75 – Un debito da saldare

Capitolo offerto da

— • — • — • —

“…Endou?”

Il borbottio di Hajime fece comparire sulla testa del ragazzo vestito di nero, Endou Kousuke, un “!” come un certo mercenario amante delle scatole di cartone quando un nemico lo scopre*. Cominciò a guardarsi intorno e finì per urlare come se fosse irritato dal non riuscire a trovare la persona che stava cercando.

*Commento del checker: …-_-’ Big Bro colpisce ancora.

“Nagumoo! Sei qui?! Sei davvero tu?! Dove sei?! Nagumoo! Vieni fuori se sei vivo! Nagumo Hajimee-!”

Poiché la sua voce era troppo forte, tutti i presenti cominciarono uno ad uno a tapparsi le orecchie. La sua voce era colma di disperazione dal momento che voleva accertarsi se il suo compagno di classe, presumibilmente morto, fosse ancora vivo.

Commento del Traduttore: È vivo, vegeto… e spacca i culi che è una meraviglia.

Yue e le altre ragazze si voltarono verso Hajime. Con un’espressione che diceva ‘non voglio averci niente a che fare’, Hajime si grattò la guancia e parlò a Endou che continuava ad urlare il suo nome.

“Ah~, Endou? Riesco a sentirti quindi smettila di urlare il mio nome.”

“?! Nagumo? Dove sei?!”

Endou si girò verso Hajime reagendo alla sua voce. Quest’ultimo venne preso alla sprovvista per l’aspetto disperato di Endou.

Per un momento, lo sguardo di Endou incontrò quello di Hajime, ma lo distolse immediatamente ricominciando a guardarsi intorno.

“Dannazione! Non riesco a vederlo anche se riesco a sentirlo! È diventato un fantasma? Come ci si poteva aspettare, è tornato come fantasma?! Quindi è per questo che non riesco a vederlo?!”

“No, sono proprio di fronte a te, brutto idiota. Più che altro, calmati, Mr. presenza quasi impossibile da percepire.”

“?! Ancora la sua voce? Aspetta, chi è che ha una presenza talmente flebile che le porte automatiche dei kombini non reagiscono affatto e che ogni tanto scompare?! Le porte automatiche si aprono una volta ogni tre tentativi!”

Commento del checker: Seriously? °_°

“Quindi non si aprono due volte su tre… come ci si potrebbe aspettare da te.”

Dopo averci chiacchierato così tanto, Endou finalmente notò che la fonte della voce era il ragazzo con i capelli bianchi e l’occhio bendato di fronte a lui e cominciò ad osservare attentamente il volto di Hajime. Di fronte a ques’ultimo, che più di una volta ha distolto lo sguardo in quanto non si sentiva a suo agio nel venir scrutato da un maschio, Endou parlò come se non riuscisse a credere ai suoi occhi.

“T-tu… tu sei… Nagumo?”

“Haa… già, esatto. Anche se ora ho questo aspetto, sono Nagumo Hajime.”

Mentre lo scrutava attentamente dalla testa ai piedi, Endou cominciò a diventare dubbioso perché l’Hajime che si ricordava era molto diverso da quello presente davanti a lui in questo momento, ma alla fine gli credette dopo che ha osservato i suoi lineamenti e per come sapesse della sua scarsa presenza.

“Quindi… sei vivo.”

Commento del Traduttore: It’s alive!!!

“Naturalmente. Dopotutto sono qui davanti a te.”

“In qualche modo, no, sei completamente cambiato… il tuo aspetto, l’atmosfera e il tono…”

“Sono risalito dall’Abisso con le mie sole forze, sai? Quindi è normale che sia cambiato.”

“D-davvero? No, però, vedi… sei davvero vivo…”

Anche se Endou era perplesso per via dell’atteggiamento schietto di Hajime, il suo sguardo si ammorbidì vedendo che quel suo compagno di classe, che riteneva morto, fosse ancora vivo. Non importava quanto lo invidiasse per come Kaori gli dava tutte le sue attenzioni, o per come faceva finta di non vedere gli atti di bullismo di Hayama, non c’era niente di più spaventoso di pensare che fosse morto. La sua morte è stato un duro colpo per la classe. Ecco perché Endou era contento che lui fosse ancora vivo.

