94 – Ancora mi ricordo…

Capitolo offerto da

— • — • — • —

Hajime e Kaori guardarono i velieri. Anche sulla Terra, le prime navi a vela non potevano eguagliare le gigantesche dimensioni di questa.

Non meno di 300 metri di lunghezza e grande quanto un edificio di dieci piani, era visibile solo in parte da terra. Lungo tutto lo scafo furono montate magnifiche decorazioni. Anche se marcite, davano comunque una forte impressione che ti fa venire voglia di ammirarli. Sulla loro nave di legno, Hajime, specializzato anche nella produzione delle stesse decorazioni, rimase a malincuore impressionato dalla misura in cui avevano dettagliato le loro navi e non poté fare a meno di ammirare il tempo e lo sforzo che gli artigiani dedicarono alla loro creazione.

Mentre abbracciava Kaori, Hajime balzò in piedi usando “Void Grip” e atterrò sulla terrazza in cima alla nave di lusso. Poi, abbastanza sicuro, lo spazio circostante ha cominciato a distorcersi.

“Di nuovo?… Kaori sta all’erta. Qualcosa è destinato a succedere. ”

“Un. A me sembra a posto. ”

Hajime riteneva che la risposta rilassata di Kaori non fosse adatta a qualcuno ancora nel bel mezzo di una sfida in un Great Dungeon. Era diventato chiaro da un po’ che la tensione di Kaori era diminuita drasticamente. Anche se stava ancora mostrando un sorriso, Hajime poteva dire che era diverso da tutti quelli soliti. Era sicuro che non lo stesse facendo apposta, ma il suo nuovo atteggiamento distratto non andava bene per la loro situazione attuale. Dovrebbe almeno tenerlo sotto controllo finché l’esplorazione di [Meljeene Deep Sea Ruins] non fosse finito, pensò Hajime mentre si grattò bruscamente la guancia.

Hajime ha fatto un rapido esame dell’ambiente alterato, questa volta sembra che fossero in cima a una nave di lusso che navigava in mare.

Attualmente è notte, con la luna piena che risplende nei cieli. La nave di lusso risplende di leggeri bagliori e sul ponte ci sono varie cucine in stile buffet allineate con molte persone che chiacchieravano mentre avevano in mano cibo dall’aspetto delizioso.

“Questa è una festa… non è vero?”

“Haa, sicuramente è abbagliante. Abbiamo frainteso il concetto di Meljeene? ”

Hajime e Kaori erano in piedi su una terrazza rialzata, probabilmente un’area riservata all’equipaggio, mentre guardavano dall’alto in basso l’enorme ponte e cercavano di capire la differenza tra questa festa allegra e lo spettacolo orribile a cui avevano assistito l’ultima volta.

Poi, proprio quando decisero di prendersi una breve pausa, la porta dietro di loro si aprì e diversi marinai uscirono chiacchierando. Piuttosto che rischiare di perdere questa occasione mentre si riposavano, hanno deciso di unirsi ai marinai e ascoltare la loro conversazione.

Dall’ascolto delle storie del marinaio hanno appreso che questa festa marittima si sarebbe tenuta, a quanto pare, per celebrare la fine della guerra. La guerra che era continuata per tanti anni, invece di terminare con l’invasione e l’annientamento, era stata risolta firmando un trattato di pace. I marinai sembravano felici e, se guardavano da vicino, erano in grado di vedere che non solo c’erano umani sul ponte, ma anche demoni e semi-umani. Senza distinzione di razza, tutti chiacchieravano liberamente tra loro.

“C’era un’epoca come questa, no?”

“Certamente è stato un grande risultato per tutte quelle persone impegnarsi così tanto per porre fine alla guerra. Anche se non sono sicuro di quanti anni siano passati dalla fine della guerra, sicuramente non tutti i sentimenti negativi sono svaniti, eppure riescono ancora a ridere così liberamente… ”

“Sicuramente le persone laggiù devono essere simili a quelle che hanno fatto del loro meglio per porre fine alla guerra. Ognuno è diverso, vedere questo non significa necessariamente che tutti siano in grado di ridere insieme così presto. ”

“È vero…”

Rimanendo invischiati nell’atmosfera e nelle espressioni luminose delle persone, anche Hajime e Kaori si rilassarono naturalmente. Dopo un po’ videro un uomo anziano salire su un palco preparato sul ponte. C’era un senso di rispetto negli occhi delle persone di sotto quando lo notarono sul palco e smisero bruscamente di chiacchierare per concentrarsi su di lui.

C’era un altro uomo che sembrava essere un aiutante in piedi vicino all’anziano, ma per qualche motivo indossava un cappuccio e cercava di mimetizzarsi con lo sfondo. Data l’occasione, Hajime pensava che il suo aspetto fosse un po’ scortese… tuttavia non sembrava che nessun altro fosse preoccupato per l’uomo incappucciato.

Alla fine, quando tutte le chiacchiere si furono placate, l’anziano iniziò il suo discorso.

