Volume 9 Capitolo 4 Parte 8

Precedente Indice | Prossimo

E così, il dio che era strisciato fuori dal cerchio di magicka fu distrutto dall’Abreq ad Habra di Suimei e ritornò sul piano astrale. Tutto ciò che rimase furono i credenti caduti e il pallido fulmine che ancora danzava sul terreno. Tali effetti persistenti erano abbastanza comuni dopo l’invocazione della grande magicka.

Suimei estrasse la sua katana di mercurio dal terreno, ritirò la magicka che la modellava e spazzò via il fulmine residuo con la mano destra. Mentre lo faceva, le parole sembrarono finalmente tornare a Felmenia, la quale era ancora mezza stordita da ciò a cui aveva appena assistito.

“Che potere terrificante…”

“Beh, è così che va ora che sono tornato qui.”

L’incantesimo di Suimei aveva perforato il cielo con una forza sufficiente a spazzare via un’intera montagna. Aveva già usato lo stesso incantesimo due volte nell’altro mondo, ma mai con una tale potenza distruttiva. Felmenia rimase stordita per un po’ mentre ammirava il lampo persistente, quando all’improvviso qualcos’altro sembrò colpirla completamente.

“Ora andiamo a salvare Mary-dono!”

Cominciò immediatamente e frettolosamente a dirigersi verso la chiesa quando il leader dei maghi nemici cominciò a ridere. Suimei e le ragazze lo guardarono tutte con espressioni perplesse.

“Stai parlando dell’omuncolo che vi ha preceduto, vero? Il nostro capo si è sicuramente occupato di lei ormai,” derise.

“Il vostro capo, eh?” Suimei derise a sua volta.

Con ogni probabilità, il loro capo era l’omuncolo descritto nella richiesta di esecuzione. Questo attirò lo sguardo di Suimei verso la chiesa.

“Quella cosa?”

“Puoi scommetterci il culo.”

“‘Quella cosa’? Di cosa state parlando, Suimei-kun?” Lefille chiese.

Suimei si portò una mano alla mascella. C’era qualcosa come una foschia di calore scintillante in direzione della chiesa.

“È una magicka di barriera. Probabilmente del tipo che blocca il suo bersaglio all’interno del mondo spirituale. Una barriera di illusione di tipo contenimento.”

Proprio come la richiesta di esecuzione aveva avvertito, la magicka di barriera era il forte dell’obiettivo. In particolare, barriere di illusione di tipo contenimento. L’elemento contenimento indicava che il bersaglio era bloccato all’interno, e la parte di illusione indicava che il bersaglio era sotto l’effetto di qualche tipo di allucinazione. Hydemary era probabilmente intrappolata dalle suddette allucinazioni, vagando all’infinito all’interno della barriera.

Lì, il leader rivolse uno sguardo scuro di animosità a Suimei.

“Con il capo dalla nostra parte, anche tu—”

“Non puoi competere con noi, eh? Per chi mi hai preso?”

“Ah! Sei contro un omuncolo—un genio naturale! Un semplice umano non può sperare di eguagliare la sua conoscenza!”

Certamente non aveva tutti i torti. Per la loro stessa natura, gli omuncoli possedevano una vasta conoscenza. La conoscenza in sé era un grande potere per i maghi; la sua presenza o la sua mancanza da sola poteva determinare il loro calibro. Tuttavia…

“Ed è così che l’avete istigato?”

“Eh? Di che cosa stai parlando?”

“Non fare il finto tonto. Avete sostenuto di non poter sopportare il peso di essere il ricettacolo, così potete scaricarlo su di lui, giusto? Gli omuncoli sono intelligenti, quindi non fanno molti errori. Ma è proprio così che voi avete approfittato della distorsione di un omuncolo, vero?”

“…”

Lì, il leader tacque. Suimei aveva colpito nel segno, e lo sapeva. Felmenia, invece, sembrava assolutamente perplessa.

“Suimei-dono, cosa intendi con ‘la distorsione di un omuncolo’?”

“Gli omuncoli nascono con una grande conoscenza. Immaginate un bambino con l’educazione più completa che possiate immaginare e anche di più. Ma, alla fine, sono ancora bambini. Poiché non possiedono altro che conoscenza e nessuna esperienza personale, è facile destabilizzare le loro menti. Ed è esattamente così che questi ragazzi ne hanno approfittato per i loro scopi. Probabilmente gli hanno detto che se si fosse assimilato a un dio, avrebbe riempito il vuoto nel suo cuore.”

Suimei si fermò lì per un momento prima di arrivare al vero cuore della questione.

“Questo è il quadro che voi ragazzi stavate dipingendo. Fate sembrare che il capobanda sia l’omuncolo quando in realtà siete voi a condurlo per il naso. Tutto per poter approfittare del suo potere. Avete usato la vanità di un genio e la sua voglia di protagonismo contro di lui.”

Si diceva che gli omuncoli fossero suscettibili alle instabilità della mente a causa del divario tra la loro conoscenza ed esperienza. E poiché erano stati creati per il bene degli umani, erano naturalmente predisposti ad ascoltarli. Questo era ciò che rendeva possibile approfittare di loro in questo modo.

“Cosa c’entra? Non è normale che gli umani usino gli omuncoli? Anche lui ci sta usando perché vuole un posto a cui appartenere, giusto?”

“Non posso negarlo. Tuttavia, come maghi, dovreste essere in grado di capirlo da soli. No, me lo rimangio. Queste stupide stronzate fanno comodo agli idioti come voi che hanno abbandonato il loro orgoglio di maghi.”

“Ugh…”

Suimei si mise davanti al leader, il quale ora gemeva di nuovo per il dolore, mentre emetteva su di lui il giudizio di un Esecutore.

“Ex Alphard Nove, Saix Ruger. Su richiesta dell’Associazione delle Mille Notti, anche se ti risparmio la vita, sei in arresto.”

“Siamo caduti così in basso…”

“Se vuoi far rivivere la tua organizzazione, fallo nel modo giusto. Avresti dovuto sapere che qualcosa che avrebbe portato l’Associazione delle Mille Notti su di te era sbagliato fin dall’inizio,” Suimei sputò sul leader caduto prima di rivolgersi a Felmenia. “Vado a prendere Hydemary. Voi tre trattenete questi ragazzi. Non che si muoveranno molto con quelle ustioni.”

Poi si avviò verso la chiesa.

“Quella è una barriera di tipo contenimento! Non è possibile entrare dall’esterno—”

Saix stava senza dubbio per affermare che era impossibile, apparentemente dimenticando che Suimei aveva già fatto l’impossibile oggi.

Nel momento in cui Suimei toccò l’esterno della barriera, improvvisamente ricordò qualcosa che aveva sentito una volta su Hydemary. Qualcosa che il capo della Società gli aveva detto una volta…

Precedente Indice | Prossimo

Lascia un commento

error: Content is protected !!