166 – Vigilia della battaglia decisiva

Capitolo offerto da

— • — • — • —

Il quinto giorno dopo il loro accordo, Roland aveva finalmente approntato tutta la materia prima necessaria per il nuovo proiettile: la nitrocellulosa.

Aveva fatto alcuni gravi errori nel principio con l’elettrolisi dell’acqua salata. Voleva sfruttare la barra di rame della produzione di Anna come elettrodo, ma il risultato finale era che gli elettrodi si erano sciolti in acqua. Con questo, l’intero bacino di acqua salata venne sprecato. La brina saturata era solitamente usata per evitare la dissoluzione del cloro nell’acqua durante il processo di elettrolisi, ma il sale in quest’epoca non era proprio economico. Si sentiva come se stesse gettando Reali d’oro, gettandoli in della semplice acqua contaminata. Alla fine, risolse la cosa usando del carbone come elettrode.

Bollì la soda caustica insieme all’acqua per rimuovere il grasso. Quando terminò nella creazione delle garze di cotone grasse, portò la soda caustica rimasta al laboratorio di chimica.

L’esterificazione della nitrocellulosa era il passaggio più importante dell’intero processo. Anche se non era sicuro del processo teoricamente parlando, sapeva che doveva imbevere le garze in un acido e rimuoverle subito dopo la nitrificazione. tuttavia, non sapeva la quantità di acido necessaria o il tempo di reazione. Roland ordinò a Kyle di formare vari gruppo per svolgere gli esperimenti necessari e per controllarne il tempo venivano usate delle clessidre. Pulivano continuamente la garza dopo averla imbevuta nell’acido, prima di immergerla in una soluzione di idrossido di sodio. poi, le garze venivano portate al castello per farle asciugare da Wendy.

Usavano l’acido nitrico durante l’esterificazione quindi, molti dei prodotti di prova si infiammavano immediatamente. Tra di loro, una garza imbevuta nell’acido nitrico e sulfureo in un rapporto di 1:2 dimostrò il risultato più adatto. Dopo aver ottenuto la prescrizione base, il laboratorio cominciò a produrre in massa la nitrocellulosa. Dopo averla immersa e lavata, i soldati dell’a Prima Armata lo portavano via. Nemmeno il capo alchimista sapeva in che modo sarebbe stata impiegata.

Le cameriere avrebbero tagliato le garze in quadrata della grandezza di un dito per poi venir mandate sul versante settentrionale all’interno di scatole. poi sarebbero state messe nel giardino all’interno del poligono. in assenza delle macchine, questo processo doveva essere fatto manualmente. sedute per terra, le guardie usavano bastoncini di legno per spingere la nitrocellulosa all’interno del bossolo e quindi sigillare il foro d’iniezione. allora la polvere da sparo venne inserita con un imbuto e compattata. Si assicurarono che ogni bossolo contenesse la stessa quantità di polvere da sparo.

L’ultimo passaggio prevedeva l’inserimento forzato del proiettile. I proiettili di Anna erano entravano alla perfezione nel bossolo. dovevano spingere il proiettile nel bossolo e poi colpirlo leggermente con un martello.

L’efficienza della produzione era molto bassa, in un giorno non furono nemmeno in grado di produrre più di 100 proiettili. Poi il sesto giorno, Carter poté finalmente iniziare a utilizzare la nuova arma. Poiché il Comandante dei Cavalieri soddisfaceva ogni qualifica necessaria per diventare un eccellente tiratore, il suo tasso di successo era notevolmente migliorato dopo le continue prove nel corso degli ultimi giorni. Rispetto alla performance che aveva dimostrato, quando Roland gli introdusse l’arma completa la differenza fu come tra cielo e terra.

Dopo aver creato le munizioni, Carter non doveva più usare la sua precedente e strana postura di tiro, ove la canna era sempre rivolta verso il basso. Ora, a patto che la nitrocellulosa non si rompesse, la camera della pistola poteva facilmente essere ripulita e dal momento che era molto più infiammabile della polvere nera, poteva colpire il bersaglio molto più facilmente.

Sfruttando l’ultimo giorno, Roland aveva permesso a Carter di addestrarsi per un’estrazione rapida con due pistole. Il rinculo dei 12 mm è così forte, che è difficile colpire il centro al primo secondo colpo, mentre si teneva la pistola con una sola mano. Ma nel piano di Roland, Carter si sarebbe prima trattenuto, lasciando avvanzare Ashes e quindi iniziare con il suo attacco a sorpresa.

Tenendo conto che Carter avrebbe portato due pistole durante il duello, con dieci proiettili il suo successo sarebbe stato garantito. Se l’avversaria fosse avanzata troppo rapidamente, Carter poteva rapidamente tirare fuori la sua seconda pistola e tenendo conto che l’arma di Ashes offriva un certo grado di difesa, Roland aveva deliberatamente scelto i proiettili d’acciaio, aumentando la sua capacità di penetrazione invece di usare altri tipi di proiettili. Con i limiti della tecnologia di fusione dell’epoca attuale, la grande spada di Ashes era con ogni probabilità realizzata in ghisa, la sua forma era esagerata e non poteva essere in alcun modo venir migliorata. Dato che la sua arma di ferro ingombranti non era un prodotto veramente finito, il problema che  presentava era la distribuzione delle tensioni interne che sarebbe diventata irregolare e con questo, non poteva essere definito un buono scudo. Dal punto di vista di Roland, la sua arma poteva essere classificata nella migliore delle ipotesi, ad una qualità comune. Quindi, fintanto che la loro fortuna non li avesse abbandonati, la possibilità di essere colpiti dai proiettili di rimbalzo era molto bassa.

