di tempo deve essere amato attraverso i cieli.

E mi venne in mente una brillante teoria.

“Muh, ho pensato a qualcosa di carino!”

Ma potevo sentirlo dal basso. Urlandomi contro, e come se implorasse qualcosa. Guardare dall’alto in basso la faccia seria di Aria sembrava una brutta cosa da fare, così saltai giù dalla cima della cassa…

“Hup! E ora un bellissimo atterraggio!”

Atterrai proprio davanti ad Aria, facendo un singolo affondo profondo prima di stare in piedi. Lì, Aria usò l’impugnatura della lancia nella sua mano per colpire la mia testa.

“Che male, non è vero. Gelosa? Se è una caramella, ne ho altra da dare.”

Quando iniziai a rovistare nella mia tasca, Aria urlò.

“Idiota! Metti fine a questo strano rituale! Guardati intorno, sta spaventando tutti!”

I soldati di Rusworth guardavano le valchirie danzanti che ci circondavano. Forse lo trovarono minaccioso, mentre tutti guardavano con una faccia strana.

“Che maleducato da parte tua chiamarlo uno strano rituale. Stanno semplicemente ballando per celebrare la mia guarigione. Sembra che debbano ancora sviluppare l’espressione, quindi ballano solo per esprimere le loro emozioni. Se la pensi così, non è carino?”

Novem scosse la testa di lato.

“Lyle-sama, ancora un po’, e una guerra sta per iniziare. Credo che sia meglio moderare le azioni che abbasserebbero il morale. Non ci sono assoluti sul campo di battaglia.”

Rimproverato da Novem, sentii che non c’era niente da fare, così interruppi la danza. Tutte le Valchirie operative si erano riunite per preoccupazione per la mia cattiva salute, quindi non avevo la minima idea degli affari di Galleria.

“Non ci si può fare niente. Se lo dici tu, Novem. Tutte voi, lascia perdere la danza. Lascio a voi il compito di sviluppare la sincronizzazione per la prossima volta.”

“Le farai riprovare? Sei davvero un idiota!”

Alle parole di Aria, sorrisi.

“Hmm, se non capisci, allora sentiti libera di chiamarmi pazzo. Continuerò a lottare.”

Quando dissi una frase così figa, come anticipato, il volto di Elza-san divenne rosso. Come mi aspettavo da me. È già sul punto di cedere. Il mio fascino era spaventoso, ma sembra che Celes abbia rubato tutto il potere di Septem da dentro di me. In questo caso, questo è solo il mio fascino originale.

Novem fece un sorriso amaro.

“Lyle-sama, per favore non tirare una linea dal nulla per evitare il soggetto. Cosa hai intenzione di fare per questa situazione? Non hai mezzi per contattare l’altro lato? Il lato di Galleria è anche un campo di battaglia, e infiltrarsi a questo punto sarà difficile… è solo una mia idea, ma scommetto ti dirigerai lì e…”

Perché non spostarsi da quella parte per controllare la battaglia? Una tale proposta da Novem non fu mai detta fino alla fine. Quello a interrompere fu Elza-san.

“Ah, no… puoi aspettare un momento? Vedi, ci scambiamo lettere da un po’, e oggi… che ne dici di restare in questo campo, Lyle-dono?”

Cercando goffamente di fermarmi, mostrò il suo nuovo abbigliamento. Forse aveva provato ad aggiungere femminilità al suo abbigliamento da cavaliere, ma indossava una gonna e stivali che coprivano fino alle cosce.

La pelle pallida del suo viso era tinta di rosso, e i suoi occhi erano offuscati.

“Molto bene, allora resterò qui. Beh, Oggi non c’è che uno scontro di quelli che se la prendono con loro. Non ci dovrebbe essere un problema se io sia qui. Ed Elza-san.”

“S-sì?”

Mentre il suo volto si trasformava in un sorriso felice, anch’io diressi un sorriso.

“Con quei vestiti, stai meglio dell’ultima volta che ti ho visto. Sono rimasto affascinato dalla parte visibile tra la tua gonna e gli stivali.”

Quando diedi una risposta onesta, Aria mi pizzicò la schiena. Dev’essere gelosa.

“Cos’è, volevi essere lusingata? Non preoccuparti, Aria, hai un fascino che solo tu possiedi. Mi sono innamorato per quel tuo eroico splendore.”

