184 – Personalità

Capitolo offerto da

— • — • — • —

Scroll esitò un momento di fronte alla porta della camera da letto prima di entrare.

All’interno, Wendy era seduta al banco mentre teneva un libro con un’espressione triste in volto. Anche dandoci una veloce occhiata, capì che era Fondazione Teorica di Scienze Naturali.

Non poteva far a meno di sorridere, in quanto era difficile vedere quell’espressione sul volto di Wendy. Anche quando l’Associazione Cooperativa delle Streghe era bloccata nella Catena Montuosa Invalicabile e il cibo scarseggiava, Wendy continuava a sorridere cercando di tirar su di morale le sorelle. Sembrava che non facesse tanto caso alle avversità.

Non si sarebbe mai aspettata che un libro l’avrebbe turbata così tanto.

“Va ben oltre la tua comprensione, vero?” disse Scroll, “Anche io la prima volta ho avuto la stessa sensazione.”

“Stavo pensando a Nightingale.” Wendy alzò lo sguardo quando sentì la sua voce. “…e adesso?”

“Non ho capito la domanda.”

“Fortunatamente, è lo stesso anche per me.” sospirò Wendy. “Oltre ad Anna, anche Soraya ha sviluppato una nuova abilità. Se non m’impegno, verrò ben presto superata dalla generazione più giovane. Mi chiedo come fa Sua Altezza a conoscere tutte queste cose. Come fa a descrivere un mondo invisibile, a lui visibile?”

“A dire il vero, non si accorge di molte cose.” Scroll fece spallucce e disse, “Intendo dire in certi aspetti.”

“Cosa vuoi dire?”

“Mi riferisco a Nightingale.” disse Scroll prendendo uno sgabello e sedendosi di fianco a Wendy. “Hai notato che il suo comportamento è cambiato? Quando protegge Sua Altezza, adesso è raro che entri nella sua nebbia. Anche quando è fuori dal castello, si limita ad abbassare il cappuccio per coprirsi il volto. E soprattutto… presta attenzione alle lezioni. È la tua compagna di stanza, quindi dovresti saperne più di me. Sapresti dirmi che le è successo?”

“Niente di particolare.” Wendy scosse la testa, “Ha solo fatto la sua scelta.”

La sua risposta sorprese leggermente Scroll “Scelta?”

“Beh, come avrai supposto,” Wendy chiuse il libro e parlò in maniera schietta, “ha una cotta per Sua Altezza, Roland Wimbledon. È cos’ ovvio che è impossibile che tu non te ne sia accorta. Non è una novità che alcune Streghe s’innamorano degli uomini che gli offrono un riparo. Abbiamo sentito un sacco di storie come queste quando eravamo ancora nell’Associazione Cooperativa delle Streghe.”

“Quelle sono solo delle storie fittizie. Molte sorelle non sono mai andate incontro ad un finale felice.”

“Sua Altezza è diverso dalle persone di quelle storie.”

Scroll rimase sorpresa per un momento. Non si sarebbe mai aspettata che Wendy, con cui condivideva lo stesso punto di vista non molto tempo fa, avrebbe detto una cosa del genere. Lei disse, “Sai che le Streghe non possono avere bambini. È impossibile che Sua Altezza…”

“Sua Altezza sposerà una Strega.” disse Wendy facendo spallucce. “Te lo ha detto lui, no?”

Come fa a saperlo? Che Nightingale fosse li in quel momento? Pensò Scroll. All’improvviso realizzò una cosa e chiese, “Mi stai rimproverando per non avertelo detto? Wendy, semplicemente non volevo che la voce si diffondesse. Non farà altro che causare problemi a Sua Altezza nella sua corsa per il trono.”

Wendy rimase in silenzio per un attimo prima che parlasse, “Lo so. Non ti sto rimproverando e ho desso la stessa cosa a Nightingale. Prima che venissi a conoscenza della risposta di Sua Altezza, ho pensato che non sarebbe successo niente alle altre sorelle. Ma se a Sua Altezza non facesse ne caldo ne freddo, perché dovremmo cercare di fargli cambiare idea? In precedenza, Nightingale ha cercato di nascondere questi suoi sentimenti, ma ne uscì depressa. La preferisco per com’è adesso. Non importa quello che succederà, almeno sta seguendo il suo cuore.”

Quindi è questa la ragione, pensò Scroll. Anche se concordava di diffondere la risposta di Sua Altezza, non avrebbe interferito con i sentimenti delle sue sorelle e non avrebbe preso una decisione per loro. Rispetto a Cara, Wendy ha sempre preso in considerazione i sentimenti delle sorelle e di fronte alle difficoltà le incoraggiava sempre.

