Capitolo 807 – Piccola Matrice di Trasferimento

Precedente | Indice | Prossimo

Onde di nebbia nera giravano intorno alla sommità della fornace come se stessero cercando di fuggire. Tuttavia, uno strano potere impediva alla nebbia nera di uscire.

Intorno alla grande fornace c’erano nove teschi. Non si trattava di teschi di bestia, ma di teschi umani! Tra le sopracciglia di ognuno dei teschi c’era un tatuaggio molto complesso.

I teschi emettevano raffiche di luce nera, come se formassero una formazione.

Ta Shan guardò la grande fornace con uno sguardo complesso e sussurrò: “Questa è la Misteriosa Fornace Yin.”

Gli occhi di Wang Lin brillarono come una torcia e il suo senso divino girò intorno alla fornace. Dopo un attimo di esitazione, il suo senso divino si precipitò nella fornace senza opporre resistenza.

Tuttavia, nel momento in cui il suo divino entrò, un acuto stridore di donna uscì dall’interno. Questo suono era estremamente strano; era impossibile da sentire con le orecchie e poteva essere udito solo con il senso divino. Era pieno di intento omicida mentre si scatenava come una tempesta. Fece quasi collassare il senso divino di Wang Lin.

Il corpo di Wang Lin tremolò e indietreggiò di qualche passo. Il suo volto divenne leggermente pallido, ma i suoi occhi brillarono di luce intensa.

Wang Lin fissò la fornace e disse lentamente: “Rimarrò qui per qualche giorno. Puoi uscire prima.”

Ta Shan rifletté in silenzio e poi alzò la testa per guardare Wang Lin. Dopo aver esitato per un momento, chiese: “Sei… davvero un celestiale?”

Wang Lin ritirò lo sguardo e guardò Ta Shan. Quando Ta Shan chiese di condurlo da solo, capì già che Ta Shan aveva una domanda per lui.

Wang Lin guardò in silenzio e con calma Ta Shan.

Ta Shan rivelò un’espressione amara e sussurrò: “Durante la mia infanzia, ho sentito spesso dire dai miei anziani che siamo stati scelti dai celestiali. Dovevamo passare la nostra vita a servire i celestiali. È l’onore del mio clan…

“Questo onore è stato l’unico credo nel mio cuore mentre crescevo. Questo non riguarda solo me, ma quasi tutti coloro che sono cresciuti nel clan.

“Tuttavia, crescendo, ho scoperto gradualmente che non era vero. Nessuno aveva visto un celestiale oltre a quella giada celestiale nel tempio…

“Di tanto in tanto, la Misteriosa Fornace Yin che le guardie del mio clan proteggevano vomitava nebbia. Le cose che uscivano dalla nebbia facevano strage del mio clan. Ho provato dolore e indignazione per la morte di ogni singolo membro del mio clan. Cominciai a chiedermi se i celestiali esistessero.

“Ancora oggi io, Ta Shan, non credo che i celestiali esistano. Se esistono davvero, perché si sono dimenticati di noi per così tanti anni…”

Wang Lin rifletté in silenzio. Quando sentì il vecchio affermare che erano il Clan degli Immortali Prescelti, ebbe una supposizione.

“Il Clan degli Immortali Prescelti… Il Clan degli Immortali Abbandonati… Uno scelse di abbandonare…”

“Dimmi, ci sono celestiali in questo mondo? Sei un celestiale?” Ta Shan alzò la testa e guardò Wang Lin. La sua voce era molto bassa, ma aveva un impatto più forte di un ruggito.

Wang Lin disse con calma e lentamente: “Non sono un celestiale…”

Il corpo di Ta Shan tremò e l’amarezza sul suo volto divenne ancora più forte.

“Forse ci sono ancora dei celestiali in giro, ma il Regno Celestiale è collassato molto tempo fa…” Lo sguardo di Wang Lin si posò sulla Misteriosa Fornace Yin.

Ta Shan si lasciò sfuggire un sorriso infelice, fece qualche passo indietro e mormorò: “Certo, avevo ragione. I celestiali… Non ci sono celestiali. Il mio clan ha preso la decisione sbagliata di sorvegliare questo posto per tutto questo tempo…”

Wang Lin fissò la Misteriosa Fornace Yin e chiese lentamente: “Cosa c’è all’interno di questa fornace?”