“Più che altro… quando sei diventato un avventuriero? Per di più ‘Oro’…”

“Nn~, bé, è successo.”

Commento del Traduttore: Qualche parola in più non ti avrebbe fatto male… e poi dovrebbero aggiungere del tipo altre 5 classi…

Dopo la risposta di Hajime, l’espressione di Endou cambiò completamente. L’espressione sollevata che aveva prima si trasformò in una che sembrava essere con le spalle al muro. Hajime guardò Endou un’altra volta e notò che aveva un aspetto trasandato. Inclinò la testa chiedendosi cosa fosse successo.

“…In altre parole, sei tornato vivo dalle profondità del Dungeon tutto da solo e diventato abbastanza forte da ottenere il rango più alto degli avventurieri? È alquanto incredibile…”

“Bé, le cose stanno così.”

Dopo aver dato conferma alle parole di Endou con un’espressione seria, quest’ultimo scattò verso Hajime, si aggrappò alle sue spalle e con una voce ancor più disperata di quella di prima, cominciò a parlare con un tono addolorato.

“Allora ti prego! Entra nel Dungeon con me! Dobbiamo sbrigarci o tutti gli altri moriranno! Abbiamo bisogno di tutto l’aiuto possibile, anche si trattasse di una sola persona! C’è anche la possibilità che Kentarou e Kondou siano morti! Ti prego di aiutarci, Nagumo!”

“A-aspetta un momento. Che ti è preso all’improvviso? Non sono al corrente di quel che vi è successo. Quindi che è questa storia dei morti? E Amanogawa non riuscirebbe a fare qualcosa in proposito?* C’è anche il Comandante Meld, quindi non c’è bisogno di preoccuparsi per un’altro fallimento come quello del Behemoth…”

*Commento del Traduttore: Sai quanto me che è più inutile di una merda abbandonata per strada…

Perplesso, Hajime fece quelle domande per via dell’inusuale espressione di Endou che sembrava come se avesse visto la fine del mondo. Nel momento in cui Endou sentì nominare il Comandante Meld, cadde in ginocchio con un’espressione tetra. Poi mormorò a bassa voce.

“…-ti.”

“Hah? Non riesco a sentirti. Potresti ripetere?”

“…Ho detto che sono morti! Il Comandante Meld, Alan-san e gli altri Cavalieri sono tutti morti! Tutti i Cavalieri entrati nel Dungeon sono morti! Sono morti per permettermi di scappare! A causa mia! Sono morti! Morti!”

“…Capisco.”

“Sono morti.” continuò a ripetere Endou come un bambino che faceva i capricci e Hajime rispose con una sola parola.

Commento del Traduttore: Si, bé, la delicatezza la gettata nel cesso dopo la trasformazione…

Commento del checker: È così solo con gli uomini, che pic-[Colpi di Schlag], merda, le gambeee…

La classe di Hajime non era una di quelle combattenti, quindi non aveva passato molto tempo con il Comandante Meld. Tuttavia, ricordava che era un brava persona e che credeva nell’Hajime ‘incompetente’ prima che cadesse nell’Abisso. Se fosse stato lo stesso Hajime di quando è appena uscito dall’Abisso, avrebbe risposto “E allora?”. Tuttavia, l’attuale lui riteneva che fosse un po’ spiacevole. Alla fine, pregò per la loro felicità nell’altro mondo.

Nota del checker: La religione in Jap crede nella reincarnazione, apparte i cristiani.

Commento del Traduttore: No dai… ne ha ancora un po’ da qualche parte…

“Quindi, cos’è successo?”

“Ecco…”

Ancora in ginocchio, Endou provò a spiegare la situazione per rispondere ad Hajime mentre sollevava la testa. Tuttavia, una voce rauca li interruppe.

“Vi prego di continuare la vostra conversazione all’interno. Dopotutto siete miei ospiti.”