“Signori, coloro che desideravano la pace, le anime coraggiose che hanno corso la guerra rischiando la vita, sono i messaggeri di pace. Oggi, in questo luogo, sento che è davvero una grande fortuna per tutti noi poterci incontrare qui insieme. È stata una guerra iniziata da molto tempo, anche per la mia generazione, eppure siamo stati in grado di stare insieme in pace dopo aver posto fine alla guerra. Per vedere un sogno del genere diventare realtà… il mio cuore trema ancora. ”

Tutti ascoltavano in silenzio mentre il vecchio parlava. Man mano che il discorso continuava, eventi come dubbi, incroci e incidenti sono diventati trampolini di lancio verso la pace. Ha parlato di coloro che erano spesso spericolati nei loro tentativi di ribaltare questo, e degli amici che si sono dispersi durante la metà… mentre il discorso progrediva, tutti gli occhi hanno iniziato a guardare lontano, desiderando i loro mancati e sopprimendo l’umidità dagli angoli degli occhi, sopportando l’impulso di lasciare scorrere le loro lacrime.

Sembrerebbe che il vecchio sia il re degli umani. Tra gli umani, anche nelle prime fasi della guerra, sembrava ci fosse un movimento dietro le quinte per la pace. Le persone ora annuiscono per mostrare il loro rispetto.

Alla fine sembrava che il discorso fosse finito. Il re sembra ancora abbastanza agitato dopo il suo discorso, anche l’atmosfera sul ponte è ancora abbastanza agitata. Tuttavia Hajime è assalito da una brutta premonizione. Qualcosa non va, ha già visto l’espressione che il re indossa da qualche parte.

“- e quindi, è passato un anno dalla firma del trattato di pace. Era tutto così sciocco.”

Alle parole del Re, per un attimo la folla apparve perplessa, Hajime pensò di averlo capito male. Tutti si guardavano confusi. Nel frattempo è proseguito il discorso acceso del re.

“Sì, è stato davvero sciocco. Vedere sia le bestie che gli eretici parlare del futuro e scambiarsi bevande, era ridicolo. Capite, signori? Esatto, sto parlando di te. ”

“Cosa diavolo stai dicendo Aleist?! Diavolo, cosa c’è di sbagliato in sayin-gaah !? ”

Con l’improvviso cambio di re Aleist, uno dei diavoli che era agitato si alzò davanti a lui. Poi, mentre cercava di interrogare re Aleist…. il risultato improvviso fu una spada che gli cresceva dal petto.

L’uomo della tribù dei demoni che è stato accoltellato, si guardò alle spalle per vedere le espressioni sbalordite della tribù umana. Guardando i loro volti si poteva dire che erano tutti sinceramente sorpresi. Con un’ultima espressione di incredulità, l’uomo della tribù dei Demoni crollò.

Si levarono delle urla e l’intero ponte cadde in subbuglio. “Vostra Maestà!”, Gridarono diversi uomini e donne mentre si precipitavano verso il corpo crollato dell’uomo della tribù dei Demoni.

“Bene signori, come ho affermato inizialmente, sono davvero felice di riunire tutti stasera. Creeremo un paese libero dalle razze abbandonate da dio, dove tutti possono essere uguali. Dalla Genesi c’era un solo dio, “Ehito-sama”. Coloro che gli hanno voltato le spalle, adorando scioccamente un falso dio, tali pagani non devono essere autorizzati ad andarsene! Finirà oggi! L’unico percorso per la pace è distruggere tutti i pagani! Pertanto, in questo giorno, mentre spazziamo via i leader dei non credenti, non posso fare a meno di rallegrarmi! Ora, servitori di Dio, giudicate questi pagani con il martello della giustizia! Aah! Ehito-sama, per favore veglia sul nostro lavoro!”

*solo a me viene voglia di tritare questo re e farne spezzatino?

La risata del re Aleist echeggiò forte mentre cadeva in ginocchio e guardava verso il cielo. Allo stesso tempo fece segno ai soldati, vestiti da marinai, di circondare completamente il gruppo sul ponte.

Il ponte è posizionato al centro della nave, inserito tra un gigantesco albero e la struttura principale, alto 10 piani da davanti a dietro. Se guardi, i soldati stanno occupando le impalcature sulla terrazza e sull’albero, disposti in modo che possano concentrarsi sugli obiettivi sotto di loro. In mare non c’è un posto dove scappare, il vantaggio geografico è interamente dalla parte del soldato. Hajime ne sarebbe già stato consapevole, ma le espressioni di disperazione del leader del paese hanno mostrato che lo stavano realizzando solo ora.

In un istante, tutta la magia fu finalmente rilasciata e bombardò il gruppo. Anche se i passeggeri hanno reagito disperatamente, erano in svantaggio… è stato un massacro unilaterale in quanto coloro che hanno resistito sono stati massacrati.

Coloro che corsero fuggirono verso l’interno della nave, tuttavia la maggior parte di loro fu uccisa mentre correvano. Il ponte era stato completamente trasformato in un mare di sangue in un solo istante.

“Ugh”

“Kaori…”

Kaori si coprì la bocca con una delle sue mani per sopprimere la nausea mentre si appoggiava alla ringhiera. La vista era così orribile che non c’era da meravigliarsi che Hajime si allungasse e offrì a Kaori il suo sostegno.

Sembra che il re Aleist avesse voglia di cacciare poiché presto si unì ai suoi subordinati per inseguire i resti che erano fuggiti nella nave.

