17 – Piacevole chiacchierata+Omake

Capitolo offerto da

— • — • — • —

Hajime ha portato alla base carne e materiali macellando i ciclopi e lo scorpione, ma era un po’ in difficoltà vista la quantità. Quando Yue bevve di nuovo il suo sangue, il suo corpo esausto si riprese in un attimo e grazie a ciò, furono in grado di portare con se i vari oggetti.

Avrebbero potuto usare la stanza sigillata, ma Yue si rifiutò tassativamente. Non c’era da sorprendersi. È naturale odiare il posto dove si è rimasti sigillati per molto tempo. Visto il fatto che doveva recuperare i materiali, non avrebbero potuto muoversi per un po’. Quindi prima finiva il recupero dei materiali, meglio era. Mentre si stavano rifornendo, i due stavano chiacchierando.

“Quindi… giungendo ad una conclusione, hai almeno 300 anni, giusto?”

“…Domanda indelicata.”

Yue lo stava biasimando con gli occhi. A quanto pare, l’età è un argomento delicato per una donna in qualsiasi mondo.

In base a ciò che si ricorda, Hajime ha letto che i vampiri si sono estinti 300 anni or sono. Probabilmente, Yue non sa quanti anni ha di preciso visto che si perde la cognizione del tempo in quella stanza buia. Non sorprenderebbe neanche che non sapesse quanto tempo fosse passato da quando è stata sigillata. Ha detto di essere stata sigillata quando aveva 20 anni, quindi ha un’età superiore ai 300.

“I vampiri sono longevi?”

“Io sono speciale. [Rigenerazione] m’impedisce di invecchiare.”

È stato all’età di 12 anni che si sono risvegliati la sua manipolazione magica e [Auto-Rigenerazione], impedendogli così d’invecchiare. Per via del fatto che i vampiri si nutrono di sangue, vivono più a lungo delle altre razze, non più di 200 anni a quanto sembrerebbe. Gli umani arrivano al massimo ai 70 anni e i Demoni ai 120. Per i semi-umani dipende dalla tribù, ma gli elfi possono vivere per diversi secoli.

Dopo aver risvegliato il suo potere atavistico, Yue era considerata essere una dei più forti. All’età di 17 anni sarebbe potuta salire al trono. La magia che ha usato contro lo scorpione era stata attivata in pochissimo tempo, per non parlare del fatto che possiede un corpo immortale. Ha tutte le caratteristiche per essere chiamata “Dea” o “Mostro”, ma sembra che per lei fosse il secondo caso. Suo zio, accecato dalla cupidigia, aveva sparso delle voci sul suo conto al fine di farla passare per un mostro. Provarono a ucciderla per una “giusta” causa, ma la sua [Auto-Rigenerazione] non le permetteva di morire e fu questo il motivo per cui decisero di sigillarla. Scioccata per l’atto di tradimento e a causa della confusione derivante, Yue non oppose resistenza quando le impressero il sigillo. Riuscì a riprendersi quando ormai era nella stanza del sigillo. Era per questo che non sapeva com’era stata sigillata, dello scorpione e dove si trovava. Per un attimo, Hajime aveva creduto che avesse trovato una via rapida per tornare a casa. Ne rimase deluso.

Parlarono del potere di Yue. Sembra che possieda un’affinità con tutti gli elementi. Hajime rimase sorpreso del suo cheat, ma quella forza veniva “compensata” dall’essere debole nel corpo a corpo. Tutto ciò che può fare quando è da sola, è quello di correre mentre lancia incantesimi a raffica, ma data la potenza con cui li scatenava quella debolezza non poteva essere definita tale.

Era in grado di utilizzare la magia senza dover utilizzare alcuna formula, ma ha l’abitudine di dire il nome dell’incantesimo. Ci sono un sacco di persone che usano le formule per focalizzarsi sull’effetto della magia che stanno per utilizzare. Yue non era un’eccezione alla regola.

La sua [Auto-Rigenerazione] può essere inserita nella playlist delle Magie Uniche. Finché gli rimane del mana, anche fosse ridotta in cenere, il suo corpo si rigenera come se non fosse mai accaduto. Al contrario, se viene ferita quando non possiede neanche una goccia di mana, eventuali lesioni finirebbero con il non rigenerarsi. Durante tutto il tempo in cui è rimasta sigillata, il suo mana si era consumato. Yue sarebbe morta se lo scorpione l’avesse colpita.

“Quindi… passando a cose più serie, sai niente di questo posto? Una via di fuga magari?”

“…Non lo so. Ma…”

Inoltre, anche se dispiaciuta, non ne sa molto del Dungeon ma continuò il suo discorso.