Se Ashes voleve battere Carter, avrebbe prima dovuto ridurre la distanza, unico svantaggio delle armi bianche. A meno la vista di Ashes non le avrebbe permesso monitorare le curve balistiche così da farle schivare i proiettili, non avrebbe avuto modo di sconfiggere Carter.

*****

Maggie tornò nella camera di Ashes solo dopo che il cielo incominciò a scurirsi.

“Perché stai tornando sempre così tardi in questi ultimi giorni?” Chiese Ashes dopo aver chiuso la finestra.

“Lightning mi ha portato con lei a cacciare ad alcune specie di uccelli,” disse Maggie tornando in forma umana, prese la coscia di un uccello arrosto, riempiendo la stanza di un delizioso odorino, “Ho voluto lasciartene un pezzo“.

“Ho mangiato,” Ashes scosse la testa. “Lightning è una delle Streghe dell’Associazione?”

“Cooo.” Maggie annuì freneticamente, “La sua abilità è simile alla mia. Come me anche lei può volare, ma la sua abilità è molto più facile da usare.” Dopo una pausa chiese: “Ashes, ti ostini a volerli combattere? Sento… che loro in realtà non avranno mai intenzione di andarsene con noi e vivono piuttosto bene.“

Ashes fu sorpresa da questa domanda inaspettata e non rispose.

“Perché anche io voglio stare qui ora, coo.” Maggie si sedette sul letto e disse, “Il letto è morbido e il cibo è buono. Ho notato che quando era ora di pranzo, il Lord ha espressamente collocato il tavolo nel cortile del palazzo in modo che potesse pranzare insieme alle Streghe. Tutti parlavano, ridevano e di tanto in tanto anche il Principe parlava con loro. Sembra completamente diverso da quegli aristocratici che ci odiano. Questo pomeriggio Lightining mi ha portato con lei a giocare a Gwent. Si tratta di un gioco per due e mi hanno anche dato due mazzi; vuoi giocare insieme a me? T’insegnerò.”

“No…” Ashes scosse la testa e fece un respiro profondo. Lei era a conoscenza dei cambiamenti nel comportamento di Maggie degli ultimi giorni, ma si rese conto solo ora, che anche le sue convinzioni si erano fatte più fragili.

In questi giorni, la maggior parte delle Streghe vivevano nella paura e senza alcuno scopo. La loro unica ricerca era quella di vivere una vita comoda e stabile. Lo stesso si poteva dire di Maggie che prima di essere accettata da Tilly, aveva vissuto all’interno di una casa nei bassifondi della Capitale, proprio come un vero uccello. Aveva trascorso le sue notti dentro le fessure delle travi del tetto, anche dopo che Tilly aveva deciso di attraversare i mari verso est, Maggie viaggiava di città in città contattando le Streghe che si nascondevano, senza nemmeno fermarsi una volta negli ultimi 6 mesi. Molto probabilmente stava vivendo una vita pacifica e tranquillità, per la prima volta in assoluto.

Non era lo stesso anche per lei? Dopo aver incontrato Tilly, ho improvvisamente vissuto una vita che non avevo mai osato sognare. Ma ora, dopo essere stata abituata ad una vita relativamente tranquilla nel palazzo, ha ignorato l’attrazione di ciò che significa chiamare un posto casa. Agli occhi delle altre Streghe, questo è qualcosa che non hanno mai avuto prima. È logico che vogliano continuare a stare qui, volendo proteggere il loro territorio e tutti i sentimenti che contiene e probabilmente, è anche lo motivo per cui vuole proteggere Tilly.

Se Roland Wimbledon sta facendo ciò che ha detto, se fosse stato in grado di resistere all’Armata del Castigo Divino, non c’è dubbio che vivere a Border Town sia una scelta migliore di un viaggio in direzione dei Fiordi per fondare un regno per le Streghe in quella terra strana. E sembra essere proprio il posto che i loro cuori anelino ma alla fine, quanto si dovrà soffrire nessuno può realmente prevederlo.

Tuttavia, se non è in grado di resistere alla Chiesa, le altre Streghe lo lasceranno?

Ashes improvvisamente si calmò.

Se lo leve da un’altro punto di vista, se Tilly è in grado di prendere il controllo dei Fiordi, teme che sceglierà di stare al suo fianco come guardia del corpo fino all’ultimo momento. Tilly è la persona che le ha dato una casa. Non ha alcuna ragione per abbandonarla.

“Vivendo qui sarete sempre sotto la minaccia della Chiesa e se non sono in grado di fermare l’Armata del Castigo Divino. Sarà solo una questione di tempo prima che Border Town verrà distrutta.”

Non era più necessario insistere con questo test… ma Ashes aveva deciso di andare fino in fondo. Al fine di svegliarle e dimostrare di aver ragione.

“E se riescono a sconfiggerti?” Mormorò Maggie.

“Lo spero anch’io. Quindi li aiuterò a dare prova della loro sicurezza.” disse Ashes a bassa voce.

Infine chiuse gli occhi e si preparò mentalmente per dare tutta se stessa.

← 165-Inseguimento

167-Vittoria o sconfitta →

error: Content is protected !!