L’uomo incappucciato seguì il re nella nave. Appena prima di entrare si voltò e guardò di nuovo il ponte. In quell’istante un ciuffo di capelli argentati uscì dalla frangia del suo cappuccio e risplendette alla luce riflessa della luna. I suoi occhi nascosti incontrarono i loro e per un momento Hajime pensò di essere stati visti.

I dintorni sono distorti, apparentemente il dungeon vuole solo mostrare loro la scena precedente, Hajime e Kaori erano presto tornati in cima alla nave di lusso abbandonata.

“Kaori, riposati un po’.”

“No, sto bene. Anche se è stato un po’ intenso… ma mi chiedo se quella sia stata davvero la fine di quel processo… non abbiamo nemmeno fatto nulla. ”

“Penso che questo cimitero di navi sia il suo punto finale. Anche se avremmo potuto esplorare il mare oltre la barriera… se ci pensiamo normalmente, le persone che volevano procedere nelle profondità del mare avrebbero dovuto usare la nave. Forse assistere a quella scena era di per sé lo scopo della visione. Per imprimere a fuoco la macabra opera degli dei nella tua memoria in modo da sentirti obbligato a esplorare questa nave come risultato. È un’idea piuttosto sgradevole, soprattutto per le persone di questo mondo.”

Ci si aspetta che le persone di questo mondo, anche se pochi di loro ce la farebbero, abbiano fede negli dei. Mostrare loro un risultato così raccapricciante della loro fede… torturerebbe sicuramente uno spirito gentile, e il punto vitale per l’esplorazione di questo Labirinto è il potere della magia che dipende fortemente dal proprio stato mentale. In quel senso, era il contrario di Raisen Great Dungeon. Fu solo perché Hajime proveniva da un altro mondo che i risultati di questa pressione mentale furono di così piccola entità.

Sia Hajime che Kaori guardarono al di sopra del ponte con un’espressione che indicava il loro riluttante ricordo del terribile massacro che era avvenuto qui. Tuttavia, nel caso di Hajime, la sua faccia sembrava più che ricordasse un brutto fallo sportivo.

Dopo aver preso la loro decisione, i due saltano giù sul ponte e mettono piede vicino alla porta da cui una volta Re Aleist è entrato chissà quanto tempo fa.

L’interno della nave era completamente avvolto dall’oscurità. Dato che l’esterno era luminoso, non sarebbe stato strano che la luce entrasse attraverso le fessure del legno marcio, ma per qualche motivo non ce n’era affatto. Per spingersi in avanti nell’oscurità Hajime ha preso una luce dalla sua “Scatola del tesoro”.

“Quello spettacolo prima… Anche se la guerra era già finita… mi chiedo, il re li ha davvero traditi…?”

“Ecco com’era… Tuttavia, non era un po’ strano? Quando si è alzato sul palco quelle persone lo guardavano con occhi pieni di amore e rispetto… Se in fondo tu odiassi davvero i Demoni e i Demi-umani, saresti davvero in grado di guadagnarti un rispetto così profondo?”

“È vero… In base al modo in cui quelle persone gli parlavano, sembra che ci sia stato un cambiamento improvviso durante l’anno successivo alla fine della guerra… Cosa poteva essere successo a causare un tale cambiamento di cuore? ”

“Beh, senza dubbio stavano combattendo per il loro dio, lo stavano gridando abbastanza forte. Emanavano una sensazione quasi squilibrata.”

“Sì, sembravano Ishtar-san, abusando della loro religione per disprezzare gli altri. È patetico, vero?”

Apparentemente, dal punto di vista delle ragazze delle scuole superiori, il Papa della Sacra Chiesa era una persona patetica. Tuttavia, Hajime ha provato solo il minimo sentimento di simpatia per lui dopo averlo sentito. I due proseguirono in avanti, pensando ancora alla scena precedente, finché non videro qualcosa davanti a loro che brillava in risposta alla luce di Hajime.

Hajime e Kaori si fermano e guardano mentre la luce si avvicina lentamente a loro. Quando si avvicinò, videro che era una ragazza con uno svolazzante abito bianco. Si fermò nel corridoio di fronte a loro e rimase lì, oscillando leggermente con la testa rivolta verso il basso.

Kaori e Hajime sentirono qualcosa di spiacevole e rabbrividirono violentemente. L’espressione di Kaori divenne particolarmente rigida mentre Hajime, decidendo che una ragazza normale non sarebbe stata in un posto come questo, puntò Donner verso la ragazza con l’intenzione di ucciderla.

Immediatamente, la ragazza crollò nel corridoio con un leggero tonfo. Quindi, con un’angolazione impossibile per le articolazioni di un normale umano, si è sollevata sulle mani e sui piedi come un ragno* e si è lanciata contro di loro!

*Se avete mai visto horror con possessioni demoniache… quando i posseduti si muovono a ponte giù per le scale rigirandosi gli arti

Ketaketaketaketaketaketaketaa! (TN: La risata della ragazza ragno?)

La sua bizzarra risata echeggiò per tutto il corridoio. Occhi scintillanti, proprio come quelli delle leggende metropolitane, li fissavano tra la frangia, mentre Hajime sparava alla figura che si avvicinava.