Mentre dicevo questo con un sorriso, la sua mano sinistra entrò in contatto ad alta velocità con la mia faccia.

“Perché stai flirtando con le donne anche in un momento come questo!? E cosa dovrebbe significare eroico splendore!? Eh!?”

Spingendo la mano destra verso la mia faccia, io a lei.

“… Splendido schiaffo. Ma per favore non la faccia. Sono occupato oggi, quindi dovrò accompagnarti più tardi. A letto stasera, se lo desideri.”

Lì, la faccia di Aria diventò rossa come i suoi capelli, e abbassò la sua lancia su di me. Se avesse colpito, sarebbe stato davvero pericoloso, ma se lo pensi come se nascondesse il suo imbarazzo, ha anche un lato carino.

(Ho la sensazione che chiunque altro, tranne me, sarebbe morto per questo, ma è una questione banale. Se Aria non fosse andata così lontano, non ci sarebbe stato molto da fare.)

“Un colpo meraviglioso! Se quello colpisse, sarei morto. Quindi non sei contenta di essere abbinata con me?”

“Dovresti morire una o due volte per pentirti! Anche ora, continui a metterci tutte in imbarazzo!”

Gli occhi di Aria erano in lacrime, ma il fatto che lei lo chiamasse imbarazzo mi fece inclinare la testa. Penso che fosse sotto una sorta di malinteso.

“Non preoccuparti delle piccole cose. È solo imbarazzante perché pensi ad esso come imbarazzo. Ma questo è il mio standard, quindi non è un problema per me. Piuttosto, sono davvero occupato oggi, quindi possiamo continuare più tardi?”

Novem guardò nella mia direzione, toccandosi la faccia con una mano, e inclinando la testa.

“Non dovevi solo sederti e guardare oggi?”

Una tale Novem era carina, ma Elza-san era nel panico se fermare Aria, o lasciarla com’era, quindi per mandarle una zattera di salvataggio, parlai.

“Bene, ascoltate tutti. Oggi sono qui, quindi non c’è bisogno di preoccuparsi. È tutto quello che posso dire per ora. È così, quindi andrò a prepararmi. Tornerò prima che voi ve ne accorgiate.”

Vedendomi dichiararlo così audacemente, Elza-san arrossì e annuì, Aria si tenne la testa, e Novem mi mandò un sorriso combattuto mentre mi saluta.

Le Valchirie mi videro andarmene quando entrai in uno delle tende inutilizzate.

Quando entrai nella tenda, trovai Monica che canticchiava, mentre la preparava per il mio uso.

E mentre mi vedeva, agitò la mano con un sorriso estremamente buono sul viso.

“Guardati intorno, Pollo Cazzone. Io, Monica, ho preso il comando delle inutili unità di rottami da uno a tre per prepararti questa tenda! I preparativi sono perfetti!”

L’avevo preso in prestito perché volevo uno spazio per stare da solo, ma Monica stava già prendendo l’iniziativa di girare i suoi ingranaggi e prepararlo.

Le misi una mano sulla spalla.

“Grazie, Monica. Hai fatto tutti bene. Ho qualcosa che voglio pensare da solo per un po’. Quindi potresti andare ad aiutare fuori? Verrò presto da voi. Conto su tutti voi.”

Quando diressi un sorriso, le Unità Valchiria da Uno a Tre assunsero pose. Aprirono la bocca allo stesso tempo.

“Lascia fare a me! Questa perfetta Valchiria Uno!”
“Il modello speciale Unità Due eseguirà gli ordini del suo padrone!”
“Più di Uno e Due, l’Unità Tre servirà il suo padrone.”

Posarono insieme, ma i loro messaggi erano ovunque. Monica guardò le tre macchine, e derise.

“Per gli automi che non si abbinano al respiro, non fanno altro che mostrare la loro individualità forzata… i miei occhi non possono sopportarlo.”

Le Valchirie hanno raggiunsero i raccoglitori sulla schiena, e cercarono di estrarre le armi quando battei le mani.

“Ehi, è ora di lavorare.. Voi tre prendete il comando delle altre Valchirie fuori. Monica, ti assegno a Novem.”

