115 – La battaglia per Border Town I

Capitolo offerto da

— • — • — • —

Quando il nemico alla fine entrò all’interno del suo campo visivo, Van’er notò subito i Cavalieri pesantemente armati che viaggiavano in sella ad enormi cavalli, e indossanti armature luminose lentamente marciavano verso Border Town. Di solito il rango di Cavaliere è superiore a quello delle persone che abitano in città e quando si trovò di fronte ad un centinaio di loro, dovette fare alcuni respiri profondi per calmarsi.

Van’er sentì come se le sue mani iniziassero a sudare. Proprio come quando ha dovuto affrontare le Bestie Demoniache per la prima volta. Ma questa volta, si tratta di un esercito composto dalle forze congiunte dell’aristocrazia di fortezza Longsong.

I Con rabbia, cacciò via i pensieri di prima Pensi che loro siano come te? Quando mai i nobili mi hanno trattato come se fossi un loro eguale? si chiese beffardo.

Il loro unico obiettivo è quello di strapparci Border Town e riportare la miniera sotto il loro controllo. Per di più, hanno anche intenzione di portare via Sua Altezza Reale. Come un soldato della Prima Armata non posso permetterlo.

Durante la riunione pre-bellica del giorno prima, Sua Altezza Reale aveva messo in chiaro che Timothy Wimbledon, il fratello di Sua Altezza Reale, aveva cospirato contro il trono e alla fine ucciso il proprio padre, Re Wimbledon III. In origine questi avvenimenti tra la famiglia reale e nobiltà, non gli avevano importato più di tanto. Mi cambia qualcosa, se il Re è un’altro?

Ma ora, il Duca Ryan voleva cogliere questa occasione per strappare il territorio a Sua Altezza, e ciò è inaccettabile!

Quando ci pensava, ripensò alla sua vita prima che Sua Altezza giungesse a Border Town. Se si ricorda correttamente, l’ex Lord era in realtà un Conte che raramente mostrava la sua brutta faccia. L’acquisizione delle pellicce veniva fatta dalle sue guardie personali e spesso usavano le armi per abbassare i prezzi. Quando i Mesi dei Demoni arrivavano, fuggivano e vivevano nei bassifondi di fortezza Longsong, morendo di fame e di freddo.

Ma oggi, sotto la guida di Sua Altezza, la vita a Border Town migliorava continuamente e tali cambiamenti venivano notati da tutti. Van’er pensò, Per esempio, quando i minatori riescono a produrre di più, ricevono un compenso maggiore e dopo che Sua Altezza ha installato questa macchina nera nella miniera North Slope, la produzione in eccesso veniva attribuita ai minatori. Che si trattasse di costruire muri o di estrarre ghiaia, tutti sono stati pagati puntualmente. Quest’inverno, non c’é stata una sola persona che fosse morta di fame o di freddo.

Naturalmente, il più grande cambiamento era stato la formazione della Milizia… no, ora si chiama Prima Armata.

Con loro a proteggere la città, la gente comune non aveva bisogno di stiparsi in quei capannoni di legno supplicando gli altri di ottenere un po’ di cibo. Se il Principe se ne andasse, il Duca permetterebbe alla Prima Armata di esistere?

Van’er fece un altro respiro profondo e si asciugò le mani sui suoi vestiti. No, non lo permetterebbe. Ai nobili della fortezza non importa come stiamo noi popolani. È proprio come aveva detto Sua Altezza: Solo un esercito composto da popolani è disposto a lottare per la vita degli altri popolani.

Van’er alzò la testa, in modo da poter mantenere la parte sinistra del cielo all’interno del suo campo visivo. Si poteva notare un piccolo puntino nero girare in cerchio e se qualcuno lo vedeva per puro caso, avrebbe pensato che fosse solo un grande uccello. Ma in realtà, era il puntatore dell’artiglieria Lightining, che stava usando gli alberi come copertura mentre osservava i movimenti del nemico. Quando tornava indietro, Van’er notò non volava in zone aperte di sua iniziativa, e la gente a terra avrebbe visto solo i rami degli alberi quindi, per loro era quasi impossibile rilevare una Strega che volava sopra le loro teste.

Dopo un quarto d’ora, Lightining si avvicinò alla lor posizione sventolando un nastro verde.

Quello era il segnale che il nemico era entrato nel raggio dei 1000 metri e dovevano prepararsi a per far fuoco. Van’er non sapeva quanto fosse lontana la distanza che Sua Altezza definiva ‘1000 metri’, ma quando vide il segnale verde, agì seguendo le direttive apprese durante l’esercitazione, dando l’ordine per caricare il cannone e regolare l’angolo.

I quattro gruppi di artiglieri non ci misero molto a completare i loro compiti, l’angolo del cannone venne addattato sulla terza impostazione, mentre la polvere da sparo e i proiettili solidi vennero inseriti nella canna del cannone.

Pensava che dopo esser stato stanziato sulle mura e aver combattuto contro le Bestie Demoniache, poteva considerarsi un combattente esperto e talentuoso, ma oggi venne a scoprire che c’era ancora un’enorme abisso tra lui, Iron Axe e Brian.

