178 – Il Tempio Cardine Segreto

Capitolo offerto da

— • — • — • —

“Hahaha…” rise Heater per poi continuare, “è improbabile che una pedina faccia esattamente quel che gli si dice. Purché abbia il nostro stesso proposito, gli possiamo permettergli di agire come vuole; finché perdono uomini in guerra, non c’interessa dove lo condurrà. Ad ogni modo, dal momento che Graycastle è l’ultimo regno che abbiamo pianificato d’invadere, hanno ancora del tempo per uccidersi a vicenda. Roland Wimbledon non aveva rifiutato di comprare le nostre pillole? Questa volta potremmo permettere a Timothy di far pressione sulla regione occidentale e forse accetterà la nostra offerta.”

Eppure, a Mayne non andava a genio che la Regina di Clearwater li abbia sfidati apertamente. Dopotutto, li aveva selezionati personalmente le sue pedine. Se Timothy avesse deciso di trincerarsi e resisterle invece di marciare contro di lei dopo aver preso Graycastle, il Decreto Reale per la selezione del Principe Ereditario non porterebbe i risultati sperati. Sembra che sia costretto a fare un’altra mossa.

“Non possiamo fare scelte affrettate per ciò che concerne la regione occidentale finché non riceviamo messaggi dai nostri messaggeri.” affermò Mayne “Per oggi è tutto. Assicurato che tutto vada secondo i piani. Io degli affari da portare a termine nel castello sotterraneo di Hermes.”

“Oh, vero.” disse Heather, come se si fosse ricordata qualcosa, “Oggi è il Giorno dell’Incarnazione? Quante persone hanno deciso di partecipare nella cerimonia d’incarnazione?”

“È confidenziale.” Mayne si alzò e si diresse verso l’uscita della stanza segreta senza guardarsi indietro.

*****

Dopo aver percorso una lunga scala sospesa fino a raggiungere le profondità della cava, Arcivescovo Mayne superò le pietre bianche, lucenti come uno specchio, dirigendosi verso le profondità del castello sotterraneo.

Rispetto alla sua solita calma, l’ufficio sembrava piuttosto impegnato quest’oggi. Un gruppo di uomini dell’Esercito dei Giudici che ha superato l’esaminazione stava aspettando all’esterno della stanza. Dal momento che molti di loro erano giunti lì per la prima volta, tutti si guardavano intorno curiosi. Quando videro Mayne, tutti quanti col petto in fuori e il pugno sul cuore salutarono “Lord Arcivescovo!”

Lui sorrise e rispose annuendo. L’Esercito dei Giudici composto dall’élite dei guerrieri della chiesa, erano estremamente leali a Dio e si sarebbero sacrificati molto volentieri. Nonostante il fatto che l’incarnazione dell’Armata del Castigo Divino non sempre andava a buon fine, erano consci di questi rischi quando fecero domanda ed erano ancora devoti alla causa.

Come i guerrieri lo guardavano con riverenza, superò il terzo recinto e arrivò all’Area Cardine Segreta, ove le guardie del Papa attendevano. S’inchinarono di fronte a lui prima di aprire le enormi porte di metallo dietro di loro.

Mayne seguì le guardie nella stanza. Da lì, il cuore del castello segreto di Hermes cominciava; ogni ricerca e scoperta della Chiesa uscivano da li.

Senza alcuna torcia come nell’Area Cardine Segreta, all’improvviso non riusciva a vedere altro che oscurità. Dopo essersi leggermente abituato, vide uno stretto corridoio di fronte a se. I muri ed il soffitto del corridoio erano di ferro e su entrambi i lati, le mura erano adornati da pietre fluorescenti. Questa particolare pieta, altri non è che Pietra della Ritorsione Divina e poteva diventare fluorescente se bagnata con sangue di Bestia Demoniaca.

Una gabbia era posta alla fine del corridoio. Quando entrarono nella gabbia, le guardie la chiusero dietro di se. La catena sopra di loro fece uno scricchiolio, molto rumoroso dato il corridoio silenzioso. Accompagnata da quel suono, la gabbia scese all’interno di un buco nel suolo. All’improvviso, Mayne vide la luce.

Un luogo sotterraneo estremamente spazioso si presentò davanti a lui.

Non importa quante volte lo abbia visto, si sentiva impotente ogni volta.

Logicamente, una cava molto profonda sul fondo doveva essere nera, ma no era questo il caso. L’intera cava era illuminata dalla fluorescenza della Pietra della Ritorsione Divina. La pietra aveva la forma di prismi di varie dimensioni che uscivano dal terreno quasi fossero dei fiori. Anche il più piccolo di questi prismi era grande quanto il tronco di un’essere umano e il più grande era talmente spesso che ci volevano 10 persone per aggirarlo. La loro altezza era altrettanto incredibile. La più alta poteva toccare il soffitto ed essere anche più alto della torre del paradiso della Cattedrale di Hermes.