Il proprietario della voce era un uomo forzuto con muscoli scolpiti, aveva una lunga cicatrice sull’occhio sinistro ed era intorno ai 60 anni. Era chiaro che fosse in grado di comprendere cosa stesse succedendo grazie ai suoi anni di esperienza e il suo corpo stava sprigionando ambizione.

Commento del checker: Possiede pure l’Haki, per caso?

Con la receptionist di prima di fianco all’uomo, Hajime suppose che dovesse essere il Guild Chief. Poiché i pianti e gli urli di Endou avevano riportato tensione all’interno della sala, simile a quella quando il suo gruppo è entrato nella Gilda, pensò che non fosse il luogo più adatto per parlare, quindi seguì obbedientemente quel vecchio uomo forzuto.

Probabilmente, Endou aveva già causato un casino simile non molto tempo fa e fatto sapere che era successo qualcosa al gruppo dell’Eroe e dei Cavalieri. E questo era probabilmente la causa della strana atmosfera di quando Hajime e il suo gruppo sono entrati nella Gilda.

L’uomo che Hajime pensasse fosse il Guild Chief prese il braccio di Endou per forzarlo ad alzarsi e li condusse all’interno degli uffici della Gilda senza dire niente. Endou era emotivamente instabile e attualmente era completamente senza forze.

Poiché il contenuto della discussione non sarebbe stato per niente piacevole, il gruppo di Hajime seguì l’uomo mentre si aspettava il peggio.

*****

“…La razza dei Demoni… eh.”

Il borbottio di Hajime risuonò all’interno della stanza di ricevimento della Gilda degli Avventurieri. Seduti sul divano di fronte a lui c’erano il Guild Chief della Gilda di [Holward], Lore Bawabish*, e Endou Kosuke. Al suo fianco, invece, c’erano Yue, Shia e, al fianco di quest’ultima, Tio. Infine, Myuu era seduta sulle sue cosce.

*Commento del checker: Vi sfido a pronunciarlo bene al primo colpo. Scommetto che la maggior parte di voi scambierà la ‘sh’ con la ‘f’.

La prima reazione di Hajime dopo l’intera spiegazione fu ridire una cosa che Endou aveva detto durante la sua relazione. Sapendo che il gruppo dell’Eroe è stato attaccato e attualmente in una situazione senza via di fuga, i volti di Endou e Lore mostrarono espressioni seri e l’atmosfera nella stanza divenne opprimente.

Nota del checker: Ecco il nostro autore che fa uno dei suoi paragrafi senza spiegazioni comprensibili per far capire al lettore il significato della frase. Per farla breve, sia il fatto che Hajime ridica quel che ha detto Endou che il gruppo di quel bim*********** sia nei guai, l’autore vuole rendere in modo realistico l’atmosfera tesa anche se l’ha fatto in un modo di me***. E non ci tengo stavolta a pulire sta m****.

…O almeno così dovrebbe essere. La bambina che era seduta sul grembo di Hajime stava sgranocchiando degli snack facendo gonfiare le sue guance come quelle di uno scoiattolo; con ciò, la bambina non aveva neanche notato quel cambio d’atmosfera. La conversazione tra Hajime e gli altri era di difficile comprensione per Myuu, ma poteva sentire che l’aria non era delle migliori. Tuttavia, Hajime le diede degli snack al fine di distrarla.

“Ma soprattutto! Che cosa significa? Chi è quella bambina?! Perché sta mangiando una torta?! Non comprende la situazione?! Potrebbero essere già tutti morti!”

“Eeek?! Papà!”

Commento del Traduttore: Ciao Morte! Senti…… perché sei alle mie spalle? Non dovresti essere alle sue spalle [indica Endou]? O dietro alle sue? [indica MasterSniper98] Ah dopo è il suo turno huh?…… Perché non cominci adesso da Master? Io mi sono appena ricordato un’impegno… [suono di una mano che stringe sulla spalla del traduttore]…… ora che ci penso… non è un’impegno così importate… hahaha…

Commento del checker: Fu**, Emperor, non coinvogermi, [Teleport].

