105 – La ‘marcia’ dell’esercito

Capitolo offerto da

— • — • — • —

Echo era seduta sul punto più alto del castello, sul tetto della torre di guardia, da dove riusciva a vedere tutta la città.

Era stata in grado di raggiungere la cima grazie a Lightning, ora doveva rimanere li fino al tramonto, solo allora la bambina sarebbe tornata per riportarla a terra. Al momento, Lightning era sulla strada per fortezza Longsong.

Il tempo era bello, il sole splendeva e sotto la sua luce il fiume sembrava essere fatto in raso, mentre scorreva lentamente verso ovest e dividendo il prato verde dal paesaggio innevato.

Comodamente sdraiata al sole, si sentiva come se tutto il suo corpo fosse abbracciato dal calore del sole. Era completamente diverso da quando era a sud, dove la luce del sole cocente era così aggressiva da far male alla pelle.

Anche il vento non è lo stesso, pensò, nel corso della mia vita ho provato sei diversi tipi di venti. La brezza leggermente salato del mare nel porto di Clearwater; a King City ho provato il vento dei monsoni caldi e umidi; durante il mio viaggio attraverso la catena montuosa Invalicabile siamo state costantemente accompagnate dal vento gelido del Nord. Ed ora, qui a Border Town, la brezza leggera ha un aroma terrena. Non importa cosa, il vento qui è puro e indipendente.

Ad Ironsand City, o non c’era vento, o c’era una tempesta travolgente. Allora vento diventava visibile e l’aria tempestosa si mescolava con pietra e ghiaia, da lontano sembrava un gigantesco mostro nero. Ogni volta che il vento arrivava, dovevo nascondermi all’interno di una casa o in qualsiasi altro posto che non fosse allo scoperto. Non c’era niente in grado di fermare il vento.

Gli veniva da vomitare. Quando ripensava al passato, voleva prendersi la sua vendetta; erano passati quasi 4 anni da quando aveva lasciato Ironsand City. Il suo clan Osha, purtroppo era stato sconfitto nel corso di una lotta per il potere, suo padre ucciso da un loro nemico, anche dopo essersi arreso. Echo, che era testimone di tutto ciò, voleva inseguire il nemico e farli a pezzi personalmente, ma in quel momento era stata colta alla sprovvista.

Non sapeva quanti membri del suo clan fossero ancora vivi dopo 4 anni.

Prima che venisse venduta come schiava al porto di Clearwater, aveva sentito che il suo clan aveva violato gli accordi del duello sacro ed erano stati respinti dai tre Dei. Poi li esiliarono a Capo Infinito, negando loro il permesso di tornare a Ironsand City.

Ma Echo sapeva che era tutto un complotto dal clan Tibia. Avevano cosparso la loro frusta di olio nero e una volta preso fuoco, anche l’acqua non riusciva a spegnerlo. Era stato questo trucco che durante il duello ha preso alla sprovvista suo fratello, il più forte guerriero del Clan. Era stato bruciato vivo e portato il caos nella formazione della loro squadra.

A Capo Infinito l’unica cosa oltre alla sabbia calda c’erano i fuochi inestinguibili della Madre Terra. Presto la gente del suo clan si sarebbe trasformata in polvere, ma la sua fine come schiava era ancora più miserabile.

Quando Echo risvegliò il suo potere, sapeva che era diventata una Strega. Naturalmente pensava alla vendetta, ma alla fine la sua abilità era inutile: lei era in grado di ricreare suoni. Non importa quanto pregasse gli Dei, loro non ascoltarono le sue preghiere.

6 mesi più tardi, quando viveva al porto di Clearwater, era giunta ad una conclusione: il fatto che fossero amati dai 3 Dei era in realtà un inganno. Sotto la giurisdizione della Chiesa, le Streghe erano state tutte cacciate dai quattro regni. Da quel giorno, Echo aveva completamente rinunciato alla sua speranza di vendicarsi.

In quel momento, in lontananza si alzò una colonna di fumo. Guardò verso la sponda orientale del fiume Redwater e vide diverse luci create da fiamme verdi che lampeggiavano tra gli alberi. Il fumo nero degli alberi infuocati mescolato con il vapore della neve che si scioglieva, formava un pennacchio grigio nel cielo.

Era la fiamma verde di Anna.

Quando erano arrivate per la prima volta a Border Town, Wendy aveva informato le sorelle di Anna e Nana. Quando Echo sentì parlare dell’abilità di Anna era molto invidiosa.

Anna era in grado di manipolare liberamente le sue fiamme, poteva anche fargli raggiungere la temperatura necessaria per fondere le spade… se avesse avuto un potere simile quando ancora viveva ad Ironsand, la gente del Clan Tibia non sarebbe mai stata in grado di far loro del male.

Echo scosse la testa. Pensieri come questi erano totalmente inutili, molto probabilmente la sua gente era già morta. Dal momento che lei era ancora viva avrebbe potuto contare solo su se stessa. Dal momento che Sua Altezza Reale era disposto ad accettarla, lei avrebbe eseguito gli ordini dati da Sua Altezza.

Si schiarì la gola e cominciò a canticchiare la canzone in base alle richieste del Principe.

Era una canzoncina allegra; il Principe aveva canticchiato la melodia solo una volta, ma se la ricordava completamente.

La musica non era niente di nuovo per Echo, come schiava d’alta classe le furono insegnate molte cose: in particolare danze seducenti e atteggiamenti civettuoli. Ma la musica donatale da Sua Altezza era completamente diversa… era piena di ritmo, piena di energia. Soprattutto quando lui le ha chiesto di simulare il suono di un flauto, ogni nota era come un battito pulsante, la gente sentendola, non poteva fermare se stessa dal voler ballare.