“NOOOOOOOOO !!!!”

“Wah!? Calmati Kaori! Non afferrarmi il braccio! ”

Proprio come richiedeva il modello per questa situazione, Kaori si aggrappò a Hajime e lanciò un urlo. La ragazza che si avvicinava a loro rise di lei in modo beffardo. Hajime, che stava cercando di sparare alla ragazza con Donner, ha sbagliato mira a causa di Kaori che gli si aggrappava addosso.

“Kegya!!”

In un attimo la ragazza fu ai piedi di Hajime. Poi, con il suo bizzarro grido, balzò dritta al viso di Hajime.

Hajime rinunciò con riluttanza a cercare di spararle e diede invece un violento calcio in stile yakuza direttamente nel suo stomaco ancora ridente. Per precauzione, aveva rivestito sé stesso con la magia e aveva usato “Grand Legs” per sferrare il colpo.”

Nel momento in cui il calcio di Hajime le ha colpito lo stomaco, la ragazza è stata scaraventata via contro il muro, prima di rimbalzare diverse volte e fermarsi alla fine del corridoio. Adesso le sue membra erano in una posizione ancora più innaturale e lei svanì lentamente, come se si stesse sciogliendo nell’oscurità.

Hajime sospirò e poi diede un colpo in testa a Kaori ancora tremante che si aggrappava a lui con il pugno. Con un sussulto Kaori guardò Hajime, un’espressione di paura ancora sul suo viso. Le lacrime le si attaccarono agli occhi mentre la sua bocca emetteva un piccolo squittio, chiunque poteva vedere che era ancora terrorizzata.

“Ehi Kaori, stai male con queste cose macabre?”

“C’è una persona che è brava con questo genere di cose?!”

“Non staresti bene se le considerassi solo apparizioni?”

“…Gusuu, farò del mio meglio. ”

Come promesso da Kaori, si è separata da Hajime, tuttavia non ha mollato la presa dai vestiti di Hajime.

Fino a prima si era preoccupata di cosa dire a Hajime, le era sembrato più riservato del solito, ma ora una forte volontà aleggiava nei suoi occhi. Non si sarebbe assolutamente lasciata separare da lui! Era una specie di disperazione, mentre allo stesso tempo era un’espressione del suo amore per lui.

Proprio mentre Kaori aveva finito di raccogliere la sua decisione, la porta davanti a loro nel corridoio si spalancò con un tonfo. Dall’altro lato della porta c’erano innumerevoli macchie di sangue sul pavimento, e quando alzarono lo sguardo videro la testa di una donna con i capelli lunghi e bagnati, appesa al soffitto che li guardava. Allo stesso tempo sentirono un rumore e si voltarono per vedere un uomo senza testa che trascinava dietro di sé un’ascia lungo il pavimento.

Hajime diede un altro dei suoi calci alla yakuza all’uomo senza testa e preparò la sua pistola per seguirlo, ma non ce n’era bisogno. L’uomo senza testa era già morto per il calcio.

“Non più… voglio tornare indietro ora… voglio vedere Shizuku-chan~”

Mentre procedeva nella nave, gli strani fenomeni divennero sempre più violenti, il che fece regredire Kaori ad una bambina, aggrappandosi alla schiena di Hajime e rifiutandosi di uscire.

Fin da quando era piccola Kaori aveva considerato Shizuku come suo cavaliere e protettore ogni volta che entrava in case infestate o aveva a che fare con Kouki e i ragazzi. Tuttavia, quei sentimenti non hanno mai oltrepassato il confine nell’essere yuri.

Meljeene, la fondatrice di [Meljeene Deep Sea Ruins], sembrava cercare di portarli in un angolo emotivo. Hajime, essendo sopravvissuto all’Abisso, aveva già esperienza nell’essere circondato dall’oscurità e non trovava davvero molto difficile affrontarlo, anche se poteva capire che sarebbe stato difficile da gestire per qualcuno con una psiche più normale. Tuttavia, non poteva immaginare Tio o Yue che singhiozzavano per simili sorprese.

Questo fino a poco tempo fa, quando Kaori, mentre stava ancora piangendo e per metà flirtando, era uscita e aveva iniziato a respingere gli orrori usando la sua magia curativa. Vedere il suo improvviso cambiamento di atteggiamento aveva fatto sì che Hajime venisse voglia di fare uno tsukkomi “dove è andata la bambina spaventata e persa come l’atmosfera di prima?” mentre la guardava. Mentre avanzavano Kaori cominciò a diventare di nuovo più instabile, ma insieme, alla fine, arrivarono alla stiva della nave.

Varcarono le pesanti porte aperte. Procedettero verso la parte posteriore della stiva della nave, spostandosi tra il carico scarsamente distribuito. Tuttavia, prima che avessero avanzato un po’, le porte dietro di loro si chiusero con un forte “boom!”

“Pii!?”

Kaori emise una strana voce a questo suono sorprendente e Hajime iniziò a preoccuparsi se stava tenendo a mente il loro discorso importante su ciò che avrebbe dovuto fare dopo aver finito il labirinto. Non era la prima volta che questo pensiero gli era passato per la mente.