“Ricevuto. Ti mostrerò quanto io sia diversa da queste imbroglione di contrabbando degradate!”

Seguendo Monica, che se ne andò, le tre Valchirie lasciarono la tenda.

E un Capo della Terza Generazione che tratteneva con la sua risata mi parlò.

『Allora sei in forma oggi, mr. lyle? Ho la sensazione che la tua potenza di fuoco sia mancata finora. Ma, cosa più importante, ha un piano? Se non mandi le Valchirie, o vai direttamente al campo di Galleria…』

La Terza sembrava preoccupata, ma non c’erano problemi per me.

“Va bene. Mi nasconderò questa volta. Beh, è una buona opportunità per fermare questo flusso di guerra cospirata. Quando quelli che bevono la roba buona impareranno quanto sia pericolosa una situazione in cui sono stati messi, si calmeranno un po’. Alla fine, penseranno di essere carne morta o moriranno.”

Per quanto mi riguarda, la Quinta sembrava un po’ sorpresa.

『… Oy, il piano era di far scontrare i traditori e indebolirsi l’un l’altro, non è vero?』

Disse. Avevo pensato anche così, ma c’era un’opzione più adatta in questa situazione, così scelsi semplicemente di sceglierla.

Ed ebbi preoccupazioni fin dall’inizio.

“C’è la possibilità che ci siano persone che hanno avuto scambi dietro le quinte come Gracia ed Elza. Non è una forzatura pensare che stiano cercando di far sembrare che stiano disperatamente lottando. Perché anche se si lanciano la loro gente l’una contro l’altra, andrà tutto bene finché sopravviveranno loro stessi.”

La Settima sembrava impressionata dalla mia opinione.

『Così l’hai notato, Lyle. No, mr. lyle. Ma anche così, questo non cambia il fatto che subiranno pesanti perdite. Se ridurrai ulteriormente il numero di signori o funzionari, i paesi non saranno in grado di muoversi. Pensando all’equilibrio, la questione è pacifica.』

La Settima cercò di persuadermi, ma sorprendentemente, la Terza e Milleia-san sostennero la mia posizione. E le opinioni del Gioiello erano divise a metà.

(… Con un numero pari di loro, il voto a maggioranza diventa difficile.)

Mentre la Quinta e la Settima cercavano di dissuadermi, la Terza.

『Che ne dite di lasciare che mr .lyle faccia quello che vuole? Voglio vedere che tipo di risultato porterà. Per di più, se peggiora la situazione, allora la cosa peggiore è tirare fuori quelle due leader e le teniamo.』

Milleia-san era della stessa opinione.

『Solo un altro po’ per prenderle, dopotutto. Santo cielo, se fosse solo così assertivo su base regolare, non mi stancherei mai di guardare. Il divario è importante, ma deve sistemare la sua solita esitazione un po’ di più, vedo.』

Disse alcune parole dure, ma se la prendo come la sua preoccupazione per me, non è affatto male. E non è che io desideri la peggiore delle ipotesi.

“Vi sbagliate. Non è che abbia l’intenzione di allontanare quelle due dalle loro posizioni. Sono entrambe specializzate per guidare le truppe e combattere sul campo di battaglia. In tal caso, questa è la situazione del tutto appropriata.”

La Quinta acconsentì a questo. Ma mostrò disapprovazione per un’alterazione del piano.

『Sono d’accordo su questo. Sono d’accordo… ma in questo caso, non c’è bisogno di fare qualcosa di simile al gioco d’azzardo, giusto?』

Anche la Settima.

『Fare revisioni affrettate e creare una situazione in cui non riesci a far innamorare le due sarà fastidioso. E aspetta, la conversazione è naturalmente rivolta a sedurle, ma immagino che questo mostri la crescita di Lyle… in vari modi.』

Sentendo le opinioni degli antenati, scoppiai a ridere. Non riuscivo più a trattenermi.

Milleia-san.

『Che succede, Lyle?』

Dopo essermi schiarito la gola, dichiarai arditamente alla tenda vuota. Aprendo entrambe le mani, e guardando verso il soffitto, potei vedere il legname sostenere la sua struttura.

“Vi sbagliate, mia brava gente! Non è che questo Lyle Walt seduca qualcuno! Quando arrivate al mio livello, le donne su cui punti gli occhi cadono spontaneamente!”

