Capitolo 272 – Da Niu

Precedente | Indice | Prossimo

Ogni volta che vedeva qualcuno morire di freddo, il dolore che provava era come se qualcuno gli avesse pugnalato il cuore. Non perché gli importasse di loro, ma perché un senso di terrore e preoccupazione per sua moglie sorgeva ogni volta.

Era preoccupato che sua moglie lo lasciasse se non riuscisse a sopportare queste dure condizioni.

Oltre a sua moglie, era anche preoccupato per Wang Lin. Nella sua mente, lo zio Wang era già vecchio. Il suo corpo starà bene con questo freddo?

Aveva già perso i suoi genitori. Non voleva che lo zio Wang abbandonasse anche lui.

Il figlio di Da Niu, Ceng Xiaoniu, si era appena unito alla Setta della Nuvola Bianca ed era solo allo stadio di Condensazione del Qi. Anche se il suo status era molto più alto di quello dei mortali, con il suo livello, era inutile in questa guerra.

Di conseguenza, anche se aveva provato a cercare i suoi genitori, l’Alleanza delle Quattro Sette era troppo grande. Quasi tutti i mortali erano stati spostati per togliere la neve ed erano sparsi per tutto il paese.

A meno che non avesse un livello di coltivazione estremamente alto, non c’era modo per lui di trovare i suoi genitori.

Da Niu aveva dimenticato da quanto tempo stava cadendo questa neve. Ogni giorno, si svegliava e trovava qualcuno vicino a lui morto congelato.

Allo stesso tempo, notò anche il misterioso potere della piccola scultura intorno al suo collo. Ogni volta che sentiva freddo, un calore veniva dalla scultura e si diffondeva sul suo corpo. Non importava quanto freddo facesse, poteva tranquillamente sopravvivere.

Dopo aver realizzato il potere della scultura, Da Niu improvvisamente sentì come se non conoscesse più Wang Lin, come se non avesse mai visto attraverso quel vecchio.

Ma a causa dell’esistenza delle sculture di legno, si sentiva più rilassato riguardo a sua moglie. Finché sua moglie non avesse rimosso la scultura di legno, non sarebbe morta congelata.

Tuttavia, con il passare del tempo, guardò la neve infinita e il suo cuore cominciò a disperarsi di nuovo.

La neve nel cielo diminuì, ma continuò a cadere all’infinito.

Durante questi giorni, molti mortali scapparono segretamente. Volevano scappare nei paesi vicini. Anche se dovevano rinunciare a tutto, almeno avevano ancora qualche speranza.

Si diceva che i paesi adiacenti non avevano nuvole. Era come una normale primavera in quei paesi; tutto era normale e il sole splendeva.

La mattina, Da Niu fu il primo a svegliarsi. Si alzò dal suo letto. Dietro di lui dormiva il secondo figlio di un negoziante della sua stessa strada. Questo giovane era un gran lavoratore che spesso lavorava insieme a Da Niu.

Era un bambino semplice. Da Niu gli diede una spinta, ma improvvisamente si bloccò. Mise la mano sul naso del ragazzo e sorrise amaramente. “È morto…” sussurrò.

Quando spinse il ragazzo, si accorse già che qualcosa non andava. Due fiumi di lacrime uscirono dagli occhi di Da Niu e un uomo di 40 anni e qualcosa cominciò a piangere.

Gli mancava la sua casa, gli mancava sua moglie, gli mancava suo figlio, gli mancava lo zio Wang, gli mancava il suo negozio e gli mancava il calore della sua casa.

A questo punto, qualcun altro si alzò e fissò Da Niu. Poi notò subito che durante la notte, cinque persone erano morte congelate in questa stanza.

Tutti cominciarono a riflettere. Dopo molto tempo, un grido venne dall’esterno della casa: “Venite tutti fuori, ora! Se qualcuno fa lo scemo, sarà gettato nella neve a morire di freddo.”

Qualcuno emise un sospiro e tutti uscirono lentamente. I loro occhi erano tutti sfocati e le loro facce erano gialle. Questi ultimi mesi di rimozione della neve li avevano davvero segnati. All’inizio c’era abbastanza cibo, ma ora ce n’era sempre meno. Erano arrivati al punto in cui non riuscivano più a mantenere il lavoro.

Da Niu stava ancora piangendo a terra. Un uomo di mezza età che era molto amichevole con lui lo tirò su e disse: “Da Niu, andiamo. Finché siamo vivi, c’è ancora speranza.”

Da Niu fu tirato su da lui. Guardò il ragazzo che giaceva lì immobile e le lacrime sgorgarono di nuovo.

Dopo aver lasciato la stanza, il vento freddo lo colpì, facendolo rabbrividire, ma il calore venne presto dalla piccola scultura intorno al suo collo.

Si strofinò il petto e guardò le persone che uscivano dalla porta. Strinse i denti e prese una decisione. Avrebbe trovato sua moglie e lasciato questo paese. Quando questa neve sarà finita, tornerà.

A notte fonda, quando tutti si erano addormentati, uscì di nascosto dalla casa. Il vento freddo lo fece rabbrividire, ma uscì comunque nella neve.

C’erano truppe umane che circondavano la zona, ma non potevano ignorare la gente che scappava. In questa zona, almeno potevano vivere. Se dovessero andarsene, probabilmente morirebbero.

All’inizio fermarono le persone, ma dopo un po’ si arresero. Dopo tutto, se qualcuno vuole morire, non lo puoi fermare davvero.