Ta Shan mormorò: “Non lo so. I registri del clan dicono che innumerevoli anni fa il Re Celestiale Spensierato portò il mio clan nel corpo della Bestia dell’Oltretomba per custodire questa Misteriosa Fornace Yin fino al suo ritorno.”

“Come faccio a lasciare questo posto?” Wang Lin ritirò lo sguardo.

Ta Shan fece un respiro profondo e sorrise ironicamente. “Non c’è modo di andarsene. Questo luogo è completamente sigillato… Ho cercato di trovare una via d’uscita per trovare i celestiali, ma ho fallito. Questo cielo ha un limite, ma non riesco a superarlo. Al di fuori delle crepe del muro di carne c’è un vuoto infinito.”

Gli occhi di Wang Lin si restrinsero e chiese: “Cosa diceva la giada celestiale di allora?”

“Nessuno è riuscito a vedere cosa c’è dentro. Nessuno degli innumerevoli membri del clan che sono morti era in grado di vedere il contenuto…” Ta Shan si riprese gradualmente dallo shock.

Wang Lin si accigliò. Dopo aver riflettuto un po’, fece un passo avanti e premette la mano contro la Misteriosa Fornace Yin. Il suo senso divino vi entrò ancora una volta.

In quasi un istante, apparve di nuovo quello stridore che poteva penetrare il senso divino. Questa volta era molto più intenso di prima. Penetrò immediatamente nel senso divino di Wang Lin e riecheggiò nella sua mente.

Wang Lin si concentrò sull’uso dell’energia origine per proteggere la sua anima origine e iniziò a resistere allo stridio. Quel suono divenne ancora più intenso nella sua mente. Alla fine, la forza di penetrazione raggiunse il suo picco. L’espressione di Wang Lin impallidì, ritrasse la mano e il suo corpo si ritirò. Ogni passo che faceva, faceva tremare il terreno e lasciava dietro di sé una profonda impronta.

Solo dopo aver indietreggiato di sette passi la sua espressione si riprese. Dopo aver emesso un freddo sbuffo, caricò in avanti e arrivò accanto alla bocca della fornace. Quando guardò all’interno, vide che era completamente buio. La nebbia nera che la circondava emanava un’aura fredda.

I suoi occhi si illuminarono e la sua mano si alzò in aria. Il tuono presente nel suo corpo uscì di corsa, formando una palla di tuono nella sua mano. La lanciò in cima alla fornace.

La palla di tuono atterrò sulla bocca della fornace con un boato. Tuttavia, in quel momento, la nebbia nera si riunì e divorò la palla di tuono.

Wang Lin gridò: “Esplodi!”

Il collasso della palla di tuono fu accompagnato da un rombo sommesso e la nebbia nera fu spinta fuori. Gli occhi di Wang Lin si illuminarono come se il suo sguardo potesse penetrare la nebbia nera e vedere il fondo.

All’interno c’era una piccola matrice di trasferimento!

La nebbia nera si mosse e coprì la matrice di trasferimento. Poi la nebbia nera si condensò rapidamente e prese forma umana. Si trattava di una donna, ma il suo corpo era formato dalla nebbia, quindi era impossibile vederne l’aspetto.

Tuttavia, dopo essere apparsa, caricò immediatamente. Sotto di lei c’era una nebbia nera ed emise un urlo.

Questa volta l’urlo non si rivolgeva solo all’anima origine, ma poteva danneggiare anche la carne. L’urlo era così potente da diventare quasi solido mentre si dirigeva verso Wang Lin.

Ta Shan non era lontano, quindi anche lui ne fu colpito. Il suo volto divenne pallido, i suoi occhi si affievolirono, e inconsciamente si ritirò. Non avendo un’anima del tuono mutata, la sua anima origine fu ferita.

Wang Lin si ritirò senza esitare, ma fu comunque colpito. La sua espressione divenne pallida e il sangue gli uscì dalla bocca. Afferrò Ta Shan e volò direttamente verso l’uscita.

L’ombra della donna all’interno della fornace li inseguì. Era molto veloce, li raggiunse in un attimo e lanciò un altro urlo. Negli occhi di Wang Lin balenò un intento omicida mentre sputava un boccone di sangue di essenza. La nebbia di sangue si precipitò verso l’ombra della donna.

Wang Lin gridò: “Sigilla!”