Durante l’assemblea pomeridiana, ha avuto grossi problemi nel riuscire calmare il suo cuore. Ma quei due, non solo lo vedevano come se fosse un giorno qualunque, aveva anche sentito Brian affermare quanto fosse ansioso di combattere. Ma fino ad ora non era stato in grado di calmarsi. Con un po’ di vergogna nel cuore, doveva riconoscere che anche i fratelli Rodney sembravano messi meglio di lui. Quel pensiero rese Van’er molto depresso.

Nervosamente, leccò le labbra e controllò la posizione di Lightning, ancora una volta.

Ma in questo momento, il movimento del nemico era rallentato enormemente.

“Cosa stanno facendo?” Chiese Rodney.

“E chi lo sa,” rispose Cat’s Claw. “A me sembra che si stiano mettendo in formazione? Ma mi sembrano ancora un po’ disordinati.”

“Stanno aspettando le altre truppe.” spiegò Jop con una voce un po’ tremante, “È impossibile per i Cavalieri riuscire a combattere da soli, hanno sempre bisogno di un gran numero di persone che li supportino.”

“Come fai a sapere tutte queste cose?” Nelson non era convinto.

“L’ho già visto! Un Cavaliere porta sempre con sé almeno due Scudieri, mentre un’altra dozzina di servi devono occuparsi della logistica.” cominciò a contare sulle dita, “Prima c’è il Duca e in quanto Lord di fortezza Longsong, ha al suo servizio almeno un centinaio di Cavalieri, giusto? Poi c’è la cavalleria leggera, che sono almeno 300 persone. Inoltre, i Conti e Visconti con il proprio territorio… c’è ne sono molti di più! E non dimenticatevi dei mercenari; tutti hanno già assaggiato il sangue, non esiteranno ad uccidervi! Fanno qualsiasi cosa per denaro, mentre noi abbiamo solo 300 soldati.”

In realtà, meno di 300, lo corresse Van’er nella sua mente. Abbiamo solo 270 soldati armati di fucile, e in base alla spiegazione di Sua Altezza è perché la nostra capacità produttiva non è sufficiente. Ora, quelòo che non hanno ricevuto le armi sono stati inviati nelle squadre di artiglieria, per gestire la preparazione delle munizioni dei quattro cannoni. Quando Van’er scoprì che erano molto più lenti rispetto a loro, si era sentito molto meglio.

“I mercenari stanno arrivando!” gridò Jop.

Van’er guardò in direzione del nemico e poteva vedere un gruppo indossanti vari tipi di armature che prendevano posto nella parte anteriore della formazione. Non cavalcano né marciavano in fila. Si muovevano in piccoli gruppi di due o tre persone. Mentre i Cavalieri si spostavano verso entrambi i lati, sembrava stessero cedendo la loro posizione ai mercenari. Dopo un quarto d’ora, le forze alleate del Duca erano finalmente pronte.

In quel momento, un Cavaliere si avvicinò lasciandosi alle spalle l’esercito nemico in direzione di Border Town. Van’er divenne così nervoso che per poco non diede l’ordine di sparare.

Cosa dovrei fare? Van’er guardò ancora una volta verso il cielo, ma era ancora in grado di vedere Lightning, mentre il nemico che si stava avvicinando sventolava una bandiera bianca.

“E’ il messaggero inviato dal Duca,” mormorò Jop, “Dovrebbe essere venuto per cercare di persuadere il Principe.”

“Non sono affari nostri”, Rodney si accucciò dietro il canone e allineò il suo tiro. “Sergente, dobbiamo riposizionare il canone. La maggior parte dei Cavalieri hanno lasciato la zona d’impatto.”

Durante la loro precedente esperienza con i proiettili veri, gli era stato più volte insegnato, che il raggio d’attacco del cannone era rappresentato dalla linea centrale sulla canna; quindi se volevano colpire il loro obiettivo, dovevano fare in modo che l’obiettivo coincidesse con quella linea. Così i 5 uomini cominciarono a girare il canone fino a quando non venne puntato nuovamente sui Cavalieri.

Il messaggero che era venuto da solo, fu scortato da Carter nelle retrovie della loro linea di difesa, ma Van’er sapeva che questa mossa del Duca era solo una perdita di tempo. Il Principe non avrebbe si sarebbe mai arreso.

Improvvisamente, Lightning volò bruscamente in direzione della linea difensiva, agitando una bandiera gialla.

Il segnale di colore giallo significava che l’avversario era entrato nel raggio di 800 metri e a quella distanza avrebbero avuto la possibilità di colpire il bersaglio. Significava anche, che fino a quando il Tenete non avesse dato l’ordine di cessare il fuco, potevano sparare a volontà.

Anche gli altri membri della squadra notarono il segnale. Tutti guardavano nella stessa direzione e dopo aver fatto un respiro profondo gridò, “Fuoco!”

← 114-Tuono

116-La battaglia per Border Town II →

Lascia un commento

error: Content is protected !!