“…Si dice che questo Dungeon sia stato costruito da uno dei Traditori.”

“Traditori?”

Sentendo quella parola inconsueta, Hajime fermò il suo lavoro di trasmutazione e guardò Yue. Lei lo stava guardando mentre lavorava e vedendo che la stava guardando, annuì e continuò la storia.

“Traditori… erano seguaci di Dio che si rivoltarono contro di lui in tempi antichi… volevano distruggere il mondo.”

Essendo una ragazza inespressiva e non parla molto, ci volle un po’ per la sua spiegazione. Non sarebbe stato un problema visto che ad Hajime serviva più tempo per rifornirsi. Data la dimostrazione di scarso potere offensivo durante lo scontro con lo scorpione, aveva bisogno di creare armi più potenti. Mentre lavorava, ascoltava con attenzione ciò che gli diceva la sua nuova partner.

Yue continuò con la sua storia. Erano in 7 coloro che si ribellarono a Dio per distruggere il mondo, ma non riuscendoci, fuggirono fino ai confini del mondo e crearono quelli che ora sono conosciuti come i 7 Gran Dungeon. L’[Orcus Great Dungeon] è uno di questi. Si dice che nelle zone più profonde del Dungeon, i Traditori vi hanno costruito le proprie dimore.

“…E quasi certamente, lì ci deve essere una via d’uscita…”

“Capisco. Non credevo che il Dungeon fosse stato costruito con tanto impegno. Se fossero dei maghi dell’Era degli Dei, non mi sorprenderei nel sapere che possedevano un qualche tipo di trasporto magico che li conducesse all’esterno.”

A quella possibilità, Hajime sembrò rilassarsi e tornò al lavoro. Anche Yue riprese a osservare il suo operato, fissandolo.

“…È interessante?”

Alla domanda, Yue semplicemente annuì. L’immagine di lei con indosso quel cappotto enorme mentre si tiene le ginocchia con le sue piccole mani, la rendeva affascinante. Il suo aspetto ben definito, combinato alla sua abilità di fare le coccole, la rende davvero carina.

Però ha 300 anni. Come ci si aspetterebbe da un altro mondo. Le loli anziane esistono…

Anche se la sua personalità è cambiata, rimane un’otaku. Non appena fece quel pensiero indelicato, Yue sembrò reagirvi.

“…Hajime, hai appena pensato a qualcosa di strano.”

“No, niente.”

Fingere di fare l’ignorante era ormai troppo tardi e cominciò a sudare a causa dell’acuto istinto femminile. Cercò di raggirarla lavorando in silenzio. Alla fine, Yue lasciò perdere e gli porse una domanda.

“Hajime, come mai ti trovi qui?”

È una domanda che viene spontanea. Qui nel Dungeon, a meno che tu non sia una Bestia Magica, non è il posto più adatto per vivere. Yue gli fece un sacco di domande: Perché può manipolare direttamente la magia? Perché sa usare magie che sembrano Magie Uniche? Come fa a mangiare la carne delle Bestie Magiche e stare bene? Cos’è successo al suo braccio sinistro? È umano? Che cos’è l’arma che usa?

Poco a poco e coscienziosamente, Hajime rispose alle sue domande. Probabilmente, dopo aver passato tutto quel tempo da solo, desiderava avere una conversazione con qualcuno. Quando questa cominciò, Hajime non aveva alcun problema a rispondere a tutte le sue domande. Forse, lei è l’unica cosa che lo separa dall’insensibilità, o almeno è quello il suo presentimento.

Hajime cominciò dal suo arrivo in questo mondo insieme ai suoi compagni di classe. Com’era definito incompetente da tutti. Successivamente, gli raccontò dello scontro con il Behemoth ed il successivo tradimento del suo compagno di classe che lo portò alla sua caduta nel Dungeon. L’essersi nutrito di vari tipi di Bestie Magiche. Il desiderio di combattere l’orso. Che cos’è in grado di fare la Pozione. Gli parlò di come creò la sua arma ispirandosi a quelle del suo mondo natio. Sentì Yue cominciare a singhiozzare. Cosa? Quando si girò verso di lei, la vide in lacrime. Sorpreso, Hajime cominciò istintivamente ad asciugargli le lacrime.

“Che ti prende all’improvviso?”

“…Kusu… Hajime… doloroso… proprio come me.”

Sembra che stia piangendo per lui. Con un sorriso amaro, Hajime cominciò ad accarezzarle la testa dopo che si riprese dallo shock.