Incapace di sostenere l’atteggiamento di Myuu, dato che aveva distrutto l’atmosfera all’interno della stanza, Endou si alzò e indicandola, disse ciò con voce arrabbiata. Sorpresa, Myuu fece un urletto e si appiccicò ad Hajime.

Naturalmente, subito dopo, un intento omicida che una persona normale non sarebbe in grado di emettere cominciò a sprigionarsi da Hajime. Papà non avrebbe perdonato i nemici di sua figlia.

Commento del Traduttore: E IO COSA C’ENTRO IN TUTTO QUESTO?!…… COME SAREBBE A DIRE CHE DATO CHE NON PUOI UCCIDERE ENDOU UCCIDI ME?! ANCHE SE RISORGO, FA COMUNQUE MALE!!! SPARA A MASTER DATO CHE É IL TUO BERSAGLIO PREFERITO!!!

Commento del checker: Fu**, Emperor, QUELLO CHE È DIETRO DI TE È SUO CUGINO, QUELLO CHE MI STA BRACCANDO È COSÍ PERCHÉ HO MANDATO A MORTE SUO PADRE CAPITOLI FAAAA(*cap. 60)!!! F******K, È DIETRO DI ME QUEL TIPO!

“Bastardo… chi ti credi di essere per prendertela con Myuu, ah? Ah? Vuoi che ti uccida?”

“Eeek?!”

Commento del Traduttore: [Suono di Metsurai che spara ininterrottamente mentre il traduttore è nascosto dietro un muro di cemento armato] PERCHÉ A MEEEEEE?!

Commento del checker: [Rumore di un proiettile che si avvicina] CA***, sono proiettili intelligenti!!!

Con un urlo simile a quello di Myuu, Endou cadde sul divano. Per via della reazione di Hajime, si potevano sentire “…Veramente, Hajime è diventato papà.” o “Prima, Hajime-san aveva casualmente detto ‘la nostra bambina’, vero~” o “Alla fine, la sottoscritta si chiede se il padrone sarà in grado di separarsi da questa bambina una volta arrivati a [Elisen]~” che vennero ignorate dall’interessato. Per Hajime era più importante calmare la spaventata Myuu.

Commento del Traduttore: DEVI DARTI UNA C**** DI CALMATA ANCHE TE!!! [Serie di esplosioni]

Commento del checker:[Rumori di esplosioni in lontananza e il checker che è nascosto nelle tombe che ha scavato tempo fa per le vittime di Hajime]

Mentre Hajime calmava Myuu, guardò il tremante Endou malevolmente dopo che questo è collassato sul divano. Lore s’intromise nella conversazione con un’espressione sorpresa.

“Allora, Hajime. Ho all’incirca compreso la tua situazione dalla lettera di Ilwa. Ti sei proprio scatenato, non è vero?”

“Bé, è il semplice corso degli eventi.”

Anche se non erano situazioni che succedevano tutti i giorni, Hajime, che fece spallucce come per dire che non era niente di che, fece curvare i lati delle labbra di Lore in quanto lo trovava divertente.

“Nella lettera, oltre alla conferma del tuo rango ‘Oro’, c’è scritto che tu venissi aiutato nel miglior modo possibile. Ho all’incirca compreso la situazione… ma per annientare circa 60’000 Bestie Magiche con una manciata di persone e decimare un’organizzazione criminale di [Fhuren] in sola mezza giornata… è qualcosa di inverosimile. Ma se Ilwa me lo ha scritto intenzionalmente in questa lettera… non mi stupirei se qualcuno affermasse che tu sia anche più forte del Signore dei Demoni.”

Commento del Traduttore: Ah quello! Sai era venuto con l’intento di sfidarlo proprio poco tempo fa, ma dopo aver visto quel che ha combinato… bé, è fuggito con la coda tra le gambe…

Le parole di Lore fecero spalancare gli occhi di Endou per lo shock. Anche se sapeva che Hajime era diventato più forte dato che è riuscito a uscire dall'[Orcus Great Dungeon] da solo, pensava che fosse ancora più debole di lui.