La nebbia di sangue si trasformò in molte restrizioni e si attaccò immediatamente al suo corpo, formando un grande sigillo.

Allo stesso tempo, gli occhi di Wang Lin divennero freddi e indicarono il vuoto. La Frusta del Karma apparve improvvisamente e si scagliò senza pietà contro la donna.

L’ombra della donna emise un misero gemito. Indietreggiò di qualche passo, ma subito si precipitò di nuovo in avanti. Il suo corpo si disperse in nove fili di gas nero che si diressero verso Wang Lin come frecce.

Wang Lin si accigliò e continuò a ritirarsi. Questa volta arrivò alla porta e gettò Ta Shan all’indietro. Indicò tra le sopracciglia e il terzo occhio si aprì immediatamente, poi una luce rossa circondò l’ingresso.

Sotto la luce rossa, i nove fili di gas nero cominciarono immediatamente a disperdersi. Poi si fusero rapidamente di nuovo insieme e furono in grado di ignorare completamente la luce rossa del terzo occhio mentre si dirigevano rapidamente verso l’uscita.

Il vecchio all’uscita aveva già visto il gas nero. La sua espressione cambiò notevolmente e, senza che Wang Lin glielo ordinasse, la sua mano iniziò a formare delle forme di cibo. La pianta tra le sue sopracciglia iniziò a lampeggiare rapidamente e poi si impresse sulla porta.

La grande porta iniziò a chiudersi lentamente con un forte rumore. L’urlo acuto della donna giunse immediatamente da dietro la porta. Il corpo del vecchio tremò, tossì sangue e tutto il suo corpo divenne spossato.

Nel momento in cui la porta stava per chiudersi, la donna stava per uscire. Gli occhi di Wang Lin si illuminarono, schiaffeggiò la borsa e tirò fuori il pennello celestiale. Immediatamente, disegnò sei tratti che schizzarono fuori come raggi di spade e bloccarono la donna che usciva.

Si sentì un forte botto e l’ombra della donna si fermò. In quel momento, la porta si chiuse e bloccò il suo urlo.

Ta Shan ne fu estremamente scioccato. Fissò la porta e il suo cuoio capelluto era intorpidito.

“Che cos’è!?”

“Lo spirito della Misteriosa Fornace Yin!” L’antenato del Clan degli Immortali Prescelti si asciugò il sangue dall’angolo della bocca e rivelò un’espressione complessa.

Wang Lin assunse un’espressione cupa e si sedette. “Voi due, andate via. Non lasciate che nessuno si avvicini a meno di 1.000 piedi da qui!”

Il vecchio rifletté in silenzio. Dopo un attimo, annuì rispettosamente. Poi lui e Ta Shan si trasformarono in un raggio di luce e volarono in lontananza.

Wang Lin fissò la porta. Quando il vecchio aprì la porta, vide chiaramente il vecchio usare il tatuaggio tra le sopracciglia. Questo tatuaggio era chiaramente il suo tatuaggio vitale.

Mentre rifletteva, Wang Lin schiaffeggiò la sua borsa di tenuta. Quando era ancora sul pianeta Suzaku, aveva ottenuto molti teschi dal Clan degli Immortali Abbandonati. Ci fu un lampo di luce e diversi teschi apparvero davanti a lui.

Su ogni teschio c’era un tatuaggio complesso. Dopo averli osservati da vicino, Wang Lin li mise via. Poi i suoi occhi si illuminarono e guardò il cielo.

Il cielo era azzurro, ma con lo sguardo di Wang Lin poteva vagamente vedere che al confine delle nuvole bianche c’era ancora il muro di carne.

“Se questo posto è davvero sigillato, allora come sono stato mandato qui… Questo posto non è amichevole. Devo trovare un modo per andarmene il prima possibile! Ma se da un lato è pericoloso, dall’altro è anche il posto migliore per nascondersi!” Wang Lin rifletté mentre schiaffeggiava la sua borsa e un oggetto volò fuori.

Questo oggetto era lungo circa 150 piedi e largo 40 piedi. Nel momento in cui apparve, emanò un’aura terrificante. Su questo oggetto c’erano innumerevoli spine che emanavano un senso di ferocia. Se qualcuno lo guardasse, proverebbe una traccia di paura.

Il terzo Carro da Guerra Ammazzadèi!

Precedente | Indice | Prossimo

Lascia un commento

error: Content is protected !!