“Non importa. La questione del mio compagno di classe è irrilevante. Non preoccuparti dei dettagli. Anche se ottenessi la mia vendetta, cosa dovrei fare dopo? Ma soprattutto, tutto ciò che voglio ora è sopravvivere e trovare un modo per tornare a casa.”

Yue sembrava un gatto che faceva le fusa e mentre tirava su col naso reagì alla sua affermazione di voler tornare a casa.

“…Tornare a casa?”

“Si? Nel mio mondo? Naturalmente. Voglio tornare… sono cambiato molto, ma… casa… voglio tornare a casa.”

“…Capisco.”

Con un’espressione triste, Yue guardò in basso e bisbigliò a se stessa.

“…Non ho un posto a cui fare ritorno.”

“…”

Hajime cominciò a grattarsi la testa. Non è così ottuso: Yue stava cercando un posto a cui fare ritorno. O almeno così ha percepito. Era per questo motivo che voleva un nuovo nome e se Hajime se ne sarebbe andato da questo mondo, sarebbe rimasta nuovamente sola.

Anche se ho giurato di raggiungere il mio obbiettivo ad ogni costo… sono ancora troppo gentile.

Pensò mentre riprese ad accarezzare la testa di Yue.

“Se è così, perché non vieni con me?”

“Eh?”

Yue spalancò gli occhi dalla sorpresa. Non poteva tirarsi indietro dopo aver visto quegli occhi cremisi inumidirsi per le lacrime. Ciò lo fece parlare d’istinto.

“No, intendo dire, nella mia patria. Un mondo abitato da soli umani, anche se bisognerebbe registrarti all’anagrafe… se aggiungessi anche il mio stato. Non so cosa potrebbe accadere… ma se ti va.”

Yue rimase scioccata un attimo per poi tornare alla realtà. Timidamente domandò “Posso davvero?” ma i suoi occhi non potevano nascondere le sue aspettative. Con gli occhi che brillavano, Hajime annuì. Come se l’espressione di un attimo fa fosse una menzogna, un sorriso sincero si dipinse sul volto di Yue. Hajime ne rimase ipnotizzato. Quando se ne accorse, preso dal panico, scosse la testa.

Incapacitato di guardare Yue, Hajime si concentrò sul suo lavoro, mentre lei era molto interessata su quello che stava facendo. La distanza tra i due diminuì e Hajime cercava di non farci caso.

“…Che cos’è?”

Poco a poco, Hajime stava finendo vari componenti con la sua trasmutazione. Da una parte, c’era un tubo lungo 1m, un proiettile lungo 12cm e altre parti sparsi tutti intorno.

Quest’arma sarebbe stata il suo nuovo asso nella manica, dato che Donner non aveva sufficiente potenza di fuoco.

“Questo è… un fucile anti-materia: versione railgun. Ti ricordi la mia pistola, vero? Questa è una versione ancora più potente. I proiettili che usa sono speciali .”

Quando lo assemblò, il fucile era lungo 1,50m. Hajime stava considerando varie opzioni al fine di aumentare il suo potere offensivo. La carica esplosiva e l’accelerazione elettromagnetica erano i limiti di Donner e a causa del suo design non poteva fare molto per potenziarla. Quindi decise di creare una nuova arma.

La risposta alla sua domanda di come aumentare la sua potenza di fuoco, era un calibro più grosso ed una canna più lunga. Ciò lo portò ad un fucile anti-materia. Anche se può caricare un solo colpo alla volta, la potenza che ne scatenava era enorme. Donner ha una potenza di fuoco 10 volte superiore ad un fucile normale ed è in grado di distruggere il corpo di una persona.

Il nome del fucile era Schlagen ed è 10 volte più potente di Donner… o almeno dovrebbe, teoricamente parlando. Per crearlo, usò il carapace dello scorpione, che quando lo analizzò con [Studio del minerale], questo fu il risultato dell’indagine

Stall
Alta attinenza alla magia. Minerale speciale nel quale la resistenza è proporzionale alla quantità di mana immesso.

Probabilmente è per questo che la corazza dello scorpione era così dura. Evidentemente aveva un’enorme riserva di mana all’interno del suo corpo.

Se è un minerale, allora Hajime può lavorarlo. Quando provò a trasmutarlo, questo lo fece con estrema facilità, poteva addirittura romperlo. Si ricorda ancora quante grane gli ha dato quando ha combattuto quella Bestia Magica.

Hajime era riuscito a mettere le mani su materiali di ottima qualità, quindi in un modo o nell’altro avrebbe funzionato. Usando quei materiali, cominciò la costruzione della canna di Schlagen. Visto che era molto più abile rispetto a quando costruì Donner, i lavori procedettero abbastanza rapidamente.