“Ma Sua Altezza, lo sa?” Scroll pensò improvvisamente ad un serio problema. “E se non sapesse che le Streghe non possono rimanere incinte?”

“Beh…” anche Wendy abbassò la voce. “che ne dici se andiamo a chiederglielo?”

*****

All’esterno delle mura cittadine. Regione occidentale.

La prateria era irradiata dalla luce del sole primaverile. In lontananza, si potevano senti pascoli di capre e pecore pascolare allegramente. Era difficile da immaginare una cosa del genere fino a 3 mesi fa. L’intera prateria era ricoperta di neve e ghiaccio e oltre alle crudeli Bestie Demoniache, non c’era nient’altro.

Nightingale ha fatto pratica di tiro per buona parte del pomeriggio, padroneggiando quell’arte molto più velocemente di quando Roland si aspettasse. Probabilmente, ognuno possiede un talento diverso, pensò, alcune persone sono nate per combattere. Data la sua posizione standard di ricarica, mira e sparo, non può più venir considerata una novizia.

“Se fosse nata in una famiglia di Cavalieri, sarebbe stata la migliore tra tutti i Cavalieri di Graycastle.” Carter non poteva non elogiarla. “Proprio come me.”

“Fortunatamente, non è stato così. Vorrei evitare che le sue braccia diventino muscolose come le tue.” Roland gli lanciò uno sguardo e chiese, “Come ti sei sentito nell’affrontare una Straordinaria?”

“Nel momento in cui sono stato colpito, mi sono sentito come se fossi stato investito da un montone alla carica e il mio petto fosse stato fatto a pezzi.” ammise onestamente Carter, “Se devo dire la verità, è stato tremendo.”

“Non ci dovrebbe essere una seconda volta.” rise Roland.

Quando Nightingale finì di sparare un’altra serie di colpi da ferma, Roland applaudì. “Le tue prestazioni sono eccellenti. Adesso tentiamo una simulazione.”

Dopo aver rimesso la pistola nella fondina, Nightingale si avvicinò a Roland. Sotto la luce del sole, le gocce di sudore sul suo naso brillavano.

“Vedi quei bersagli?” Roland indicò a cinque manichini non molto distanti. “Tutti loro possiedono una Pietra della Ritorsione Divina. Dovresti essere in grado di vederli nella nebbia. Ecco quello che dovrai fare. Combina la tua abilità con la tua abilità balistica e sconfiggi quei nemici nel più breve tempo possibile da quando esci dalla nebbia.”

Nella nebbia, lo spazio e gli oggetti sono in continuo mutamento, rendendo difficile la possibilità di colpire i bersagli con il proiettile. In precedenza, Nightingale aveva tentato di sparare dall’interno della nebbia e l’ultimo proiettile per poco non colpiva Roland che era dietro di lei.

Di conseguenza, Nightingale deve uscire dalla nebbia per sparare e meno tempo passa all’esterno della nebbia, minori sarebbero state le possibilità di contrattacco.

“Capito.” lei sorrise, si abbassò il cappuccio sul volto e scomparve di fronte a loro.

Quando il primo colpo esplose, Roland poteva a malapena vedere una figura bianca che emergeva silenziosamente; quando delle fiamme e fumo comparivano, il bersaglio venne colpito e distrutto. Ancora prima che le schegge di legno potessero toccare terra, era già arrivata alle spalle del secondo bersaglio e premuto il grilletto ad una distanza di 3 o 4 m.

poi tocco al terzo e al quarto bersaglio… ogni volta che sparava, non era uscita completamente dalla nebbia. Ad eccezione della pistola argentata e delle fiamme improvvise, Roland non riusciva a vedere di più. Era difficile per lui riuscire a trovare la sua posizione basandosi sulla vista. Sotto la copertura della nebbia, sembrava comparire e scomparire nello stesso istante… una scena che solo nei film poteva essere vista. In un batter d’occhio, tutti e cinque i bersagli erano stati distrutti e dopo un’altro battito, Nightingale era di nuovo al suo fianco.

“Com’era?” chiese ridendo.

“Beh…” Roland diede una veloce occhiata a Carter che era scioccato e disse, “cosa ne pensi?”

“Temo che adesso nessuno possa tenere testa a Miss Nightingale.” il Comandante dei Cavalieri fece un profondo respiro. “Anche indossasse la Pietra della Ritorsione Divina, neppure Ashes ci riuscirebbe.”

“Quindi, sono promossa?” si asciugò il sudore dal naso per poi strofinarsi sul mantello di Roland.

“Sì… naturalmente.”

← 183-Piano di costruzione distrettuale

185-La Stella del teatro I →

error: Content is protected !!