163 – La Strega Maggie

Capitolo offerto da

— • — • — • —

Ashes si sedette sul tetto del castello, attendendo il giorno della gara.

Negli ultimi giorni, i suoi tentativi di persuadere le altre Streghe non avevano mostrato alcun progresso. L’ostinazione da loro mostrata aveva superato di gran lunga le sue aspettative. Tutte avevano rifiutato il suo invito. L’unica differenza stava tra il modo in cui lo hanno fatto e il motivo.

Alcune avevano scelto di rimanere a causa di Roland, mentre altre non volevano lasciare l’Associazione, ma alla fine quelle dieci Streghe erano diventate una cosa sola. Per quanto riguardava Anna e Nana, entrambe le quali erano originarie di Border Town, Ashes non ci aveva neppure provato. In particolare, quando era in piedi davanti al Anna, la magia che poteva sentire emanare da lei era completamente diversa da qualsiasi altra cosa avesse mai sentito prima. La sua magia sembrava dura e liscia come l’acciaio, che stava tra loro due come per separarle.

Tra le tante Streghe che Tilly era stata in grado di radunare, nessuna le aveva mai dato quella sensazione. Dopo aver ascoltato le altre Streghe, apprese che il modo con cui Anna controllava la fiamma era in realtà abbastanza unico. Tuttavia, come poteva essere, che anche se la sua fiamma fosse invisibile, come se ci fosse una vera e propria barriera? Ashes semplicemente non riusciva a capire.

Per quanto riguarda Border Town, in confronto alle altre città e villaggi che Ashes aveva visitato in precedenza, era molto diversa. Per dirla in parole povere, Ashes avrebbe dovuto dire che si sentiva come se la città era piena di vitalità e che la gente sembrava avere ogni giorno un nuovo obbiettivo da raggiungere.

Dalla sommità del castello, poteva vedere tutta la città. Sembrava che in questo momento, tutte le persone fossero nel distretto ove stavano venendo costruite nuove case. Avevano suddiviso l’intera area in vari distretti, e le case sembravano una simile a all’altra. C’era un flusso infinito di carrozze che portavano continuamente nuovi lotti di mattoni a nord della città, mentre i muratori stavano cominciando a scavare le fondamenta di una dozzina di nuove case di forma simile. Subito dopo, i muri e tutto l’edificio veniva costruito con una rapidità sorprendente. Nel giro di un giorno, le pareti erano alte quanto un uomo adulto.

Guardando in direzione nord-est, poteva vedere il fumo alzarsi costantemente verso il cielo. Il fumo non era causato da un incendio, ma delle fornaci. In particolare, erano state erette diverse torri di mattoni le quali, a prima vista, sembravano come una foresta di tronchi d’albero rossi.

Guardando in direzione del fiume, poteva vedere numerose barche a vela che arrivavano a Border Town tutti i giorni da quando era stata qui. La maggior parte di queste barche a vela, veniva da fortezza Longsong ed erano state tutte caricate con così tanti elementi che le merci scaricate potevano quasi riempire l’intero cantiere. Un gruppo di guardie pattugliavano sempre la piazza, tenendo sempre quelle strane lance. A differenza guarnigioni delle altre città, che se ne andavano in giro languidamente per un breve periodo, prima di trovare un posto per nascondersi e farsi un pisolino, questi marciano in linea retta, muovendosi tra il molo e la piazza, talvolta prendendo l’iniziativa e aiutare a scaricare le navi. Ashes non aveva mai visto una scena del genere.

Che tipo di incantesimo aveva usato Roland Wimbledon per incentivare queste persone a sviluppare questa città in una terra arida e desolata? Si chiese Ashes.

Proprio in quel momento, sentì il verso di un’uccello sopra di lei. Alzò la testa e vide come un piccione grasso che scese di quota e atterrò sulla sua spalla.

“Infine, ti ho trovato”, disse il piccione strofinando la testa sulla sua guancia.

“Ti ha mandato Tilly?” Ashes tirò fuori alcuni semi di grano dalla tasca e li gettò sul tetto.

Il piccione piombò su di essi, prima di rendersi conto all’improvviso di una cosa, “Io non sono un uccello, Gurr!”

“Dopo che sarai tornata in forma umana, potremo parlare.”

“Va bene. Goo ,” quando la voce si spense, le piume del piccione si ampliarono e rilasciarono una luce bianca. La testa salì, seguita dalla rapida espansione del suo corpo. Allo stesso tempo, le sue piume cominciarono a ridursi e divennero un fascio di lunghi capelli bianchi.