Dopo un po’ di silenzio, la Terza si mise a ridere.

『Per la sua eccessiva sicurezza di andare così lontano, come ci si aspettava da mr. lyle. Ma se si innamorino da sola, o si lascino sedurre, se fallisce, non sarà fatale? E hai dimenticato che sei regolarmente collegato via linea a Monica-chan e le altre? Possono determinare la tua posizione istantaneamente.』

Giusto, proprio come potevo dire la loro posizione, potevano percepire anche la mia. Quindi anche se mi nascondessi, e restassi in silenzio, sarebbero venute a cercarmi. Se glielo dicessi, credo che ascolterebbero i miei ordini, ma non sarebbe divertente.

Avevo pensato di provarlo, così decisi di sfruttare questa opportunità.

Estrassi la spada che avevo preso in prestito da Aria. Un tipo di Strumento Magico, e qualcosa tramandato da un abile cavaliere durante l’invasione di Selva, a quanto pare.

Sorrisi.

“Va bene. Se lo uso, creerà un’interferenza con il Gioiello e getterà la linea nel caos. Di solito non posso usare gli Strumenti Magici, ma gli strumenti sono tutti su come li usi. Posso scappare quando voglio. FWAHAHAHA!!”

Se usassi uno Strumento Magico, interferirebbe con il Gioiello e lo disattiverebbe. Per questo, non li avevo mai usati prima. Ma erano una cosa abbastanza conveniente da avere in un momento come questo.

Quando sollevai una grande risata mentre dicevo questo, la Terza improvvisamente scoppiò nel panico.

『… Eh? Aspetta un secondo! In questo caso, non saremo in grado di guardare il mr. Lyle in–』

Anche la Settima era agitata.

『N-Non puoi, Lyle! Questo metodo non porta gioia a nessuno di noi! Che ne dici se pensiamo a un mezzo diverso e…』

Milleia-san iniziò a rimproverarmi.

『Lyle, quando il festival finalmente arriva, è ingiusto se non riesco a godermelo con tutti gli altri. Capito. Ti aiuterò anch’io, quindi che ne dici di mettere giù lo Strumento Magico, e discuterne? Senti, se mandi la tua coscienza al Gioiello per un po’, sarà finita prima che te ne accorga.』

Sono sicuro che progettarono anche di usare la magia della persuasione per impedirmi di usare lo Strumento Magico. Se fosse stata Milleia-san, forse sarebbe stata in grado di farcela, così le diedi una risata.

“È troppo tardi! Io, Lyle Walt… Ho il principio di fare quello che ho deciso di fare! Io non sono il tipo di uomo di cedere alle minacce! Bene allora, arrivederci!”

Quando tirai fuori la lama, e feci scorrere dentro il Mana, le Abilità conferite al metallo si attivarono, e interferirono con il Gioiello. Si misero l’uno contro l’altro, e le voci che sentii dal Gioiello si spezzarono e si disconnessero.

Alla fine, la Quinta.

『No… più mio… -blema.』

Disse. Continuai a versare il Mana nella spada, restituendola al suo fodero mentre tiravo indietro i miei capelli.

“Cosa, tornerò in tempo per l’evento principale, e lo rilascerò lì. Aspettate un po’.”

Mormorai sapendo che non potevano sentirmi.

“Ogni tanto dovreste avere pazienza, miei cari antenati.”

Facendo un sorriso, uscii dalla tenda, e mi nascosi. Era tutto per convincere entrambe le parti a combattere seriamente.

… Mentre entrambi i campi si guardavano l’un l’altro, Gracia mandò Miranda come messaggera.

Anche quando questa era una farsa di una guerra, era ancora la prima campagna di suo fratello. Voleva avere Lyle al suo fianco.

Ufficialmente, non dovevano avere alcun mezzo per contattarlo, quindi come copertura, dovettero mandare qualcuno. Ma Miranda aveva dato una spiegazione vaga, e tutto ciò che rimaneva era aspettare che l’uomo arrivasse.

Irrequieta mentre aspettava, Gracia guardò dall’interno della sua tenda mentre aspettava il ritorno della messaggera Miranda.

Poiché non riusciva a calmarsi, i signori circostanti probabilmente la ritenevano irritata, mentre abbassavano la testa in silenzio.