Tuttavia Hajime emise un sospiro e iniziò ad accarezzare con calma le spalle di Kaori. Tuttavia l’efficacia di questa tattica è stata interrotta quando una fitta nebbia ha iniziato a bloccare lentamente il loro campo visivo.

“Ha-Ha-Ha-Ha-Ha-Hajime-kun!?”

“Stai iniziando a ridere come uno sguaiato forestiero… Non preoccuparti, gestiscilo come sempre. Starai bene se li schiacci con la tua magia.”

Nel momento in cui Hajime ha risposto, hanno sentito lo squillo di qualcosa che squarciava il vento, volando verso di loro. Hajime si mosse come un fulmine e bloccò l’attacco puntato al collo con il braccio sinistro. Quando ha abbassato il braccio hanno potuto vedere un filo estremamente sottile bloccato in esso. Non ebbero il tempo di fissarli, presto ci fu il continuo anello del vento che veniva tagliato mentre le frecce volavano contro di loro da tutti i lati.

“Arrivare così lontano solo per una trappola? È così disgustoso! Questo è solo tipico di quei dannati Liberatori!”

“Vieni avanti, guardiano della luce. Luce assoluta!”

Hajime fu colta di sorpresa per un momento, tuttavia, poiché erano solo un’arma primitiva, Kaori riuscì a bloccarli con la sua magia difensiva. Ben presto, però, la nebbia davanti a loro iniziò a turbinare violentemente e una violenta tempesta colpì Hajime e Kaori.

“Kya!?”

Kaori fu spazzata via dalla tempesta, la sua figura urlante scomparve nella nebbia. Hajime, fece una smorfia mentre cercava di trovarla usando la sua capacità di percezione. Sfortunatamente, sembra che la nebbia avesse una funzione che inibiva le abilità del sistema di rilevamento, simile a quella all’interno del [Mare degli Alberi di Haltina], quindi perse rapidamente le tracce di lei.

“Che. Kaori, non muoverti!”

Con una faccia acida Hajime gridò a Kaori, ma invece di Kaori un cavaliere che brandiva una spada lunga uscì violentemente dalla nebbia davanti a lui. Usando una tecnica insolita, si lanciò ferocemente e brandì la spada contro Hajime.

Parando con calma l’attacco con Donner, ha colpito il suo grosso avversario al petto con Schlag, quindi ha sparato una pallottola magica nello stomaco con Donner. Un buco si aprì nello stomaco del cavaliere e lui svanì silenziosamente nella nebbia.

Tuttavia, subito dopo una linea di spadaccini e cavalieri con una forza anormale emerse dalla nebbia. Questi guerrieri possedevano una varietà di armi diverse e usavano la nebbia per lanciare attacchi ad Hajime uno dopo l’altro, dissolvendosi nella nebbia dopo ogni colpo.

“Dannazione, così fastidioso…”

Mentre sputava maledizioni, Hajime ha espanso proiettili magici rossi intorno al suo corpo come un satellite, attivando anche “Lightspeed” (瞬 光) rapidamente riordinato l’ambiente circostante. Era una preoccupazione per lui non poter sentire la voce di Kaori.

Passando a Kaori, con Hajime scomparso dalla sua vista, trovava difficile mantenere un fronte coraggioso. Kaori era davvero terribile con l’orrore, sarebbe stato molto difficile superare la sua attuale situazione anche in circostanze normali, ma ora il suo corpo voleva congelarsi solo per la paura di essere solo. Aggiungi il suo forte complesso di inferiorità, anche se non lo ammetterebbe a sé stessa, e la conclusione era che tutto ciò che voleva fare era raggomitolarsi e piangere.

Kaori si rimproverò, non doveva lasciarsi trovare rannicchiata in questo modo e costrinse il suo corpo a rialzarsi. Non appena fu di nuovo in piedi, sentì una mano sulla spalla. Hajime spesso la incoraggiava dandole una pacca sulla spalla. Sopraffatta dalla felicità, Kaori si ritrovò a voltarsi per la gioia.

“Hajime-ku-”

Tuttavia, quando si voltò, Kaori notò che qualcosa non andava sulla mano sulla sua spalla. Per essere più precisi, sembrava troppo sottile e troppo freddo. Kaori sentì i brividi correrle lungo la schiena quando il suo intuito la avvertì che quello che era dietro di lei non era Hajime.

Se non era Hajime, allora chi diavolo era? Continuando a girare, ora come una macchina arrugginita, Kaori lo vide. Occhi, naso, bocca… e poi ancora più buchi. Era il volto di una donna tinta in un’oscurità nera come l’abisso.

“Fuwah~”

Lo spirito di Kaori svanì in un istante e i suoi istinti difensivi la resero priva di sensi.

Nei 2 minuti necessari a Kaori per alzarsi e svenire, Hajime aveva già distrutto 50 guerrieri spettrali. Questa era solo la sua stima approssimativa basata sull’uccisione di uno dei veterani spettrali ogni 2-3 secondi.

Proprio mentre stava cominciando a pensare di averli spazzati via, un omone che brandiva uno spadone emerse dalla nebbia, si lanciò contro di lui e sferrò un colpo che vantava un’enorme forza nascosta.

