149 – Il mercante dalla Capitale II

Capitolo offerto da

— • — • — • —

“Sei principalmente una mercante di salnitro a Capitale?”Chiese Roland.

“No, Altezza, ”Margaret non stava mostrando più il suo sorriso formale e il suo discorso era diventato anche molto più amichevole, “copro diversi tipi di commerci, vendo gemme, stoffa, gestisco taverne. In realtà ho iniziato solo un mese fa il commercio di salnitro. Solo quando il proprietario originale del campo nitrati ha perso tutti i suoi risparmi ed è fallito durante la sua visita nel mio casinò ho avuto i diritti.”

Non solo vende tutti i tipi di merci, ha anche una stretta costante nel settore dei servizi… essere in grado di costruire un così grande impero commerciale, alla fine, che razza di donna d’affari è? Era ben noto che se si voleva aprire un casinò a Capitale, con il solo denaro sarebbe stata una cosa impossibile da realizzare. Volendo sapere se lei gli stava dicendo la verità, Roland bussò sul tavolo, ma Nightingale lo pizzicò al centro della schiena, lasciandolo insoddisfatto, dal momento che un pizzico come questo indicava che Margaret stava portando un medaglione del castigo divino, rendendo impossibile per lei a giudicare se l’altra stava dicendo una bugia o la verità.

Aspetta un momento… dal momento che è impossibile per lei per osservare, perché mi ha dato un pizzico così forte prima?

Roland tossì due volte, sopprimendo la sua curiosità.

Aveva sentito che alcuni dei mercanti dei Fiordi si erano stabiliti nei quattro regni. Le loro imprese avevano avuto un enorme successo ed erano cresciuti sempre di più, fino a quando avevano accumulato così tanta ricchezza che era diventato difficile anche solo immaginarla. Dopo aver finalmente garantito un po’ di ricchezza, molti commercianti erano rimasti semplici e sono stati facilmente truffati dai loro guadagni. Solo pochi sono stati in grado di stabilizzarsi, mettere radici e reinvestire il loro denaro con successo, formando un’unione di business relativamente stabile. Può essere che Margaret sia uno di questi pezzi grossi?

Stando così le cose, Roland deciso di essere diretto e semplice con la sua richiesta, “Ho bisogno di una grande quantità di salnitro, tanto più ce né, meglio è.”

“Il Territorio occidentale del Regno non è un luogo ardente, in particolare nei pressi della catena invalicabile. Sua Altezza Reale, avrà realmente bisogno di così tanto salnitro?”Margaret divenne curiosa, ‘nella periferia orientale del regno, ho tre campi di nitrati, sufficienti per la fornitura di una città di medie dimensioni con ghiaccio’.

Sicuramente un pezzo grosso, per avere tre campi di nitrato!

Anche se Roland divenne felicissimo, non vi fu alcun cambiamento visibile nella sua espressione, “Ho intenzione di costruire una cella frigorifera nel seminterrato del castello per conservare alcuni alimenti deperibili. Finché tu mi darai il giusto prezzo, mi prendo tutto il salnitro che puoi portare”.

“Dal momento che me lo ha spiegato così chiaramente, ”annuì, “sono disposta a trasportare tutto il mio salnitro a Border Town, e vi applicherò il prezzo tipico del mercato della Capitale, ma…”

“Ma cosa? ”

“Io non voglio essere pagata con i reali d’oro, ne ho già abbastanza da riempire un intero magazzino. Pare che tu siain possesso di alcuni prodotti unici, se può utilizzare questi invece dei reali d’oro, sarei felice di concludere un accordo con voi.”

“Prodotti unici?”era la prima volta che aveva sentito qualcuno dire che non voleva alcun reali d’oro.

“Sì Bene. Ho sentito qualcosa su una creazione di ferro in grado di muoversi autonomamente, ”Margherith si piegò leggermente in avanti, “Il tuo servo ha detto, che con questa cosa, è sufficiente accendere il fuoco e far bollire l’acqua per produrre un’enorme potenza. Infatti, solo dopo che ho sentito parlare di una tale creazione ho deciso di visitare Border Town personalmente. Altrimenti, vendendo direttamente il salnitro alla nobiltà attorno alla capitale sarei molto più in linea con i miei interessi. Dopo tutto Border Town è molte volte più lontana, così ho dovuto sopportare una perdita significativa.”

Questa è davvero una piacevole sorpresa, pensò Roland. Anche se non so come l’apprendista Barov sia giunto a questo discorso e in che modo abbia descritto la macchina a vapore, ma evidentemente questa commerciante dalla Capitale vi è molto interessata.