Leold cercò di avere tatto.

“Gracia, anche se non fai tanta pressione su ciò che ti circonda… sono sicuro che tutti combatteranno al massimo.”

Sentendo queste parole, Gracia iniziò a mettere su una recita con lui.

“Hmm, queste parole non hanno peso quando vengono da un ignorante del campo di battaglia. Quando potrebbero esserci ancora dei traditori tra di noi, i quali possono dire quando mi taglieranno la testa nel sonno. Ho detto che dipenderò dalla lealtà di tutti i presenti oggi, ma…”

Pensando a quanto fosse imbarazzante dire queste cose al suo fratellino carino, Gracia continuò a recitare, quando Miranda tornò alla tenda. Gracia inghiottì la sua gioia e assunse un atteggiamento imponente.

“Così sei venuta. Come ha risposto Rusworth?”

I signori rimasero tutti consapevoli di ciò che il messaggero stava per dire. Miranda si inginocchiò.

“… Incapace, è la risposta.”

Miranda non poté dare una spiegazione dettagliata in questa situazione, quindi diede solo una breve trasmissione del risultato.

Mentre Gracia stava in piedi, pensò da sola.

(Che cosa significa che è incapace!? Deve solo mostrarsi un po’ di più da questo lato, non è vero? Non può solo preoccuparsi di me un po’ di… a-aspetta! Visto che è la persona che piace a Elza, potrebbe essere che lei…)

Ancora in piedi, Gracia rimase in silenzio per un po’ prima di aprire di nuovo la bocca.

“… Ancora una volta. Messaggero, ti farò andare al campo di Rusworth ancora una volta. Tutti gli altri, alle vostre postazioni!”

Mandando i signori dirigersi alle loro armate, con solo gli interessati rimasti nella tenda, Gracia parlò.

“Miranda-chan, cosa vuol dire che non è possibile!?”

Mentre si avvicinava a Miranda come per aggrapparsi a lei, Miranda si grattò la faccia con un dito.

“No, um… non riescono a trovare Lyle, sembra.”

Gracia parlò immediatamente.

“Aspetta, hai detto che l’automa di nome Monica-chan entra naturalmente in contatto con lui! Inoltre, avere tutte le unità da quella parte non faceva parte del… non poteva essere.”

La peggiore possibilità galleggiò nella sua testa. Un delirio di se Elza avesse notato i suoi sentimenti, e rubato Lyle.

“Quella strooonzaaa!!”

Quando Gracia alzò la voce, Leold si fece avanti freneticamente per calmarla…

“Gracia, aspetta! Ci può essere qualcuno intorno! E può avere le sue circostanze!”

… A Rusworth, le Valchirie si agitarono mentre cercavano per tutto il campo.

Monica era seduta, abbracciandosi le ginocchia nella tenda di Elza. La linea fu tagliata, così lei non poteva rifornirsi dalla riserva di Mana di Lyle. In un momento come questo, stava facendo in modo di non compiere movimenti inutili, e rimase a corto di energia. Quindi rimase in standby.

Ma forse la persona stessa voleva andarsene, perché non smetteva di borbottare tra sé e sé.

“Se non mi fossi separata dal Pollo Cazzone… non essendo al suo fianco durante il suo periodo febbrile, sono un fallimento come cameriera. Questa Monica non è Monica. Dannazione… dannazione…”

Vedendo Monica in un angolo della tenda, fissando una trave di supporto e parlando da sola, Aria trasse un sospiro.

“Solo perché non riesci a metterti in contatto per un po’? Lyle ha una notevole abilità, e sono sicura che starà bene. Giusto, No… vem?”

Quando Aria guardò Novem in piedi al suo fianco, fece un passo indietro e prese una certa distanza.

“… Eh? Hai detto qualcosa? Che cosa potrebbe essere? Oh, ti capita di sapere dove sia Lyle-sama? È già tornato? Dovrei andare a cercare… No, ma mi ha ordinato di restare… cosa dovrei fare?”

Completamente senza espressione. E una voce senza alcuna inflessione, non era la solita Novem il cui sorriso non si sarebbe mai estinto. Barcollava un po’, afferrando il bastone di famiglia della Casata dei Forxuz in mano molto più forte del solito.