Da Niu camminò lentamente attraverso la neve nell’oscurità. Il mondo era grande, ma sentiva come se non ci fosse un posto a cui appartenere. Il vento era ancora più forte a notte fonda. Improvvisamente si fermò quando si scontrò con qualcosa. Rimase scioccato nello scoprire che ciò che lo fece inciampare era un corpo.

Questo corpo era morto da poco tempo, quindi era coperto solo da un sottile strato di neve. Quando Da Niu cadde, il suo volto si avvicinò molto al volto del corpo morto.

Il suo respiro si posò anche sul volto del corpo.

Dopo essersi spaventato per un po’, si lasciò sfuggire un grido e indietreggiò. Tuttavia, mentre indietreggiava, inciampò di nuovo. Sentì freddo mentre si guardava intorno e vide innumerevoli corpi.

Da Niu era un mortale. La sua nostalgia per sua moglie e suo figlio, la morte del bambino e tutti i corpi morti lo fecero crollare.

Si accovacciò sulla neve e cominciò a piangere.

Dopo molto tempo, Da Niu sentì improvvisamente il suo corpo riscaldarsi quando una mano calda gli accarezzò la testa.

“Da Niu, non avere paura.”

Da Niu girò la testa e guardò il giovane che era apparso dietro di lui. Questo giovane sembrava molto più giovane di lui, ma i suoi occhi emanavano una luce antica.

Da Niu non era estraneo a questa persona. Infatti, era lo zio Wang che desiderava tanto.

Ma l’aspetto attuale di questa persona era completamente diverso dal vecchio che conosceva. Da Niu guardò Wang Lin e improvvisamente ricordò la prima volta che aveva aperto la porta del negozio di Wang Lin e aveva visto il suo volto.

Il Wang Lin di allora era esattamente come quello di adesso.

“Zio Wang…” Da Niu sussurrò. Rifletté per un po’. Sentiva che lo zio che lo aveva visto crescere non era una persona normale. Rifletté per un po’, poi chiese: “Tu… sei un immortale?”

Wang Lin guardò i dintorni. Infine, guardò Da Niu, annuì e sorrise. “È tutto a posto. Lo zio Wang è qui, quindi non c’è bisogno di avere paura. Andiamo a cercare tua moglie.”

Da Niu si sentiva come se fosse in un sogno. Nella sua mente, l’immagine che associava a Wang Lin cambiò rapidamente tra un vecchio e un giovane uomo. La sua espressione era inquieta. Anche un accenno di panico era visibile.

Wang Lin fece un sospiro e puntò il dito sulla testa di Da Niu. Da Niu sentì un irresistibile desiderio di dormire, poi si addormentò.

Wang Lin agitò la mano destra. Una luce delicata circondò Da Niu e Wang Lin volò via con lui.

A 30.000 chilometri di distanza, in un’altra casa piena di mortali che stavano rimuovendo la neve, Wang Lin trovò la moglie di Da Niu. Quando Wang Lin diede loro le sculture, lasciò un pezzo del suo senso divino al loro interno, in modo da poterli salvare in un momento di pericolo.

Questa relazione era un seme che piantò con Da Niu 30 anni, e doveva salvarli per raccoglierne i frutti.

Wang Lin si mosse rapidamente mentre portava la coppia e arrivò al confine. C’erano due schermi di luce che bloccavano la strada. Uno era dell’Alleanza delle Quattro Sette e uno era dall’altra parte.

Wang Lin mise giù la coppia e mise la mano sulla luce. La sua energia spirituale fu iniettata nello schermo di luce e si aprì un tunnel che le persone potevano attraversare.

Wang Lin fece un sospiro. Puntò la mano sulla testa della coppia. Dopo aver lasciato un piccolo pacchetto, si voltò e scomparve.

Dopo un po’, Da Niu aprì gli occhi. Gli sembrava di aver appena visto un sogno di suo zio Wang. L’immagine di suo zio Wang per qualche motivo cambiò per essere la stessa dello zio Wang che conosceva quando era un ragazzo.

Fece un sospiro, poi improvvisamente guardò la donna accanto a lui e si lasciò sfuggire un urlo. Si mosse rapidamente e la scosse. La donna si svegliò e anche lei fissò Da Niu. Dopo un po’, i due si abbracciarono e iniziarono a piangere.

La moglie di Da Niu chiese dopo aver pianto per un po’: “Da Niu, perché sono qui? Ricordo che quando mi sono addormentata, ero ancora dentro casa.”

Da Niu rifletté per un po’ e guardò il cielo. Dopo molto tempo, fece un sospiro. Sapeva che ciò che era successo non era un sogno. Era la realtà. Non disse nulla, si limitò ad abbracciare sua moglie prima di volgere lo sguardo verso il tunnel e il pacco a terra.

Dopo aver aperto il pacco, trovò molto oro. Lui e sua moglie si inchinarono entrambi verso la capitale mentre lui sussurrava: “Zio Wang… grazie…”

Prese il pacco e trascinò sua moglie attraverso il tunnel. Poco dopo che Da Niu lasciò l’Alleanza delle Quattro Sette, Wang Lin apparve nel punto in cui si erano inchinati. Guardando le figure di Da Niu e di sua moglie che scomparivano, gli occhi gli lacrimarono.

Con il suo senso divino, aveva già notato che c’era una piccola città non lontano da qui. Dovevano solo seguire la strada ufficiale per arrivarci. Da Niu passò lì il resto della sua vita. Anche fino al momento della sua morte, non poté dimenticare lo zio Wang, il quale lo vide crescere. Solo che non ebbe mai la possibilità di rivedere Wang Lin.

Precedente | Indice | Prossimo

Lascia un commento

error: Content is protected !!