Hajime schivò l’attacco con il minimo movimento del suo corpo. Tuttavia non era ancora finita. Il guerriero fece rimbalzare lo spadone in aria usando il rinculo del colpo a terra e si mosse per attaccare di nuovo.

Hajime ha risposto attivando “Vajra”, fermando il colpo con il suo braccio meccanico e saltando sullo spadone con le ginocchia, costringendolo dalle mani degli avversari e intrappolandolo contro il terreno. Quindi, con un movimento rapido, alzò la pistola e sparò un proiettile magico direttamente nella testa del grosso uomo.

Nello stesso momento la testa dell’uomo è stata spazzata via dalla nebbia circostante e inizia a svanire.

“Kaori! Dove sei?”

Hajime concentrò tutti i suoi sensi sulla ricerca della presenza di Kaori. Tuttavia, anche senza farlo Kaori è stato trovato facilmente.

“Sono qui, Hajime-kun.”

“Kaori, stai bene?”

Hajime emise un sospiro di sollievo nel vedere Kaori che camminava verso di lui con un sorriso. Una volta che Kaori raggiunse il suo fianco, si rannicchiò contro di lui con un bel sorriso.

“È stato molto spaventoso…”

“È così?…”

“Un. Ecco perché voglio essere confortato ”

Mentre lo diceva, Kaori gettò le braccia al collo di Hajime e lo abbracciò. A una distanza così vicina da essere praticamente naso a naso, Kaori individua la bocca di Hajime con gli occhi e inizia ad avvicinarsi…

Gotsu (TN: effetto sonoro. *Thunk*)

Con un suono Gotsu~ tsu (TN: *thunk*) il muso di Donner incontrò la tempia di Kaori.

“C-cosa…?”

Kaori sembrava essere confuso mentre Hajime socchiudeva i suoi occhi dall’aspetto brutale e rivolgeva intenti omicidi verso di lei.

“Che cosa? Ovviamente ucciderò i nemici, non importa come siano” e senza un attimo di esitazione premette il grilletto.

Karankara (*Clang-clang*)

C’era il suono di un coltello che colpiva il suolo, era caduto dalla mano di Kaori quando le avevano sparato. Aveva intenzione di pugnalarlo alla schiena mentre lo abbracciava. Con passi fermi Hajime si avvicinò alla Kaori crollata.

Alzandosi, Kaori inizia a parlare con Hajime con una voce spaventata e tremante.

“Hajime-kun, perché dovresti fare una cosa del genere !?”

Tuttavia la risposta di Hajime fu di sparare un’altra pallottola magica a Kaori.

“Non osare parlare con la voce di Kaori! Non degradare il suo corpo spostandolo! Pensavi che non potessi vedere la verità? Non sei altro che un pezzo di spazzatura che possiede il suo corpo. ”

Il “Magic Stone Eye” di Hajime gli aveva già rivelato che c’era una donna spettrale che possedeva Kaori.

Con la verità chiaramente esposta Kaori, che fino a un momento prima si era rannicchiata a terra, cambiò istantaneamente la sua espressione e scoppiò in una risata beffarda.

“Nyahahaha, anche se sai la verità non ha importanza. Non puoi fare niente… il corpo di questa ragazza è già mio!

Mentre lo diceva, la posseduta Kaori si sollevò da terra e spinse Hajime a terra montandogli sopra.

“Aspetta, cosa stai facendo? Questa è la tua donna! Hai intenzione di farle del male!? ”

“Sta’ zitto! Mi stai facendo venire il mal di testa. Non ti avevo detto di non muoverti? Non ho intenzione di ferire Kaori, i proiettili magici passeranno attraverso il suo corpo, l’unico che soffrirà sei tu. ”

“Se io scompaio, l’anima di questa donna andrà in pezzi! Ti va davvero bene? ”

A quelle parole Hajime inclinò leggermente la testa, pensieroso. Sebbene ci fossero buone probabilità che non fosse un bluff, non c’era modo di verificare se fosse vero.

La maggior parte delle persone sarebbe probabilmente rimasta intrappolata dall’indecisione in questa situazione, la posseduta Kaori sperava in questo? Stava ridendo di nuovo come un gatto mentre gli faceva cenno di farsi da parte. Vedendo questo Hajime le diede la sua risposta.

Zupan~! Zupan!

Era un paio di proiettili magici. L’espressione della posseduta Kaori era troppo scioccata per rivelare se avesse provato dolore. Presto la sua espressione si trasformò in una di frustrazione mentre gridava ad Hajime con voce arrabbiata.

“Sei pazzo!? Non ti interessa cosa succede a questa donna!? ”

“Chiudi il becco mucchio di spazzatura! Se non attacco, il corpo di Kaori rimarrebbe posseduto. Tuttavia, finché non uccidi la sua anima non si spezzerà, giusto? Fino a quando non avrai voglia di lasciare il suo corpo andrà tutto bene se ti tormento senza ucciderti.”

La donna spettrale rimase senza parole alle sue parole. Quando guardò negli occhi di Hajime, veniva pugnalata dal suo intento omicida che dimorava lì.