Commento del Traduttore: Questo qui ha sbagliato completamente…

Dopotutto, la classe di Hajime era ‘Maestro della Trasmutazione’ che era una di quelle non combattenti; per di più era anche definito ‘un’incompetente’. Anche se qualcuno avesse affermato che fosse un rango ‘Oro’, era una cosa naturale visto che un essere umano evocato da un’altro mondo non poteva essere corrisposto con gli standard degli avventurieri di questo. Ecco perché pensava che, al massimo, Hajime sarebbe stato in grado di riparare il cerchio di teletrasporto e fornire supporto.

Tanto per cominciare, Endou era venuto alla Gilda degli Avventurieri per chiedere agli avventurieri d’alto rango di aiutarlo in una missione di soccorso. Certamente, anche se non fosse riuscito a portarli fino alle profondità del Dungeon, almeno sarebbero stati in grado di proteggere l’area intorno al cerchio di teletrasporto. Anche se vi erano stanziati dei Cavalieri in città, non avrebbero mosso un dito senza prima aver fatto rapporto al Regno; oltretutto, il loro livello era talmente basso che al massimo avrebbero potuto proteggere il cerchio di teletrasporto del 30° piano. Aveva bisogno dell’aiuto di avventurieri che fossero almeno di rango ‘Argento’ per proteggere il cerchio di teletrasporto del 70° piano.

Entrò nella gilda con queste intenzioni ed espose la situazione attuale a quelli del primo piano. Pensava di poter ricevere la cooperazione degli avventurieri per aiutare gli Eroi, speranza dell’umanità*, che erano finiti in una tale situazione precaria. Tuttavia, sentendo la richiesta di proteggere il cerchio di teletrasporto del 70° piano, tutti si girarono da un’altra parte sentendosi a disagio per il destino incerto dell’umanità.

*Commento del checker: Io ed Emperor avremmo qualcosa da ridire.

Notando il putiferio, Lore prese per il colletto Endou e lo stava portato all’interno per porgli delle domande quando la Receptionist entrò con lo Status Plate di Hajime.

Così, Endou capì di aver sottovalutato le abilità di Hajime e la possibilità che fosse diventato addirittura più potente di lui fece sì che, comparandolo poi con il suo vecchio sé, rimanesse di stucco.

Anche se Endou si era pietrificato per lo shock, la discussione tra Lore e Hajime continuò.

“La prego di non dire idiozie… come può pensare che noi siamo così deboli come quel Signore dei Demoni?”

“Hmm, quindi perfino il Signore dei Demoni è soltanto un fastidio per voi, huh? Quanta confidenza…* però, se fosse vero, vorrei che accettaste un incarico da me come Guild Chief di [Holward].”

*Commento del Traduttore: Te l’ho detto prima [indica un puntino in lontananza che diventa sempre più piccolo]… è là che se la sta dando a gambe levate.

“…Soccorrere gli Eroi, giusto?”

Endou si riprese non appena sentì la parola soccorrere. Poi si sporse in avanti e disse ad Hajime.

“E-esatto! Nagumo! Vieni insieme a me per salvarli! Se sei così forte, potremo sicuramente salvarli!”

“…”

Anche se gli occhi di Endou stavano brillando per via della speranza che si era presentata, Hajime ebbe una reazione molto contrariata. Stava guardando in lontananza quasi stesse pensando a qualcosa. Endou era sicuro che Hajime non ci avrebbe pensato due volte ad aiutarli e di conseguenza rimase perplesso dato che non ricevette una risposta immediata.

“Che ti prende?! Adesso potrebbero anche essere in pericolo di vita! Non esitare! Non siamo compagni?!”

“…Compagni?”

Commento del Traduttore: Concordo… Endou ha una bella faccia tosta ad usare quella parola quando a nessuno fregava niente di te. Davvero, che coraggio…

Commento del checker: Io lo avrei già menato di brutto a questo punto.