Non importa quante volte lo aveva visto succedere, Ashes ne rimaneva sempre stupita. L’abilità di Maggie le permetteva di trasformarsi in vari tipi di uccelli e oltre al problema che fosse più grossa di un uccello normale, Ashes pensava che questa abilità fosse affascinante. Avrebbe voluto avere l’abilità di Maggie, piuttosto che essere una Straordinaria che non temeva il potere del medaglione del Castigo Divino. Lei era molto più propensa ad avere la capacità di viaggiare da un luogo all’altro. Con questa capacità, finché voleva vedere Tilly, poteva subito andare da lei indipendentemente dal posto in cui era.

“Anche se possiedi un Sigillo Tracciante, non è stato facile trovarti.” tutto il corpo di Maggie tremò come se stesse asciugando le sue piume, “La distanza era take che la mia magia non riusciva a percepire la fluttuazione magica proveniente dal tuo sigillo. Fortunatamente, Shadow poteva ancora dove ti trovavi seppur approssimativamente. Quando ho sorvolato Fallen Dragon Ridge, la pietra magica ha mostrato qualche reazione.”

A parte i capelli bianchi, quello che saltava di più all’occhio era la sua bassa statura. Seppur adulta, raggiungeva solo la vita di Ashes e sembrava una ragazzina. Se si fosse sciolta i capelli, questi avrebbero potuto coprirle il corpo.

“Tilly è arrivata sicuro nei Fiordi?” Ashes sedette e accarezzò un posto accanto a lei. La Strega proprio come un uccello, si avvicinò.

“Si è imbarcata sull’Imperatrice e ha raggiunto la destinazione senza problemi, ma la seconda nave ha incontrato un forte vento proveniente da nord e l’ha spinta contro la riva. Per fortuna nessuna Strega è rimasta uccisa. La terza e la quarta nave sono ancora in mare; nel momento in cui ho sentito parlare del tuo viaggio sono venuta a trovarti.”

“Va bene.” Ashes poteva finalmente sentire un certo sollievo, anche se si sentì disgustata quando ripensò al volto del Principe, una cosa che aveva detto non era sbagliata. Aveva ragione sulla pericolosità del viaggio dal Regno di Graycastle ai Fiordi. Il tempo sul mare poteva cambiare molto più velocemente rispetto alla terraferma e, allo stesso tempo, anche essere molto più violento.

Maggie continuò, “La tua retorica è rimasta la stessa. Shadow ha detto che non sei venuta, perché volevi reclutare alcune nuove Streghe a Border Town. Invece di chiedere per maggiori dettagli, Lady Tilly disse ‘Va bene’.” Fece una pausa e si guardò intorno, “Le nuove compagne dove sono?”

“Non vogliono andarsene.” Ashes sospirò e cominciò a riassumere quel che era successo. “Rispetto a me, sembrano credere nel Lord di Border Town, che è il fratello di Tilly.”

“Lady Tilly è stata disposta ad accettarci e ora lo fa anche il fratello… ah, a me questo non sembra essere un pessimo posto, Gurr. Stando così le cose, perché non ti dirigi ai Fiordi? Senza il vostro aiuto, Lady Tilly non potrà iniziare il piano di pulizia.”

Ashes scosse la testa, “Me ne andrò subito dopo il duello.”

“Ma hai appena detto, che anche se vincessi, non è detto che il Lord avrebbe persuaso le Streghe a partire.” Maggie mormorò: “Allora perché partecipare a questo duello?”

“Se c’è anche una sola possibilità, devo provare,” rispose Ashes tranquillamente. “Il programma di pulizia non comincerà con effetto immediato, ma se sarò in grado di portare con me anche una sola Strega, la forza di Tilly aumenterà esponenzialmente.”

“Bene,” Maggie annuì, “In questo caso, ti aspetterò così che possiamo tornare indietro insieme, ma c’è ancora una cosa di cui devo prendere nota. Quando ho sorvolato Fallen Dragon Ridge, ho visto un gruppo di soldati battenti bandiera della Chiesa. Erano circa dieci.”

“Non sono molti… se mostrano quella bandiera, significa che appartengono all’Esercito dei giudici,” disse Ashes con voce fredda, “Fatta eccezione per Border Town, non credo che ci sia un altro posto qui vicino dove la Chiesa potrebbe mandare i suoi inviati. Il loro fiuto è sensibile come quello dei cani. Nessun problema, non trapelerò queste informazioni, fino a quando non avrò sconfitto il suo Cavaliere. In seguito, gli dirò la notizia che la Chiesa si sta avvicinando. Roland Wimbledon dovrebbe finalmente rendersi conto dell’errore che ha commesso.”

← 162-Pratica di tiro

164-Preparazione dell’acido →

error: Content is protected !!