“Ti farò pentire di aver pensato di poter toccare ciò che è “importante” per me. Anche se sei un nemico, non ti ucciderò, non ti lascerò provare il sollievo della morte. Lo farò in modo che tu non possa sfuggire al corpo di Kaori anche se lo desideri. Ti costringerò a soffrire finché non impazzirai per il dolore. ”

La magia rossa fluì dal corpo di Hajime, i suoi capelli bianchi furono catturati dai vortici e lentamente iniziarono a oscillare nell’energia. Non c’era rabbia, sete di sangue o follia nei suoi occhi, erano come schegge di ghiaccio congelate.

Hajime era furioso, più che mai. Questa volta non si accontenterebbe di uccidere il suo nemico, devono sperimentare una crudeltà simile alle profondità dell’inferno.

Il fantasma che possedeva Kaori era stato troppo ottuso per rendersi conto che aveva litigato con qualcosa che non avrebbe mai dovuto essere disturbato. Solo ora, mentre sentiva il suo sguardo intrappolato negli occhi di Hajime, si rendeva finalmente conto di ciò che aveva risvegliato; un mostro, uno che normalmente pregheresti di non incontrare mai.

Con il muso di Donner premuto di nuovo contro la sua fronte, la donna spettrale implorò sinceramente il rilascio. Anche se tutto ciò che le ha fatto guadagnare è stato il permesso di scomparire un solo secondo più velocemente, quando ha immaginato quello che probabilmente questo mostro le avrebbe fatto anche solo un secondo le sembrava una benedizione.

Era solo un normale fantasma. Anche se sembrava che la sua essenza persistente fosse più grande di qualsiasi altra apparizione che avevano incontrato, di fronte a questa atmosfera non era nulla. L’ira gelida che Hajime stava emanando era proprio quella terrificante.

“Voglio scomparire! Voglio scomparire! Voglio scomparire! Voglio scomparire! Voglio scomparire! Voglio scomparire!”

I singhiozzi del fantasma echeggiarono più forte quando il dito di Hajime si mosse per premere il grilletto, quando improvvisamente il corpo del Kaori iniziò a brillare. Era la scintilla della magia di recupero dello stato di anormalità del ripristino “Ten Thousand Heavens”, che Kaori aveva preparato come precauzione in anticipo utilizzando l’abilità di “Invocazione ritardata”.

Mentre era rimasto sbalordito dalla sensazione di incredibile sollievo, il fantasma sentì una voce dentro di lei.

“-Va bene, ti mando via come si deve.”

Accanto a queste parole si intensificò la luce splendente, bianca candida. Il fantasma si spaventò quando la luce la avvolse, trascinandola dolcemente con sé verso il cielo. Tuttavia, mentre gradualmente passava al mondo successivo e la sua coscienza iniziava a svanire, fu sopraffatta da una sensazione di pace e sollievo.

Con un applauso, Kaori la congedò e iniziò lentamente ad aprire le palpebre tremanti. Hajime, ancora sdraiato sotto Kaori, la guardò direttamente negli occhi. Da quando aveva cominciato a risplendere, la sbiadita presenza dell’esistenza del fantasma si era riflessa nel Magic Stone Eye di Hajime. Per il momento ha rilasciato il suo intento omicida e si è concentrato sulla conferma se il fantasma aveva veramente lasciato Kaori.

I loro volti erano così vicini, e con quello di Hajime sdraiato sotto di lei, il suo sguardo pieno di un misto di sollievo e preoccupazione mentre concentrava i suoi occhi intensamente sulle sue pupille, sarebbe stato sufficiente per far sentire commosso chiunque.

Abbassando delicatamente la testa Kaori premette le labbra su quelle di Hajime. Era solo il minimo incontro delle loro labbra, ma per Kaori era ancora il suo prezioso primo bacio.

L’intero corpo di Hajime si irrigidì per la sorpresa per un momento. Per essere certo che Kaori fosse stata rilasciata, Hajime aveva usato quasi tutta la sua concentrazione per esaminarla. Con la mente così distratta, naturalmente non era possibile per lui evitare un bacio.

Dopo un po’ Kaori rilasciò gentilmente le sue labbra.

“Che cosa siete…?”

“Forse è la mia risposta?”

“La tua risposta?”

“Un. Perché ti ho seguito? Perché voglio continuare a seguirti?… Questa è la mia risposta alle domande di Hajime. ”

Quando disse questo Kaori sorrise a Hajime. Era un sorriso che l’aveva sempre vista indossare, caldo come un raggio di sole. Da quando era arrivato qui era diventato annebbiato e coperto da una falsa risata, ma ora splendeva di nuovo.

In effetti Kaori aveva conservato la sua coscienza mentre era posseduta, anche se era come guardare il mondo esterno mentre era intrappolata in una stanza di vetro. Era ancora riuscita a vedere Hajime in uno stato di rabbia mai visto prima, dicendo che Kaori era “importante” per lui. Era passato attraverso il fantasma e aveva raggiunto il suo cuore.

Alla vista di questo Hajime una tristezza insopportabile le era salita nel petto, ma allo stesso tempo sentiva la passione nervosa che aveva quando gli aveva confessato per la prima volta.