I colori delle pietre erano varie. Il più denso della Pietra della Ritorsione Divina aveva il colore della lavanda e quelle vicine avevano colori che andavano dal blu scuro al verde chiaro. Il più piccolo era bianco e quelli più giovani erano praticamente trasparenti. La Pietra della Ritorsione Divina viola brillava di più, soprattutto quella più alta della torre del paradiso. Con una lucentezza simile a quella della luna, era quella che più contribuiva alla luce presente li sotto e quindi anche senza una torcia, la gente riusciva a vedere il fondo sebbene non nitidamente.

A causa della Pietra della Ritorsione Divina, la magia non era in grado di manifestarsi nella regione interna del versante e le pietre vendute dalla Chiesa provenivano tutte da qui.

Era abbastanza spazioso da ospitare cinque o sei Cattedrali di Hermes e per questo definito Tempio Cardine Segreto. Eppure, sembrava molto più antico della chiesa che poggiava sulla collina. Mayne, che si trovava nella gabbia che stava lentamente scendendo, poteva vedere il cancello di ferro nero sul muro della cava dietro il tempio, che conduceva ai piedi del Monte Hermes e si collegava alla Vecchia Città Santa. In un certo senso, il vecchio edificio era il vero corpo del castello sotterraneo di Hermes e ancor prima della costruzione della Nuova Città Santa, aveva messo qui le sue radici.

Ci vollero almeno 8 minuti per raggiungere la terra. Mayne uscì dalla gabbia prima di essere seguito dai messaggeri al tempio.

La cerimonia d’incarnazione si sarebbe tenuta nella sala del primo piano.

Dopo essere entrato, l’Arcivescovo sentiva che la luce era ritornata intorno a se. Non era più violacea, ma aranciata poiché generata da migliaia di candele. La luce sopra di se proveniva da candelieri a tre strati. Allo stesso tempo, c’erano molti candelieri posti intorno alla sala formando quel che sembrava un cielo stellato. Grazie al fuoco, il freschino all’interno della cava era diminuito considerevolmente.

L’uomo che stava tra i due altari dell’incarnazione era il Leader Supremo della Chiesa, il Papa O’Brien, che indossava un’abito rosso ricamato in oro e sul capo vi era posta una corona d’ora incastonata con pietre preziose. In quel momento, era concentrato a nel controllare gli strumenti dell’incarnazione in vista della cerimonia.

“Supremo Pontefice.” Mayne si avvicinò e s’inginocchiò di fronte a O’Brien, baciandone la mano.

“Alzati ragazzo.” la voce del Papa era calma e rauca. “Qui dentro non c’è nessun’altro oltre alle guardie. Non c’è bisogno che tu segua quella noiosa etichetta.”

“Come desidera.” Mayne si alzò e quando guardò Sua Santità rimase sorpreso dal suo aspetto. Sembrava molto più anziano rispetto all’ultima volta che lo aveva visto. Il suo volto era coperto da profonde rughe e la sua pelle aveva un pallore malaticcio, floscio e spento. In particolare, risaltavano le macchie scure. Come l’Arcivescovo lo vide, i suoi occhi s’inumidirono. “Avete… lavorato troppo.”

“Il tempo ha lasciato il suo segno su di me.” disse O’Brien con calma. “Nessuno può resistere al passare del tempo e non mim è rimasto molto tempo. Temo che non riuscirò a vedere il giorno in cui l’umanità sconfiggerà i demoni e neanche dovrò sopportare un dolore sconosciuto. Ma voi dovrete continuare a combattere fino al giorno in cui riuscirete a sconfiggere il nemico. Un’altra sconfitta ci distruggerà per sempre.”

Mayne annuì e disse, “Combatterò fino all’ultimo respiro.”

“Molto bene.” il vecchio sorrise. “Hai fatto un’ottimo lavoro recentemente. Hai reclutato per la Chiesa altri 1’000 soldati per l’Esercito dei Giudici e ci 62 richieste di partecipazione alla cerimonia d’incarnazione. Il numero dell’Esercito dei Giudici è il più alto di questa epoca.”

“Vostra Santità, potrebbe dirmi quanti uomini dell’Armata del Castigo Divino servono per sconfiggere i demoni?” esitò per un momento Mayne prima di chiedere. “La nostra conoscenza sui demoni proviene dal Testo Sacro eppure le informazioni sono frammentarie. Non ci sono indicazioni su dove provengono, il loro numero e come combattono. Comprendo che non avrò delle risposte finché non diverrò Papa, però…”

O’Brien allungò la mano per fermarlo. “Stai diventando impaziente ragazzo. Pazienta. Non ci vorrà molto prima che tu diventa il prossimo Papa. Solo allora, tutte le tue domande troveranno risposta grazie ai documenti custoditi in cima al Tempio Cardine Segreto. L’unica cosa che posso dirti, è più uomini sono meglio è.” sussultò alla ricerca di aria e poi continuò, “Oltretutto, anche se non sei stato convocato per la cerimonia dell’incarnazione, dal momento che ti trovi qui, spero che assisterai alla cerimonia e renderne… ahem… un’esperienza per il futuro. Io mi farò da parte.”

Mayne accarezzò la schiena del Papa per aiutarlo a tossire di meno. Dopo che questo cominciò a respirare più tranquillamente, abbassò la testa e disse, “Sì, Sua Santità.

← 177-La volontà della Chiesa

179-La cerimonia d’incarnazione →

error: Content is protected !!