Con gli incredibili profitti e gli affari potenziali che ci sarebbero stati con i prodotti industriali, era tutto molto chiaro per Roland. Tanto più che potevano essere creati solo dai propri prodotti meccanici. Aveva già pensato che dopo aver sfruttato tutto il minerale di Border Town e aver utilizzato tutte le monete del Duca; avrebbe intrapeso altre opportunità di business. Ma non avrebbe mai pensato ad un’ottima opportunità come quella.

“So di cosa stai parlando”, il principe sorrise. “Quello di cui ha sentito parlare, è chiamato motore a vapore. Facendola bollire converte acqua in vapore, che può essere usato come fonte di energia. Il principio alla base è molto semplice, ma solo noi a Border Town siamo in grado di produrlo.“

“Allora esiste davvero una tale cosa?”

“Certo”, rispose Roland”, ma la produzione è molto complicata e il prezzo sarà abbastanza elevato. Se siete interessata, possiamo andare a vedere la macchina”.

“Estremamente interessata”, rispose con entusiasmo.

*****

Nel versante Nord della miniera, Margaret osservava con occhi sgranati il grande mostro d’acciaio ruggente che tirava insieme diversi carrelli della miniera carichi di minerale.

“Vostra Altezza Reale, q-questo… è incredibile.”Sussurrò Margaret.

“In precedenza avevo pensato che il messaggero avesse esagerato, ma neanche nei miei sogni più selvaggi, avrei mai pensato che l’avesse anche minimizzato io… temo che anche una dozzina di persone insieme non possiedano una tale forza… il motore a vapore…”

Volendo dare uno sguardo più da vicino, Margaret fece un passo verso il motore, ma venne fermata da Roland. “Avvicinarsi al motore in funzione è molto pericoloso, non si avvicini troppo. Vede il gas bianco a spruzzato fuori? Se si viene anche solo sfiorati da una piccola parte, la pelle verrà bruciata”.

“La utilizza solo per il trasporto di minerale?”il rumore era troppo grande e dovette fare un passo vicino a Roland e gridargli in un orecchio.

“In questa miniera, ne utilizziamo due, uno è usato per aiutare il trasporto minatore del minerale, mentre il secondo per pompare fuori l’acqua nella miniera”, rispose Roland, “In realtà, fino ad oggi, Border Town è stata in grado di produrre solo tre motori a vapore. Li usiamo lì dove sono più necessari. Ma possono essere impiegati per una vasta gamma di scopi; come può immaginare. Possono sostituire mulini a vento e ruote idrauliche, per macinare il grano. Non sono influenzati da fiumi o venti, e possono sostituire la forza umana e la trazione animale. Quello che potrebbe interessarti di più, è che possono anche essere montati su una barca a vela, per muovere le pale, consentendo alla nave di muoversi senza vele.”

Sapeva della loro dipendenza dal vento e la sua direzione era di grande importanza per le genti marittime. Certo, sentendo questo Margaret guardò ad occhi spalancati al Roland, “Dimmi solo il prezzo, lo compro!”

“Questo è fuori discussione, la miniera si basa su questi due per mantenere la produzione. È possibile ordinare un paio di motori nuovi e poi, quando porterete il salnitro, li potete prendere con voi”.

“Allora quale sarebbe il loro prezzo…?”

Roland la portò lontano dall’ingresso della miniera, per facilitare la conversazione. “Un motore a vapore avrà un costo di cinquecento reali d’oro.”offrì Roland. Anche così, il prezzo era un po’ esagerato, essendo quasi equivalente al reddito annuale del territorio di un cavaliere. Il minerale per produrne uno, girava intorno alla ventina di reali d’oro, oltre ai costi di fonderia, del lavoro e installazione sarebbero stati in tutto cinquanta reali d’oro. Tuttavia, per ottenere un buon prezzo, avrebbe sempre dovuto avere un po’ di spazio per contrattare.

“Allora affare fatto, ne compro dieci!”

“…”Roland si bloccò, dieci macchine a vapore, cinquemila i reali d’oro! Quasi il pari ai cinque o sei anni di risparmio del Duca Ryan. Nemmeno cercò di contrattare, era questa la potenza di un pezzo grosso? Si schiarì la gola, “Siete sicura? Dopo tutto non è una piccola somma e la macchina avrà bisogno di manutenzione, ci si deve ancora investire denaro.”

“Lo so, è proprio come una nave che deve visitare il molo ogni anno per ripulire la chiglia di parassiti e alghe, la sostituzione delle vele, corde e così via, ”A Margharet non importava che, “Ciò che deve essere aggiunto poi lo comprerò da voi. Se in realtà si mostrera impossibile da fare da soli, devi solo citarne il prezzo e ti pagherò per gli artigiani in grado di mantenere e far funzionare la macchina.”

Roland chiuse la bocca, c’era solo un pensiero lasciato correre nella sua mente, Essere ricchi deve essere veramente bello.

← 148-Il mercante dalla Capitale I

150-Torre di pietra →

Lascia un commento

error: Content is protected !!