Hajime, che prima aveva distolto lo sguardo mentre pensava a qualcosa, tornò a guardare l’iperattivo Endou con un’espressione fredda. Istintivamente, Endou arretrò per quanto fossero freddi gli occhi di Hajime. Esitò dopo essersi ricordato dell’intento omicida che Hajime aveva rilasciato poco prima, ma rispose con ostinazione perché Hajime era un prezioso elemento che non poteva permettersi di perdere.

“G-già. Siamo compagni! Quindi è naturale aiu-”

“Non rendermi tuo compagno quando più ti aggrada. Francamente parlando, io ti riconosco solo come un ‘umano proveniente dallo stesso mondo’, niente di più, niente di meno. Non sei diverso dagli altri.”

Commento del Traduttore: Come metterlo nel culo in maniera elegante.

“Co-?! Perché… perché dici questo…”

Quelle fredde e inaspettate parole mandarono ancor più in confusione Endou. Hajime ricominciò a pensare, in altre parole, stava prendendo in considerazione quali demeriti avrebbero portato il salvataggio del gruppo di Kouki.

Proprio come ha appena detto Hajime, vedeva i suoi compagni di classe come semplici conoscenze. Fino ad ora, non ha avuto alcuna intenzione di usare il suo potere per ritornare a com’era in passato e tantomeno gli interessava la vendetta. Le vedeva come cose di poco conto.

Tuttavia, non poteva rispondere con un secco “No”. La ragione era connessa alle parole di Aiko, “una vita solitaria”.

Inoltre, Hajime si ricordò della conversazione al chiaro di luna. Venendo definito ‘incompetente’ e ‘il più debole’ in questo mondo, c’era una ragazza che aveva detto ad Hajime, “Ti proteggerò, Nagumo-kun.” Alla fine, la sua imprudenza lo fece cadere nell’Abisso… quanto avrà sofferto quella ragazza. Gli aveva promesso di proteggerlo per alleviare la sua ansia, ma quella promessa non venne mantenuta. In qualche modo, da quando è tornato in questa città, Hajime ha frequentemente rievocato con un’espressione amara il momento in cui stava per cadere nell’Abisso e la ragazza che aveva allungato la mano verso di lui.

“Shirasaki… sta bene?”

Borbottò Hajime e alla fine chiese a Endou che era ancora in stato confusionale. Quest’ultimo, che reagì dicendo “Eh?” con una voce dubbiosa per via della domanda improvvisa, cominciò a parlare di Kaori dal momento che era preoccupato del fatto che Hajime non avrebbe collaborato se non gli avesse detto niente.

“S-sì. Shirasaki-san sta bene. Più che altro, non saremmo riusciti a sopravvivere se non fosse stato per lei. Juugo e Yaegashi-san stavano per morire a causa del primo attacco… ma Shirasaki-san è stata veramente strabiliante. La sua magia curativa è incredibile, inoltre… è diventata più pallida da quando sei caduto nell’Abisso, sai? Si è allenata così tanto, al punto che volevamo fermarla… anche la sua aura è cambiata. In qualche modo, sembra più matura, come se stesse sempre pensando a qualcosa e la tipica atmosfera tenera intorno a lei è scomparsa…”

“…Capisco.”

Hajime rispose in questa maniera a Endou che stava parlando freneticamente anche di cose non necessarie. Poi, Hajime guardò le sue preziose compagne che lo stavano guardando mentre si grattava la testa.

“…Se è qualcosa che desideri fare, ti seguirò ovunque tu voglia andare.”

“…Yue.”

Con uno sguardo affettuoso, Yue fece quell’affermazione e strinse la mano di Hajime che ricambiò guardandola con gentilezza e ringraziandola.

“A-anch’io! Seguirò Hajime-san ovunque andrà! Hajime-san!”

“Hmph, naturalmente anche la sottoscritta, Padrone.”

“Ecco, umm, umm, anche io!”

Poiché Hajime e Yue avevano cominciato a creare il loro mondo, Shia e Tio fecero quelle affermazioni in preda al panico. Anche se non riusciva a comprendere la situazione, Myuu si aggrappò e insistette visto che non voleva essere lasciata fuori.