La difficoltà era aumentata nel suonare diversi strumenti allo stesso tempo, c’erano tamburi e strumenti a corda. Così dovette simulare tre diversi tipi di suoni allo stesso tempo, sovrapposti l’un l’altro.Una cosa simile era completamente nuova per lei. In precedenza non avrebbe mai creduto che la musica potesse essere ascoltata anche in questo modo!

All’inizio, era difficile per lei per assicurarsi che i tamburi non disturbasse il ritmo dei flauti quindi, Roland le aveva detto di seguire il ritmo usando le mani o i piedi e più tardi a iniziare a fondere i due suoni.

Dopo alcuni giorni di pratica, Echo stava riuscendo a padroneggiare questo tipo di musica.

Dopo averla suonata per diverse volte ora era sicura di sé.

Quando Echo cantò nuovamente la melodia, dovette cambiare nuovamente le note, il suono del flauto allegro era il busto, i tamburi le ossa, e gli strumenti a corsa l’anima. Aveva aumentato il ritmo, più e più volte, fino a quando i tre strumenti non furono pienamente integrati, il suono era sempre più in forte finché non riuscì a smettere di cantare.

*****

“La mia potenza d’attacco è più alta della tua, quindi la vittoria è mia.”

Roland aveva messo la sua ultima carta sul tavolo e Soraya si coprì il viso dicendo a voce bassa. “Un altro turno”, poi ci pensò per un momento e si trascinò attraverso le carte “Scegli le tue dieci carte questa volta.”

“Bé,” tossì il Principe, “È tardi e ho ancora molte cose da fare. Inoltre dovresti raggiungere le altre.”

Dopo preparato diverse carte, non rimaneva che fare delle copie delle carte già fatte. Con il modello di fronte a lei, la velocità di Soraya nel disegnare era paragonabile a quello di una stampante. Presto, Roland ottenne varie copie delle stesse unità.

Così, naturalmente, Soraya era diventata il suo primo avversario.

Dopo averle spiegato le regole, venne dato il via alla prima guerra con le carte. Durante i giochi, aveva imparò presto che le facoltà cognitive delle Streghe sono completamente diverse da quelle della gente comune. Soraya aveva rapidamente compreso come utilizzare le varie abilità. Dopo aver giocato diversi round, Roland era ancora in grado di vincere, ma ciò era stato possibile solo utilizzando più carte speciali. Quando Soraya gli aveva chiesto di creare le proprie carte speciali, dovette ignobilmente rifiutare.

“Va bene,” disse Soraya, poi prese le carte e corse in direzione della porta In quel momento, una melodia allegra provenne dalle finestre aperte. Sentendo questo suono, Soraya si fermò, si voltò e corse alla finestra, per dare un’occhiata all’esterno “Echo?”

“Bé, sembra che sia riuscita a padroneggiarla.” Roland si appoggiò allo schienale della sedia e ascoltò la musica familiare.

La prima Armata di Border Town avrebbe presto cominciato a imparare le varie manovre. A differenza delle esercitazioni di tiro mentre erano appostati sulle mura, le manovre di battaglia sarebbero state utilizzate in campo aperto. Nello stesso momento in cui si muovevano i campo aperto, avrebbero dovuto mantenere la formazione. Sempre mantenendo una linea di tiro
Al fine di far marciare i soldati con lo stesso ritmo, dovette far affidamento su tamburi e slogan. Ma ora, grazie a Echo, avrebbe potuto simulare diversi strumenti allo stesso tempo. Ora gli manca solo da imparare l’inglese, così da implementare marce famose.

Rispetto ai semplici tamburi, le canzoni da marcia non solo controllava la velocità di andatura, ma avrebbe anche alzato efficacemente il morale. Naturalmente, la marcia più famosa era il “The British Grenadiers”*, ma Roland ne conosce solo il nome e non il testo.

*è una canzone di marcia dei granatieri dell’esercito britannico, la cui melodia è datata al XVII secolo. Essa è siglata come marcia reggimentale veloce.

Ma questo non rappresenta un problema per lui, dato che fino a quando aveva la melodia di “The British Grenadiers”, poteva sempre buttar giù due righe.

Durante la “Guerra della resistenza”*, c’era una canzone che si sentiva per tutta la Cina, sia a nord che a sud del fiume Yangtze. Quasi tutti avevano familiarità con la sua melodia dopotutto, era il famoso “Canto dei Guerriglieri.”**

*anche se ho avuto problemi a capire di che guerra si trattasse, ho scoperto che parla della Seconda Guerra Sino-Giapponese cominciata nel 1937 e terminata nel 1945

**Facendo riferimento alla nota sopra, questa canzone venne creata durante quel periodo ed è considerata una canzone patriottica. Il titolo cinese è “yóu jī duì gē”

Soraya girò la testa in direzione del Principe, lo sentì seguirla, mentre cantava dolcemente. Cantava cantato in una lingua che non aveva mai sentito prima, ma la melodia e la lirica erano montate insieme perfettamente.

“Siamo tutti tiratori scelti,
Ogni proiettile elimina un nemico.
Siamo tutti soldati con le ali,
Senza paura per le alte montagne e le acque profonde.
Nelle fitte foreste,
I nostri compagni montano i loro campi.
Sulle alte montagne,
I nostri innumerevoli fratelli sono là.”

“…”

← 104-Pianificazione ed intrattenimento

106-Per lui non è la stessa cosa →

Lascia un commento

error: Content is protected !!