Più che altro, erano i proiettili ad ossessionarlo. Oltre a farli di Tauru, li rivestiva con uno strato di Stall, rendendoli un’equivalente dei proiettili Full Metal Jacket. In ogni cartuccia era stata messa la giusta quantità di polvere di pietra combustibile. In un sol colpo, grazie a [Trasmutazione Replicante], era facilmente in grado di produrre proiettili in serie.

Mentre lavorava, Hajime continuò a chiacchierare con Yue ed infine Schalgen venne completato. Il fucile, ha una forma potente e allo stesso tempo brutale, lasciandolo un profondo senso di soddisfazione. Una volta che finì il fucile, notò di essere affamato e quindi decise di grigliarsi lo scorpione ed i ciclopi.

“Yue, il pasto è pronto ma… ne sei sicura? Mangiare questa carne ti procurerà non pochi dolori… i vampiri non hanno problemi con ciò?”

La carne di Bestia Magica, ormai, è diventato il pasto di ogni giorno. Hajime aveva invitato Yue a mangiare insieme a lui, ma si chiedeva se ci fossero stati problemi nel caso la mangiasse anche lei.

“Non ho bisogno di mangiare.”

Affermò Yue scuotendo la testa.

“Bè, sei rimasta sigillata per 300 anni senza mangiare o vivere… sicura di non avere fame?”

“Lo sono… ma va tutto bene.”

“Bene? Hai mangiato qualcosa?”

Hajime guardò la pancia della partner con uno sguardo interrogatorio. Di risposta, Yue indicò Hajime.

“Il sangue di Hajime.”

“Ah, il mio sangue. Quindi vuoi dirmi che tutto ciò di cui avete bisogno è il sangue?”

“…Possiamo anche mangiare normalmente… ma bere sangue è molto più efficace.”

A quanto sembra, finché bevono un po’ di sangue non ci sono problemi. Dopotutto, lei aveva bevuto il suo sangue poco fa e sembrava che ne fosse rimasta soddisfatta. Accettando la risposta, la guardò. Per qualche ragione Yue si stava leccando le labbra.

“…Perché ti stai leccando le labbra?”

“…Hajime… delizioso…”

“D-Delizioso dici. Pensavo di avere un saporaccio date tutte le Bestie Magiche con cui mi sono nutrito.”

“…Sapore maturo…”

“…”

Da come l’ha descritto Yue, il suo sangue ha un sapore forte e profondo, simile ad una zuppa. Una zuppa densa con all’interno ogni tipo di verdura e carne. La prima volta che lo bevve, Yue era caduta in uno stato di trance e non era la sua immaginazione. Dopo aver patito la fame per tutto quel tempo, è naturale che qualsiasi piatto risulti gustoso.

Hajime voleva fermarla nel leccarsi le labbra, troppo seducente. Hajime sapeva che Yue era più anziana di lui. Tuttavia, ciò non lo aiutò a calmarsi visto il suo aspetto infantile mentre compie tale atto immorale. Una combinazione distruttiva.

“…Con delicatezza.”

“…Allora, con permesso.”

Hajime cominciò a sudare freddo. Il suo partner potrebbe rivelarsi pericoloso in molti sensi.

*****

Nagumo Hajime 17 anni Maschio
Classe: Artista della Trasmutazione (Synergist) Livello: 51
Forza: 980 Vitalità: 1090
Resistenza: 970 Agilità: 1260
Mana: 980 Resistenza magica: 980
Abilità:
– Trasmutazione;

– Valutazione del minerale;

– Trasmutazione precisa;

– Studio del minerale;

– Separazione del minerale;

– Fusione dei minerali;

– Manipolazione magica;
– Stomaco di ferro; – Manto del fulmine;
– Passo divino;

– Cammino Aereo;

– Scatto Terrestre;

– Artigli aerei;
– Visione notturna; – Zoom;
– Scova presenza; – Percezione magica;
– Nascondi presenza; – Resistenza al veleno;
– Resistenza alla paralisi; – Resistenza alla pietrificazione;
– Varja; – Coercizione;
– Comprensione linguistica.

*****

Omake

“…Tsk”

“K-Kaori? Hai schioccato la lingua…”

“Eh? Qual è il problema Shizuku-chan?”

“N-No. Niente…”

“…Gatta ladra.”

“Kaori?!”

“Fufu, va tutto bene Shizuku-chan. Ho solo l’impressione che qualcuno mi stia fregando il mio ruolo.”

16-Il Demone della stanza sigillata

18-Il secondo incubo (Lato degli Studenti) →

 

Lascia un commento

error: Content is protected !!