Di fronte a loro, Endou disse “Eh? Ma questo harem quando…” con ‘espressione stupita a cui Hajime rispose con uno sguardo malizioso mentre diceva alle sue compagne cos’aveva intenzione di fare.

“Grazie a tutte voi. Anche se non ho alcuna intenzione di avere contatti con gli Eroi scelti da Dio*… c’è qualcuno a cui devo ripagare un debito. Per questo motivo, credo che li aiuterò. Bé, trattandosi di loro, potrebbero riuscire a cavarsela in qualche maniera.”

*Commento del checker: Si, si, scelti da un Dio co****** quanto loro.

Commento del Traduttore: Fidati che non ci riescono a causa di un certo coglione.

Le vere intenzioni di Hajime non erano quelle di aiutare il gruppo di Kouki. Non aveva alcuna intenzione di approcciarsi di sua spontanea volontà all’Eroe o al Dio Pazzo che li aveva scelti.

Tuttavia, pensava che avrebbe almeno dovuto incontrarsi con Kaori che si stava sforzando troppo al fine di trovarlo. Oltretutto, l’avrebbe aiutata nel caso fosse stata seriamente con le spalle al muro. In altre parole, aveva un debito verso di lei che desiderava proteggerlo e che credeva anche adesso che lui fosse ancora vivo.

Non si preoccupò neanche dei rischi che avrebbe incorso. Secondo la storia di Endou, quei Lupi a Quattr’occhi erano come quelli usati da Shimizu e la forza delle chimere dovrebbe essere al massimo uguale a quella dei mostri del 10° piano dell’Abisso. Quindi non vi erano problemi.

“S-scusatemi, quindi andrete con lui?”

“Ah, Guild Chief Lore. Per iniziare, devo farle una certa richiesta…”

“Non vuoi che quelli di sopra sappiano del tuo aiuto incondizionato nel salvataggio degli eroi, giusto?”

“Sì. Inoltre, vorrei prendere in prestito una camera per Myuu fino a quando non sarò tornato.”

“Ah, certo. Nessun problema.”

Come risultato, Endou tirò un sospiro di sollievo visto che Hajime sarebbe andato insieme a lui, ma venne ignorato dato che Hajime continuò a conversare con Lore.

Come ci si poteva aspettare, non poteva portarsi una bambina nelle profondità del Dungeon e di conseguenza decise di lasciare Myuu alla Gilda. Anche se all’inizio quest’ultima si oppose fermamente, in qualche modo riuscirono a calmarla e a Tio venne affidata il compito di farle da baby-sitter e proteggerla. Alla fine, il gruppo di Hajime fu in grado di partire con Endou che faceva da guida.

Commento del Traduttore: È il momento di andare a spaccare qualche culo demoniaco e non!

“Oi, sbrigati a portarci lì, Endou.”

“Uwah, non prendere a calci il mio sedere! Più che altro, sei cambiato troppo!”

Commento del Traduttore: Okay che ho detto di andare a spaccare culi, però……

“Quanto sei rumoroso. Per quanto riguarda le tempistiche, un giorno… no, finiamola in mezza giornata. Anche se con riluttanza, abbiamo lasciato indietro Myuu quindi dobbiamo finirlo in fretta. Sono preoccupato anche perché insieme a lei c’è quella pervertita.”

“…Tu, sei davvero un papà… per creare un’harem di belle ragazze… che diavolo ti è successo per farti diventare così…”

Borbottò Endou cercando di capire qualcosa dall’attitudine le circostanze di Hajime mentre scattavano verso le profondità del Dungeon. Con un simile aiuto, Endou riottenne un po’ di lucidità. Anche se avesse il tempo per parlare, aveva intenzione di spendere tutto il suo fiato per correre più velocemente dato che confidava nella sua agilità, ma venne largamente battuto. Inoltre, Endou stava pregando affinché i suoi migliori amici fossero al sicuro.

← 74-Nostalgia di Holward

76-La sconfitta dell’eroe →

Lascia un commento

error: Content is protected !!