Se voleva spiegarlo, era un sentimento egoista, di voler sempre essere assecondato, renderli sempre vividamente consapevoli della tua presenza. Mescolata nella cerchia di ragazze a cui Yue aveva permesso di circondare Hajime, Kaori trovava intollerabile che non le fosse permesso di accumularlo tutto per sé, ma allo stesso tempo non voleva nemmeno immaginare un futuro dove non fosse al fianco di Hajime.

Voleva far loro riconoscere che anche se le sue capacità non erano affatto vicine a Yue e le altre, i suoi sentimenti non erano da meno.

“Mi piaci Hajime-kun, no, ti amo. Ecco perché da qui in poi voglio che il nostro futuro sia intrecciato.”

“Non ti lascerà solo amareggiato? Proprio come è con Shia, anche se Yue non fosse presente, non significa necessariamente che ti amerò di nuovo.”

“È vero, probabilmente a volte sarà doloroso… Voglio monopolizzarti, voglio che tu guardi solo me. A volte mi sento così geloso di Yue e così inferiore quando mi confronto con lei ”

“Se è il caso…”

“Ma me ne pentirò solo se mi permetto di essere separato da te qui, ne sono sicuro. Per me, stare vicino ad Hajime è meraviglioso… ed è così che mi sono sempre sentito. Col tempo voglio colmare ancora di più il divario tra di noi, ma per ora questo è sufficiente.”

Prendendo le guance di Hajime tra le sue mani, Kaori sorrise dolcemente.

L’espressione sul viso di Hajime era un complesso mix di turbato e stupito, ma Kaori aveva deciso da sola, e se credeva che fosse la decisione migliore per sé stessa, Hajime non avrebbe detto un’altra parola. Ogni persona aveva la propria idea di felicità, decidere per la felicità di Kaori era qualcosa che non poteva fare, né voleva.

“…. Vedo. Se Kaori sta bene con questo, non dirò altro.”

“Un. Anche se probabilmente causerò molti problemi, per favore non odiarmi, va bene?”

“Cosa dici a così tarda ora? Dal nostro tempo a scuola, fino al nostro tempo qui, sei sempre stato una terribile piantagrane.”

“Non è vero!”

“Veramente? A scuola non leggevi mai la situazione e verresti casualmente da me e mi parlavi, completamente ignara della parola bombe che stavi lasciando cadere ovunque, e non notando che ogni volta i ragazzi intorno a noi ribollivano di rabbia. E poi non dimentichiamo quando una signora vestita in negligé ha deciso di visitare la stanza di un uomo nel cuore della notte…”

“Uu, ricordo, tutto quello che volevo fare era parlare con te… È stato davvero imbarazzante quando mi sono reso conto in seguito di essere venuto nella tua stanza vestita in quel modo. ”

Mentre Kaori si copriva il viso arrossito con le mani, Hajime si alzò e offrì a Kaori una mano. Poi, con un sorriso, diede una pacca delicata sulla spalla di Kaori e si voltò per iniziare a camminare verso il cerchio magico che aveva cominciato a brillare ulteriormente all’interno del magazzino una volta che la nebbia si era diradata.

Tuttavia, fu fermato da Kaori che lo afferrava strettamente per la manica. Se guardava attentamente poteva vedere che era ancora un po’ instabile. Apparentemente il possesso aveva offuscato un po’ i sensi del suo corpo.

Ora che il corpo è stato rilasciato, si spera che non ci vorrà molto perché torni allo stato normale.

“Riposiamoci un po’.”

Hajime aveva suggerito questo, ma sembra che Kaori avesse un’idea tutta sua e con un sorriso saltò sulla schiena di Hajime.

“…Cosa stai facendo?”

“Non è meglio se progrediamo rapidamente? Non so quando tornerà il mio potere magico e se restiamo qui la nebbia tornerà sicuramente, giusto? ”

C’era sicuramente del vero nelle sue parole, quindi Hajime ha risposto con un “Non può essere evitato” mentre si grattava la testa, e si diresse verso il cerchio magico mentre trasportava Kaori.

Kaori avvolse le braccia intorno al collo di Hajime e si aggrappò saldamente alla sua schiena. Sebbene non abbia detto nulla, Hajime stava facendo del suo meglio per ignorare la morbida sensazione che gli premeva contro la schiena.

Kaori si avvicinò abbastanza da poter far sentire il suo alito caldo nell’orecchio. Le sue labbra, abbastanza vicine da sfiorare quasi il lobo dell’orecchio, si aprirono delicatamente e un suono dolce gli riverberò nelle orecchie.

“Hajime-kun… voglio chiederti qualcosa su quello che è successo prima.”

“Prima?”

“Sì. Perché ti sei arrabbiato così tanto durante quel combattimento?”

“Già, perché ero arrabbiato? Non lo so.” (TN: “Non fare una mossa su ciò che è ‘importante’ per me.” ……Era davvero un otaku prima?)

“Mouu, per favore dimmelo~.”

Rifiutandosi di rispondere alle sue domande o di farsi prendere dalla sua atmosfera civettuola, Hajime ha continuato a portare Kaori mentre si muoveva a passo svelto e senza esitazione è entrata nel cerchio magico.

← 93-Complesso di inferiorità

95-Eliminazione dell’alga →

error: Content is protected !!