Aria guardò Elza. Nella tenda, seduta sulla sua sedia, Elza era anche preoccupata per Lyle.

“Ho cercato di trovarlo quando quel messaggero è venuto a cercarlo, ma dato che non c’era, ho dovuto rifiutare… la tempistica è troppo buona.”

Aria notò che Elza si comportava in modo strano, e stava per provare a calmarla con parole che sarebbe tornato in men che non si dica, quando ricordò la sua ultima conversazione con l’uomo.

(Aspetta, proprio ora, lui… disse che avrebbe solo osservato, eppure doveva essere occupato.)

Allora questo non fa parte del piano di Lyle? Stava per menzionarlo, quando Elza si alzò.

“L’ha fatta. Quella donna… ora che ci penso, la sua lettera diceva che aveva qualcuno che le piaceva. Non importa come la guardi, quello era Lyle-dono, giusto! Fingendo di mandare un messaggero, l’ha davvero portato via!”

Mentre Elza si preparava, Aria cercò di dire che non era il caso. Ci provò.

“Non c’è modo che sia vero. Miranda è la nostra com—”
“—La possibilità esiste. È Miranda-san, dopotutto.”

Novem mormorò tranquillamente. I suoi soliti scontenti, o forse inconsciamente, la ragazza stessa non sembrava troppo consapevole di ciò che aveva detto. Ma non poteva permettere una situazione in cui Lyle era assente, a quanto pare.

Lì, Elza afferrò un bastone vicino, lasciò la tenda, e alzò la voce.

“Radunate subito i generali! C’è stato un cambio di programma. Lo farò personalmente…”

Dopo aver detto così tanto, un soldato corse, e la informò. Le sue ginocchia tremarono all’atmosfera agghiacciante di Elza.

“E-Elza-sama! Il messaggero è tornato di nuovo da Galleria…”

C’era Miranda dietro il soldato.

“Avete già trovato Lyle? Se possibile, vorrei portarlo indietro in fretta. Abbiamo le nostre circostanze.”

Aria saltò fuori dalla tenda, e guardò il volto del messaggero. Ma Elza rivolse il suo bastone a Miranda.

“Quando hai rapito tu stessa Lyle-dono, hai una bella faccia tosta. Vai a dirlo a quella donna. Che non cospirerò mai più con lei fino alla fine di questo mondo. Lo riporterò indietro.”

Alla proclamazione di Elza, Miranda fece un’espressione vuota, prima di guardare Aria. Elza immediatamente si diresse verso i suoi generali, e Novem instabile la seguì.

Miranda ad Aria.

“Cos’è successo? Cosa vuol dire che Lyle non è qui? E sembra che pensi che sia stata io a prenderlo.”

Aria cercò in fretta di trasmettere la situazione attuale. Ma il problema stava nel fatto che questo tipo di cose era il punto debole di Aria. Dopotutto, dopo aver sentito la sua spiegazione, Miranda…

“… Quella donna, quando pensavo che stesse tranquilla, fa delle cose piuttosto brutte.”

Vedendo le spalle di Miranda tremare, Aria pensò che fosse uno sbaglio.

“È-è errato! Anche Novem si comportava in modo strano perché Lyle non c’era più. Sono sicura che è perché lei è…!”

Ma senza ascoltare le spiegazioni di Aria, Miranda si girò, e si diresse verso il cavallo con cui era venuta.

E parlò con Aria.

“Vai a dirlo a Novem. ‘Se è così che la giocherai, ho delle carte mie’. Aria, vai a cercare Lyle… O forse sei in combutta con quella donna?”

Guardando negli occhi di Miranda, Aria indietreggiò e scosse la testa. Miranda sorrise e parlò con Aria.

“Capisco, ottimo. Sei mia amica, Aria. Confido che non mi tradirai.”

Aria non riusciva a prendere le parole di Miranda alla lettera. Di solito era senza tatto, ma guardando il sorriso assetato di sangue di Miranda, non è come se potesse rimanere ignara.

Quello era un avvertimento.

Aria poté capirlo.

(C-cosa hai intenzione di fare al riguardo, Lyle~!)

Sull’orlo delle lacrime, Aria scappò alla ricerca di Lyle, che era scomparso da qualche parte…

Precedente | Indice | Prossimo

Lascia un commento

error: Content is protected !!